Utente 467XXX
Buongiorno sono una ragazza di 28 anni, circa un mese fa ho fatto una visita ginecologica di routine come ogni anno (pap test ed ecografia) e tramite la transvaginale mi hanno riscontrato una cisti ovarica in parte liquida ed in parte no di 4 cm.
Ho fatto i marker tumorali dove il CA 125 non era alterato ma il CA 19-9 un po’ si (il massimo è 33 ed io avevo 46) dopo due settimane l’ho rifatto ed era sceso a 38.
Avendo riscontrato anche dei problemi intestinali si pensa che il ca 19-9 sia alterato per quello. Il mio medico di base mi ha detto che non sono collegati alla ciste (muco nelle feci, gorgoglii e meteorismo ecc.)
Sto facendo vari esami.
Ho fatto anche un’ecografia all’Addome completo ed a parte la ciste non risultano altro.
Nella parte destra dove c’è la cisti in realtà sento sempre dei gorgoglii mirati diversi da quelli che sento nella pancia e a volte mi è capitato di sentire dolore al basso ventre come se avessi il ciclo, accompagnato da nausea, questo mi è capitato principalmente prima del ciclo che fino ad ora è regolare e durante o prima l’ovulazione.
I due ginecologi che mi hanno visitata mi hanno consigliato di farmi togliere questa cisti in quanto non può riassorbirsi e sarebbe inutile lasciarla lì per poi monitorarla ogni tot mesi.
La mia paura è: può essere maligna?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante la valutazione ecografica della cisti (presenza di setti vascolarizzati ) .
Quando insorgono dubbi sulla natura della cisti prima di procedere alla terapia chirurgica , conviene eseguire una RMN della pelvi , che potrebbe a volte escludere anche l'intervento o perlomeno valutare la percentuale di interessamento del parenchima ovarico sano .
Salvaguardare un ovaio alla sua età è importantissimo.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 467XXX

Le riporto l’esito dell’ecografia pelvica e transvaginale.
Utero mediano antiverso di dimensioni non aumentate (74x28x50) e con profilo regolari.
L’ecostruttura appare finemente disomogenea in assenza di nodularità.
Ovaie bilateralmente in sede il sinistro di normali dimensioni (DL an di 28 mm) comtenente alcune formazioni follicolari dove la più grande è di 7mm.
L’ovaio destro è aumentato di 50mm contenente una formazione cistica di 40 mm con componente solida iperecogena parietale di mm25 priva di segnale vascolare all’ecocolordoppler, e alcune formazioni follicolari con l’ansia maggiore di mm 21.
Echopattern endometriale è di 6 mm di spessore massimo, regolare.
Presenza di alcuni ovuli di Naboth all’altezza della cervice.
Douglas virtuale.