Utente 498XXX
Buonasera dottori,
Vi scrivo per un chiarimento in merito alla possibilità di accedere alla pratica di aborto terapeutico. Attualmente sto assumendo la pillola anticoncezionale Cerazette non potendo utilizzare la tradizionale EP per problemi di coagulazione. Da quando ho iniziato il suo utilizzo, ovvero diversi mesi fa, ho avuto mestruazioni una sola volta. So che questo è assolutamente lecito così come che l'efficacia contraccettiva è paragonabile alle classiche pillole EP. Tuttavia di episodi di gravidanze indesiderate concomitanti all'assunzione di Cerazette ne ho sentito parlare più volte. Perciò il mio dubbio è, nel caso l'anticoncezionale fallisse e volessi ricorrere alla pratica ivg, come sarebbe possibile rientrare nei fatidici "90 giorni dall'ultima mestruazione", se l'ultimo ciclo risale a mesi e mesi fa? Esiste un altro modo per verificare che il limite dei 90 giorni non sia stato superato?
Vi ringrazio per la cortese attenzione e per il servizio che state prestando!

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Deve sottoporsi ad una ecografia trans-vaginale per valutare l'epoca di una eventuale gravidanza .
Ma se la CERAZETTE è stata assunta in modo regolare le assicuro che l'indice di sicurezza contraccettiva è identico a quello della pillola estro-progestinica , l'unica differenza è la irregolarità dei flussi mestruali
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI