Utente 456XXX
Buongiorno Dottori, vi scrivo poichè ormai da 3 anni soffro in modo più o meno saltuario di candida, e sono arrivata al un punto che condiziona la mia vita. Premetto che ho la sindrome dell'ovaio micropolicistico, e il mio ciclo dura generalmente tra i 45 e 55 giorni. Sono inoltre molto attenta all'igiene intima e mi lavo sempre le mani prima di andare in bagno.
Inizialmente quando avvertivo i classici fastidi da candida usavo gli ovuli di gyno-canesten, 2 al di per 6 giorni (secondo la prescrizione sul libretto di istruzioni per la candida recidivante), senza prescrizione medica.
Ma la candida continuava a tornare cosí mi sono rivolta ad un medico ginecologo, che mi ha fatto eseguire ogni volta che avvertivo i soliti fastidi un tampone vaginale, sempre risultato positivo alla sola candida Albicans e negativo ai lattobacilli. Ho usato molti farmaci diversi, sia per via orale che locale, sia sotto forma di ovuli che di creme. Ma poichè continuava a tornare, e il tempo di attesa tra i primi sintomi, ricevere i risultati dei tamponi, e il momento finalmente di avere la cura era di oltre un mese, senza poi riuscire a risolvere il problema, ho cambiato medico.
Mi sono recata da questo nuovo medico ad aprile 2016, mi ha diagnosticato ancora una volta una candida e mi ha prescritto
- AB300 PLUS per 6 giorni al trentesimo giorno di ciclo per 4 cicli (ho finito ad agosto)
- il detergente Gyno-Canesten inthima lenitivo
- una confezione di dicoflor elle fermenti lattici per via orale
- stendere sullo slip ogni mattina la crema Cliake barriera protettiva
e tale cura è stata efficace, per 11 mesi. A marzo infatti mi si sono ripresentati i soliti fastidi, prurito intimo (localizzato all'interno delle piccole labbra), bruciore e arrossamento. Pochissime o nulle perdite.
L'ho curata autonomamente con AB300 PLUS crema per 6 giorni, pensando fosse un evento eccezionale.
Tuttavia si è ripresentata ancora una volta a giugno, allora mi sono recata da un altro medico (per motivi personali non sono potuta tornare dal precedente). Diagnosticata la candida, mi è stato prescritto
- Boracid Beta gel (10 applicazioni alla sera dal 20esimo giorno di ciclo x 4 cicli)
- GSE Biotic capsule (1 al giorno dal 20esimo giorno di ciclo fino all'inizio della mestruazione)
- Boracid beta detergente
e la sera applicazione locale di Turnover crema intimo.
Tuttavia dopo appena 20 giorni dalla fine del trattamento con boracid beta gel, mi sono tornati ancora una volta bruciore rossore e lieve prurito, senza alcuna perdita vaginale.
Per ora ho fatto solo sciacqui con acqua e bicarbonato, ma non sembra migliorare più di tanto .
Non so più cosa fare e sono disperata, perchè sta condizionando tutta la mia vita e il rapporto con il mio fidanzato.
Non potrò fare un tampone prima di 10 giorni.
Il medico attuale mi ha consigliato, via email, di usare Miconal interno ed esterno per 4/5 giorni.

Ma sono molto scettica, aggiungere un altro farmaco non potrebbe solo peggiorare la situazione?

Ringrazio moltissimo per l'attenzione, e spero di poter ricevere da Voi un aiuto e un consiglio.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto è importante la certezza della diagnosi , se quest'ultima è stata empirica senza un esame batteriologico a fresco del fluor vaginale oppure con coltura di tampone specifico per la ricerca della Candida ed altri MICETI (specificando la carica micotica) , lei sta curando una vaginite di altra natura (Coli, Gardnerella, trichomonas, ect) e quindi con terapia errata.
Voglio sottolineare che si usa il termine "candida ricorrente " quando nell'arco di un anno si presentano 5 o più episodi SICURAMENTE ACCERTATI ! (esame a fresco o tampone).
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI