Utente 394XXX
Buonasera, sono una ragazza di 19 anni, il mio medico non c'è da un po di tempo e tornerà a fine gennaio per quanto ne so, chiedo un consulto per un problema che ho da qualche settimana. È iniziato tutto con un prurito intimo, seguito da bollicine, che ho curato con gynocanesten, consigliata dal medico, per qualche giorno è passato tutto, ma il prurito è ritornato e anzi è diventato proprio bruciore, non riuscivo neanche a sedermi, in farmacia mi hanno consigliato la gentamicina (mylan), dopo 3 giorni il bruciore si è alleviato ma quando vado a fare pipì o quando faccio il bidet e il getto di acqua va li sopra brucia da morire, è come se ho una ferita aperta proprio sotto l'entrata della vagina, sul perineo, non è qualcosa di interno perchè ho provato e dentro non fa male, non ho rapporti da 2 settimane quindi non è un trauma legato a quello, ma veramente non so come curarlo, non so piu cosa dire ai farmacisti perche le ho provate tutte ma il bruciore resta. Io guardando ho visto tipo una piaga di neanche 2 mm ma mi chiedo perche dopo tutto questo tempo non guarisce? secondo voi cosa può essere? Cos altro devo fare? So che devo andare dal medico ma non c'è, non mi va di restare cosi per un altro mese..

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si potrebbe trattare di una VULVITE con interessamento perineale : allergia a coloranti dell'intimo, detergenti aggressivi, sovra infezioni micotiche o batteriche , impossibile fare diagnosi senza esame obiettivo.
Non accetterei terapia senza diagnosi , come fanno molti farmacisti.
Prescrivendole qualcosa peggiorerei la situazione.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI