Utente cancellato
Gentili Medici, sono alla ricerca della seconda gravidanza da novembre 2016 e dopo un anno di tentativi falliti abbiamo deciso di farci seguire in un Ospedale della nostra zona che si occupa anche di sterilità. Ci hanno sottoposto a diversi esami e io sono risultata positiva al batterio Gardnerella vaginalis rilevato da tampone vaginale. Nel referto c'è scritto: "ricerca microscopica batteri su tampone vaginale metodica colorazione gram: bacilli gram positivi, bacilli gram variabili, frequenti leucociti, scarsa flora lattobacillare; batterio identificato: gardnerella vaginalis; carica batterica: numerose colonie". Ovviamente ho già comunicato tutto alla ginecologa che mi segue per avere presto una cura.
Volevo chiedere a voi 1) se è possibile che non sia rimasta incinta a causa di questo batterio e se è vero che può dare problemi di sterilità.
Inoltre 2) la voce "numerose colonie" può voler dire che ho quest'infezione da molto tempo? A maggio 2017 ho effettuato il pap test che non ha rivelato niente e un tampone vaginale solo per germi comuni e miceti ugualmente con esito negativo. 3) Se la Gardnerella fosse stata già presente questi due esami l'avrebbero rilevata o devo pensare che è venuta dopo? Nel 2017 avevo deciso di fare il tampone perchè avevo comprato un test fai da te che era risultato positivo alla gardnerella, ma vedendo poi i risultati negativi del tampone effettuato da persone sicuramente più competenti di me, avevo pensato che magari avevo sbagliato qualcosa col test fai da te.
Grazie in anticipo
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il sintomo principale della VAGINOSI BATTERICA ( gardnerella vaginalis ed altri ) è rappresentato da un'abbondante secrezione talora schiumosa,di colore bianco -grigiastro e con un caratteristico odore di pesce avariato., ma sono ridotti se non assenti segni infiammatori a carico delle mucose vaginali e vulvari ( per questo VAGINOSI e non VAGINITE) , questo per evidenziare la sintomatologia che avrebbe manifestato.
La vaginosi , se non correttamente diagnosticata e trattata , può avere importanti sequele sia di natura ginecologica che ostetrica.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI