Utente
Buongiorno,

ho 30 anni, positiva all'HPV da inizio 2010, operata con LEEP a inizio luglio 2018 per progressione a CIN3.  
Gli esiti della LEEP:
Biopsia conoide dimensioni mm 15x15, lunghezza OUE-margine resezione apicale di mm 5.
- Lesione intraepiteliale squamosa alto grado (Displasia grave, CIN3 con alterazioni da HPV) all'epitelio pavimentoso metaplastico.
- Sede lesione: ESOENDOCERVICALE, con estensione di mm 6.
- Interessamento sfondati ghiandolari: ASSENTE
- Flogosi stromale.
- Margine resezione esocervicale: SULLA LESIONE. Margine resezione endocervicale: INDENNE a mm 3. Margine resezione profondo: INDENNE.

Controllo colposcopico + pap test a 6 mesi (gennaio '19) negativo per lesioni.
HPV ricerca positiva per ceppi ad alto rischio.
Per un errore nell'impegnativa, non hanno eseguito tipizzazione. I medici che mi seguono non la ritenevano comunque necessaria: "con un CIN3 lei ha sicuramente uno o più ceppi ad alto rischio, è inutile capire quali".

Controllo colposcopico e pap test a 1 anno (luglio '19) positivo per lesioni L-SIL.

Vedete ostacoli alla ricerca di una gravidanza con una lesione di basso grado? Cercavo già l'anno scorso, ma ho dovuto interrompere a causa della conizzazione.  
Oppure, pur avendo avuto buoni esiti della leep, con questa recidiva sarà necessaria una nuova conizzazione?  
Con il Test HPV RNA potrei capire se l'infezione che ho sarà persistente o transitoria/potrebbe aiutare?

Grazie infinite

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Con la esecuzione della LEEP no si elimina il virus HPV , si elimina la lesione individuata colposcopicamente.
Il virus sarà eliminato dalle sue difese immunitarie .
La pesistenza del virus non controindica la ricerca della gravidanza , naturalmente se tutto il FOLLOW up è stato completato.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Blasi,

la ringrazio per la pronta risposta. Mi sono spiegata male, non speravo infatti di non avere più il virus; speravo però, grazie alla conizzazione, di non riscontrare nuove lesioni nel breve periodo.
Il mio cruccio è proprio il follow up.
A luglio, prima degli esiti del pap-test, con la sola colposcopia il medico che mi ha operata mi ha dato via libera alla ricerca di gravidanza.
Ora invece, con l'esito LSIL del pap-test, mi hanno detto che non servirà operare nuovamente, ma che comunque sarebbe meglio aspettare il controllo di gennaio per l'eventuale gravidanza.
Non ne capisco però il motivo. Se la lesione di basso grado non pregiudica la gravidanza, non vedo perché attendere ulteriormente che la lesione peggiori, rischiando di ripetere tutto l'iter.
Il medico che mi segue privatamente invece sostiene non ci sia alcun ostacolo alla gravidanza.

Chiedo scusa ma, ricevendo sempre risposte diverse da medico a medico, senza che nessuno approfondisca mai spiegazioni e costi/benefici, sono un po' confusa.

La ringrazio molto