Utente cancellato
Salve sono una ragazza di 26 anni e avrei alcune domande sulla dispareunia. Anni fa cercai di avere un rapporto sessuale impedito dal forte dolore all’entrata della vagina. La cosa mi stupì molto perché non avevo mai accusato questo problema prima. Così mi recai dalla ginecologa e purtroppo l’introduzione dello speculum mi ha provocato un fortissimo dolore con uscita di una piccola goccia di sangue. Dall’analisi risultò la presenza di Gardnerella e la ginecologa mi prescrisse un antibiotico in ovuli (metronidazolo, credo) e ho supposto, inoltre, che il dolore fosse dovuto a questo problema. Molto tempo dopo il trattamento ho avuto un rapporto occasionale con un nuovo partner, ma tale rapporto non è stato prettamente sessuale, poiché ha introdotto solo le dita in vagina che per fortuna non mi hanno dato alcun tipo di dolore. Ci tengo a precisare che l’introduzione delle mie stesse dita non mi causa problemi. Da allora, inoltre, non ho più avuto rapporti sessuali che mi possano chiarire le idee sullo stato del dolore.
Tutt’oggi, a causa di perdite bianco-gialle, una nuova ginecologa mi ha consigliato AB 300 ovuli all’acido borico per 6 giorni dopo le mestruazione e un altro ciclo il mese dopo, sempre dopo le mestruazioni per ristabilire il pH. Se persiste mi ha detto di tornare ed eventualmente di definire una nuova cura con vaginol ovuli. Ed ecco finalmente le mie domande: 1. Perché l’introduzione delle dita non mi dà problemi? 2. Una volta concluso con il ciclo di ovuli e sperando che la Gardnerella guarisca completamente, la dispareunia cessa o rimane per sempre? Chiedo questo perché le pubblicazioni che ho letto non sono chiare a riguardo. Lo descrivono come un problema causato da una infezione ma che non si risolve curando tale infezione, come è possibile? 3. Cosa ne pensate di tale cura?
Grazie in anticipo per la risposta e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se la diagnosi è VAGINOSI BATTERICA (causata dalla Gardnerella Vaginalis ) la terapia con acido borico (AB300) non ha senso perchè è una sostanza sporicida per la CANDIDOSI vaginale che non ha alcuna azione sul pH vaginale.
Per la sintomatologia che riferisce soltanto con un accurato esame obiettivo vulvo- vaginale è possibile darle una risposta certa.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
461554

dal 2018
Innanzitutto la ringrazio per la risposta così veloce, al più presto prenderò un nuovo appuntamento dalla ginecologa. In effetti non mi ha parlato di vaginosi batterica e a questo punto ho paura abbia pensato alla candida basandosi solo sulle perdite che le avevo descritto durante il consulto. Un'ultima domanda: perché parlarmi del Vaginol? ho visto che sono ovuli all'acido ialuronico e non so che relazione abbiano con la Gardnerella.
Grazie di nuovo e saluti.

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non c'è un razionale , deve chiederlo alla collega
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI