Utente 461XXX
Cari medici,
vi contatto per un dubbio relativo alla pillola Yaz.
Assumo questa pillola da 8 anni perché in precedenza ho avuto problemi legati ad un ciclo molto abbondante e doloroso. Premetto di non aver mai avuto nessuna complicazione con Yaz in questi anni e avevo ottenuto una riduzione del ciclo mestruale da 7-8 giorni a 4-5 giorni, senza avere più dolori insopportabili. Da due mesi a questa parte, però, improvvisamente il ciclo si è ridotto notevolmente e sono passata più ad uno spotting (piccole macchie di sangue che durano circa 2 o 3 giorni, accompagnate da qualche sintomo mestruale come mal di testa o mal di pancia lieve). Mi chiedo: questa drastica diminuzione del ciclo è normale dopo così tanti anni di assunzione? Significa che la pillola non è più adatta al mio organismo?
Ho pensato di rivolgermi ad uno specialista per cambiare tipo di pillola, ma sono un po' bloccata dal fatto che il primo mese di assunzione di Yaz ho riscontrato parecchie controindicazioni (nausea, cefalea, raramente vertigini), poi scomparse dai mesi successivi, unite ad un aumento di grasso localizzato (cosce, fianchi) e cellulite....
Cosa mi consigliate?


Grazie mille per la vostra disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Raffaele Carputo

24% attività
8% attualità
12% socialità
CAVA DE' TIRRENI (SA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2017
Prenota una visita specialistica
Buonasera,
la riduzione del sanguinamento durante la settimana di sospensione della pillola; è comune osservare tale segno quando sono passati vari anni dall'inizio dell'utilizzo. Questo sanguinamento è noto come "da deprivazione" e non deve considerarsi una mestruazione che è invece per definizione il sanguinamento uterino che si verifica come segno dell'attività ovarica (che invece risulta soppressa dai contraccettivi).
In relazione alla sua domanda; se l'assunzione del contraccettivo è stata corretta (senza dimenticanze) non deve preoccuparsi e non è necessario interrompere né cambiare di contraccettivo. Come ben lei stesso dice nel caso di cambio o sospensione dovrà probabilmente passare per vari sintomi da adattamento al farmaco.
Cordiali saluti
Dr. Raffaele Carputo
Direttore Centro PMA Clinica Ruggiero Artemisia H srl Cava de' Tirreni (SA)

[#2] dopo  
Utente 461XXX

Grazie mille per la risposta tempestiva e precisa.
Approfitto della sua gentilezza per sottoporle un altro quesito: quando secondo lei sarebbe bene valutare un cambiamento di pillola?
In caso sperimentassi amenorrea (come molte donne riportano in seguito all'uso di Yaz), non mi sentirei più molto sicura nell'assumere la stessa pillola. Mi spiego meglio: so bene che la pillola é il contraccettivo più sicuro e che il sanguinamento è solo dovuto all'interruzione dell'assunzione, ma dal punto di vista psicologico mi sento più "tranquilla" quando quel sanguinamento si presenta.

Grazie ancora

Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Raffaele Carputo

24% attività
8% attualità
12% socialità
CAVA DE' TIRRENI (SA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2017
Buonasera,
lei prende il contraccettivo come trattamento della dismenorrea (mestruazione dolorosa) e del flusso mestruale abbondante.
Non ci sono indicazioni attuali per sospendere il trattamento visto che ha scopi terapeutici (eccetto per la ricerca di una gravidanza evidentemente). Nel caso decidesse di cambiare contraccettivo per ottenere un sanguinamento più evidente si potrebbe pensare di utilizzare una formulazione con una quantità di estrogeni leggermente maggiore (per esempio 0.05 mg di etinilestradiolo) a quella che utilizza (il contraccettivo che prende ha 0.02 mg di etiniestradiolo).
Per ridurre i sintomi da adattamento al contraccettivo si consiglia il cambio nel momento della mestruazione (senza lasciare nemmeno un mese senza utilizzare nessuna pillola).
In tutti i modi consiglio prima del cambio una visita ginecologica per scartare qualsiasi problematica (poco probabile).
Cordiali saluti
Dr. Raffaele Carputo
Direttore Centro PMA Clinica Ruggiero Artemisia H srl Cava de' Tirreni (SA)