Utente 434XXX
Buongiorno, ho 40 anni e da circa un anno io e mio marito stiamo cercando di avere un bambino.Ho avuto la mia prima gravidanza a 28 anni,arrivata subito in maniera assolutamente naturale e portata a termine senza nessun problema.Adesso,a distanza di 12 anni sto cercando una seconda gravidanza,ma fino a oggi ancora nulla.Il mio ciclo in quest'ultimo anno e più ha subito dei cambiamenti,come credo sia normale.Prima avevo un ciclo regolare di 33 giorni,adesso e ' sempre regolare,ma è sceso a 29 /30 giorni,con spottyng premestruale di 4 giorni più 3 di flusso (che è anche diventato un poco più scarso).In un paio di occasioni,a distanza di un anno tra di loro,ho avuto un paio di cicli nei quali le mestruazioni mi sono durate circa 15 /20 giorni.Mi sono recata in entrambi i casi al PS,ma dall'eco non è emerso nessun problema,comunque non nascondo di essere stata assolutamente terrorizzata.Che cosa può essermi successo?Adesso ho iniziato a fare dei controlli,il mio ginecologo mi ha prescritto dosaggi ormonali al 3 giorno del ciclo:Glicemia 85 mg/dl, FT3 2,87 pg/ml, FT4 1,21 ng/dl, TSH 0,900 uUI/ml, Progesterone 0,05 ng/ml, E2 estradiolo 7 pg/ml, Testosterone 0,09 nmol/L, FSH 5,89 mUI/mL, LH 4,03 mUI/mL, PRL 5,06 ng/ml.Il mio ginecologo dice che ci sono dei cicli nei quali non ovulo.Sono al secondo ciclo di stimolazione con Progynova (2 compresse al giorno), Gonasi 5000 e Progeffik (200mg al giorno),e sto rilevando l'ovulazione con gli stick (cosa che facevo già da prima), poiché il mio ginecologo ha ritenuto ancora prematuro il monitoraggio con eco.Negli ultimi cicli il mio picco LH avviene sempre all'11 giorno (in quanto ho avuto un accorciamento della fase follicolare).Ho chiesto al mio ginecologo di prescrivermi il Clomid,per aumentare le mie probabilità,ma mi ha risposto che con l'estradiolo basso e' controindicato (almeno questo è quello che ho capito io).Volevo chiedere,ma è veramente così?Non potrò mai prenderlo?In più volevo chiedere se secondo il vostro giudizio la terapia e le dosi che sto seguendo sono davvero adeguati alla mia situazione.Mi scuso se sto abusando della vostra immensa cortesia,avevo bisogno di un ultimo chiarimento.Alla fine del primo ciclo di stimolazione le mie mestruazioni sono state più scarse del solito,e quasi del tutto di color marrone.Ma e' normale?Mi sono molto preoccupata.Spero in una vostra risposta che mi possa chiarire tutti questi dubbi,perche' mi sento divorata dall'ansia, questa incertezza sulla mia condizione mi ha tolto la serenita', gia' da parecchio tempo non vivo piu' bene.Grazie infinite per la vostra attenzione,grazie tantissime. Distinti Saluti.

[#1] dopo  
Dr.ssa Daniela Pelotti

24% attività
4% attualità
8% socialità
ABBADIA CERRETO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Le consiglio di eliminare dalla sua dieta i cibi con glutine poichè vi è una correlazione tra celiachia non diagnosticata e/o gluten sensitivity e irregolarità del ciclo mestruale. Noi medici dovremmo informare con più chiarezza le nostre pazienti sul concreto rischio che la celiachia comporti un più precoce esaurimento dell’ovaio, con due conseguenze irregolarità del ciclo mestruale e dell'ovulazione e infertilità, per la più rapida riduzione della “riserva ovarica”, ossia della quantità di ovociti, le cellule riproduttive femminili. Le consiglio inoltre di fare uno spermiogramma e spermiocoltura a suo marito poichè potrebbe avere una prostatite con riduzione della motilità degli spermatozoi e alterazione della morfologia compromettendo la capacità di fecondare!
Dr.ssa Daniela  Pelotti

[#2] dopo  
Utente 434XXX

Buonasera Dottoressa, la ringrazio veramente di cuore per avere risposto alla mia richiesta. Sono già 6 mesi che non tocco più una sigaretta, e ho totalmente cancellato dalla mia dieta alcool, bevande gassate e caffè, e ho limitato drasticamente anche la cioccolata (che come lei ben sa contiene caffeina), ma ignoravo che anche l'assunzione di glutine potesse creare problemi al ciclo mestruale e alla fertilità. Effettivamente io ho sempre fatto un consumo spropositato di pasta e pane, a forte discapito di frutta, verdura e carne. Da adesso in poi cercherò di modificare la mia dieta, in modo da limitare i danni che mi sono autoprocurata in tutti questi anni. Dottoressa, le volevo chiedere, se io correggo la mia alimentazione lei crede che riuscirò a concepire? Come ha trovato le mie analisi? La terapia che sto seguendo adesso lei crede che sia corretta? Cosa ne pensa? Mi scusi se faccio tutte queste domande, sono esageratamente ansiosa, lo riconosco. E il rapporto tra ereditarietà e concepimento? Mia madre e' rimasta incinta a 45 anni suonati, in maniera assolutamente naturale. Seguirò inoltre il suo consiglio e farò fare anche a mio marito al piu' presto le analisi che lei mi ha indicato. Ringrazio tantissimo di cuore sia lei che tutti i suoi stimati colleghi. Grazie. Buona serata.

[#3] dopo  
Dr.ssa Daniela Pelotti

24% attività
4% attualità
8% socialità
ABBADIA CERRETO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Carissima trova in internet la correlazione tra glutine e anticorpi antiovaio, glutine e fertilità, ovviamente una volta eliminata la causa, non avrai bisogno di nessuna terapia, ricordati che noi donne assomigliamo da parte paterna, fai fare a tuo marito spermiogramma e spermiocoltura poichè temo che il problema sia il suo, anche negli uomini il glutine può causare colon irritabile e batteri che si attaccano agli spermatozoi alterandoli!
Dr.ssa Daniela  Pelotti

[#4] dopo  
Utente 434XXX

La ringrazio veramente con tutto il cuore dottoressa, lei non può nemmeno immaginare la gioia che sto provando in questo momento, avevo completamente perso le speranze, adesso lei mi sta aprendo un mondo. Farò fare a mio marito domani stesso tutte le analisi da lei indicate, e modificheremo la nostra dieta. Sapere che la mia condizione e' reversibile mi fa' sentire una donna nuova, spero che anche per mio marito sia reversibile, su qualsiasi problema si dovesse talora presentare. Grazie! Grazie! Grazie! Le auguro una Buona Domenica! Arrivederci.

[#5] dopo  
Dr.ssa Daniela Pelotti

24% attività
4% attualità
8% socialità
ABBADIA CERRETO (MI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2016
Ok mi informerai dell'esito dell'esame di tuo marito!!
Dr.ssa Daniela  Pelotti

[#6] dopo  
Utente 434XXX

Lo farò sicuramente. Grazie. Una buona serata

[#7] dopo  
Utente 434XXX

Buongiorno Carissima Dottoressa Pelotti, buongiorno a tutti voi illustri dottori, mio marito avrebbe dovuto fare spermiogramma e spermiocoltura, purtroppo avevamo stoppato tutto poiché stiamo avendo dei problemi familiari dalla parte di mio marito abbastanza importanti. Nonostante questo io ho comunque continuato a prendere Progynova e Progeffik, e in più Clomid 50mg dal 3 al 7 giorno del ciclo. Aspettavo il mio ciclo per giorno 8 Aprile, ma non è arrivato, così impaziente ho fatto subito uno stick di gravidanza, e ho visto una linea quasi impercettibile, ho ripetuto il test dopo un paio di giorni, e la linea era leggermente più visibile. In data 11 Aprile ho fatto le beta hcg, il risultato è stato di 234,40. Potete immaginare la nostra immensa felicità. Il primo giorno del mio ultimo ciclo e' stato il 9 Marzo, e credo di aver avuto l'ovulazione il 25 Marzo, poiché ho usato gli stick canadesi, e anche perché usando il Clomid mi sono accorta che i crampi al basso ventre erano molto intensi in quel giorno. In data 20 Aprile ho fatto la mia prima visita dal ginecologo, e la mia prima eco transvaginale. Dall'eco il mio medico ha visto la camera, ma mi ha detto che per vedere qualcosa di più era ancora troppo presto. Leggendo le beta, invece, mi ha buttato nel più totale sconforto, perché mi ha detto che 234,40 sono troppo basse. Mi ha dato da ripetere le beta a giorni alterni. Ho fatto il secondo prelievo in data venerdi 21 Aprile, a distanza di 10 giorni dal primo, il risultato è stato di 4.043,20. Il terzo prelievo l'ho fatto oggi lunedì 24 Aprile, dopo altri 3 giorni, e il risultato è stato di 5.048,20. Non riesco a capire, come mai le mie beta sono così basse? Da come mi ha spiegato il mio ginecologo dovrebbero essere parecchio più alte. Secondo voi la mia gravidanza si sta interrompendo? Come giudicate i miei valori? Sono spaventatissima, l'ansia mi sta divorando, vorrei sapere se ci sono possibilità che io riesca a portare a termine la mia gravidanza. E' possibile che i valori siano più bassi perché ho fatto la stimolazione ovarica? In passato io ho sempre avuto valori di Progesterone, Testosterone e E2 sempre più bassi rispetto ai range, potrebbe essere questa la causa delle beta basse? Oppure potrebbe essere la mia sensibilità al glutine ad aver causato le beta più basse. In effetti nelle ultime settimane avevo un po' abbandonato la mia dieta senza glutine, a causa dello stress, e dopo aver scoperto di essere incinta ho continuato a mangiare glutine. Potrebbe essere questa la causa? Perdonatemi se sono così insistente, ma mi trovo nel panico più totale, spero con tutto il cuore che mi possiate aiutare. Vi ringrazio veramente tantissimo. Grazie di tutto, e buona serata.

[#8] dopo  
Utente 434XXX

Buongiorno a tutti i dottori, ho 40 anni, ho avuto la mia prima gravidanza a 28 anni arrivata in modo naturale e portata a termine senza nessun problema. Da alcuni mesi avevo iniziato stimolazione ormonale con Clomid, Progynova e Progeffik, poiché non tutti i mesi riuscivo ad ovulare, i miei dosaggi ormonali di estradiolo, testosterone e progesterone erano sempre piu' bassi rispetto ai range, e il mio ciclo era regolare ma più scarso, causa una sensibilità al glutine della quale sono venuta a conoscenza da pochi mesi, solo grazie all'aiuto di una vostra illustre collega di Medicitalia. Il primo giorno della mia ultima mestruazione e' stato il 9 Marzo, credo di aver ovulato in data 25 Marzo, ad oggi dovrei essere in gravidanza di 4+5. Eco transvaginale in data 20 Aprile ha mostrato camera gestazionale. Scrivo l'andamento delle beta hcg: 11 Aprile 234,40 21 Aprile 4.043,20 24 Aprile 5.048,20 26 Aprile 5.609,60 Il mio ginecologo mi ha detto che le beta dovrebbero raddoppiare ogni 2 giorni, ma dai miei risultati questo raddoppio non c'è stato, sono piombata nell'angoscia più totale, non riesco a riposare bene la notte, l'ansia e la paura di perdere il mio bimbo non mi danno pace. Perché le mie beta sono così basse? Posso ancora sperare di riuscire a portare a termine la mia gravidanza? Oppure devo rassegnarmi all'inevitabile? Per favore, ho un bisogno disperato del vostro aiuto, cosa ne pensate della mia situazione? Spero che possiate darmi delle risposte al più presto. Vi ringrazio con tutto il cuore. Grazie tantissime, e buona giornata.

[#9] dopo  
Utente 434XXX

Buongiorno a tutti voi Dottori, questa mattina 29 Aprile ho fatto la mia seconda visita dal ginecologo, e ne sono uscita ancora più disperata di quando ho fatto la prima. Io mi ricordo che il primo giorno del mio ultimo ciclo mestruale e' stato il 9 Marzo, ho fatto stimolazione con Clomid, Progynova e Progeffik, le mie beta sono risultate in data 11 Aprile di 234,40, in data 21 Aprile di 4.043,20, in data 24 Aprile di 5.048,20, in data 26 Aprile di 5.609,60. Ho fatto la mia prima visita dal ginecologo in data 20 Aprile, dall'eco transvaginale si è vista la camera gestazionale, e il mio ginecologo mi ha detto che corrisponde all'incirca ad una quarta settimana. Oggi 29 Aprile ho fatto la mia seconda visita dal ginecologo, dall'eco transvaginale si vede ancora la camera gestazionale, ma non si vede il feto e non si sente il battito, e il mio ginecologo mi ha detto che corrisponde all'incirca a una quinta settimana. Mi ha dato da rifare le beta per martedì e venerdì prossimi. Mi sento profondamente angosciata, non riesco a capire se ho fatto confusione con il ciclo, oppure se ho avuto un aborto interno. Eppure da quello che ho capito la camera gestazionale e' cresciuta! E' possibile che la stimolazione che ho fatto per rimanere incinta abbia ritardato di così tanto la mia ovulazione? Gli stick di ovulazione che ho fatto mi hanno dato il picco in data 25 Marzo, e quel giorno fino al giorno 26 ho avuto dei crampi abbastanza forti al basso ventre. Se comincio a contare le settimane di gravidanza a partire dal giorno della mia presunta ovulazione, cioè da giorno 25 Marzo, effettivamente le settimane corrispondono a 5 esatte proprio con oggi. Invece si dovrebbe contare dal primo giorno dell'ultima mestruazione? Sono confusa e angosciata, per favore, spero che qualcuno di voi medici di buon cuore mi risponda, e che mi aiuti a capire se posso ancora avere delle speranze, oppure se mi devo rassegnare. Sapere se ci sono ancora speranze che la mia gravidanza possa proseguire e' la cosa più importante che mi interessa sapere in questo momento, perché questa incertezza mi fa stare troppo male, non posso andare avanti così, non riesco a darmi pace. Per favore, spero che mi possiate aiutare, vi ringrazio veramente di cuore. Buona giornata.

[#10] dopo  
Utente 434XXX

Buongiorno Dottoressa Pelotti, buongiorno a tutti voi medici. Avevo scritto per la mia gravidanza, purtroppo non ho avuto risposta, e lo capisco, perché mi rendo conto che le richieste di consulto che vi arrivano ogni giorno sono veramente tantissime, vi ringrazio in ogni caso, e spero di ricevere anch'io risposta. Dall'ultima richiesta avevo continuato a fare le beta, ed erano aumentate ancora, perché in data 2 maggio erano a 8.576, e in data 5 maggio erano a 10.755. In data 8 maggio ho fatto la mia terza eco, dove si evidenziava camera gestazionale ridatata a 6 settimane + 4, finalmente si vedeva l'embrione e si sentiva il battito. La ginecologa mi aveva prescritto Progeffik 200mg ovuli mattina e sera, io e mio marito eravamo felicissimi, oramai ci sentivamo tranquilli, ed invece dopo solo 2 giorni, in data 10 maggio ho fatto la mia quarta eco, e il battito non si sentiva più, mi hanno detto che ho avuto un aborto interno. Eppure sembrava che la gravidanza stesse procedendo meglio rispetto all'inizio, che cosa può essere successo? Io sono stata a riposo, prima di rimanere incinta i miei dosaggi ormonali risultavano essere sempre più bassi rispetto ai range, forse a causa di una sensibilizzazione al glutine di cui mi aveva parlato la Dottoressa Pelotti un poco di tempo fa, può essere stato questo il problema? Se la mia ginecologa mi avesse prescritto subito Progeffik e Progynova a sostegno della gravidanza secondo voi avrei avuto maggiori possibilità di portarla a termine. Inoltre, poco prima e durante la gravidanza avevo mangiato pasta e pane, potrebbe essere stato il glutine a provocare l'aborto? Io pensavo che il glutine interferisse solo con il concepimento, ma che una volta rimasta incinta non potesse crearmi più nessun danno, non so se ho sbagliato. Sono passati 6 giorni da quando mi e' stato diagnosticato l'aborto interno, non ho voluto fare il raschiamento, il mio desiderio sarebbe quello di espellere l'embrione in modo naturale, senza intervento. Da 4 giorni, cioe' da sabato giorno 13 maggio, ho cominciato ad avere delle piccole perdite, solo sulla carta igienica, nella maggior parte dei casi sono perdite marroncine, altre volte rosso scuro, ma molto lievi, tipo spotting, ma il ciclo vero e proprio quello ancora non si vede. Volevo chiedere, quanto tempo bisogna aspettare di solito in questi casi prima che il ciclo torni spontaneamente? Qual'è il tempo massimo entro il quale posso aspettare, prima di tornare di nuovo in ospedale? Nel frattempo sto continuando a prendere l'acido folico, e ho interrotto l'assunzione di glutine, caffeina e bevande gassate, perché spero più avanti di riuscire di nuovo a rimanere incinta. Ci sono dei farmaci che possono aiutarmi nel concepimento? Io avevo fatto stimolazione con Clomid, Progynova e Progeffik, ma ho sentito parlare anche di cortisone, inositolo e cardioaspirin. Purtroppo fin dall'infanzia ho sempre sofferto di cattiva circolazione, e ho tante vene varicose, la cardioaspirin potrebbe essermi di aiuto, sempre in riferimento ad una gravidanza futura? Ovviamente chiedo questo solo per avere un'opinione di voi stimati specialisti, la mia domanda non è intesa come altro. Vi ringrazio tantissimo di cuore, spero di ricevere una vostra risposta. Grazie. Buona giornata.

[#11] dopo  
Utente 434XXX

Buongiorno a tutti voi illustri dottori, in questi ultimi giorni ho letto moltissime delle risposte che voi avete dato ad altre richieste di consulto, ho notato che vi prodigate davvero tanto per cercare di rispondere a tutti. Purtroppo io non rientro più da quasi un mese e mezzo nella grande cerchia dei fortunati, ho postato 4 richieste di consulto, ogni volta ho aspettato fiduciosa il vostro aiuto, ma ogni volta invano, nessuno di voi professionisti mi ha risposto. Eppure credo di essere l'unica ad avere ben 4 richieste di consulto senza risposta una dietro l'altra (almeno in base a quello che ho letto fino ad ora). Davvero un triste primato per me. Che dire, sono molto rammaricata, speravo nel vostro aiuto, soprattutto perché voi professionisti date sempre risposte precise e dettagliate, mentre invece la mia ginecologa mi risponde a monosillabi, e al punto in cui mi trovo adesso questo è veramente snervante! Pazienza, vuol dire che deve andare così. Io vi ringrazio ugualmente di cuore di tutto. Buona giornata. Saluti.