Utente
Buonasera
Ho 49 anni e nel 2018 mi è stato prescritto il primolut nor per mestruaziioni sempre molto abbondanti (nel 2017 ho subito una miomectomia resettoscopica per un fibroma intracavitario)
A gennaio di quest'anno mi è stata diagnosticata l'adenomiosi ed in più la presenzs di due fibromi sottosierosi (uno a dire il vero mi era stato diagnisticato già nel 2018)
Con il prumolut il ciclo si era molto normalizzato iin quantità e durata fino alla mia ultima mestruazione del mese di marzo
Ad aprile dopo la sospensione dei 20giorni di primolut le mestruazioni praticamente non si sono presentate solo 2 giorni di macchie rosse poi nulla.

Al controllo ginecologico di pochi giorni fa con l'ecografia transvaginale il medico mi conferma che le ovaie stanno lavorando meno e quindi c'è un inizio di menopausa
Allora mi chiedevo se tutti questi anni di primolut abbiano giocato per così dire la loro parte sull'inizio della menopausa un po precoce?
Grazie

[#1]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Buongiorno signora,

no, il progestinico che ha assunto non è responsabile di un anticipo della menopausa.

Tenga presente poi che:

1) l'età media della menopausa è compresa tra i 48 e i 52 anni.
2) lei non è ancora in menopausa, devono passare almeno 12 mesi consecutivi senza ciclo per poter parlare di menopausa.
3) alla sua età è normale essere in premenopausa, un periodo caratterizzato da oscillazioni ormonali, che possono comportare anche ritardi o periodi di assenza delle mestruazioni.

Un caro saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dott. ssa per le sue esaurienti risposte.
Approfitto della sua disponibilità per chiederle::qualora mi tornassero le mestruazioni sarebbero emorragiche vista la presenza della adenomiosi e di due fibromi?
Inoltre mi chiedevo come mai con il primolut sia comparsa questa patologia dell'utero appunto l'adenomiosi ed un ulteriore fibroma.... Non avrebbe dovuto "proteggere" l utero? ... almeno secondo il mio ragionamento.
Grazie

[#3]  
Dr.ssa Vincenza De Falco

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Senza terapia potrebbero tornare ad essere emorragiche vista la presenza dell'adenomiosi.
I fibromi se sono sottosierosi e di piccole dimensioni, non danno problemi di emorragie.

I progestinici hanno soprattutto la capacità di tenere sotto controllo i sintomi, e non è detto che ci riescano sempre, ci sono casi in cui la terapia farmacologica non funziona.

Il fatto che si stia avvicinando la menopausa è un fattore positivo per la sua situazione, perchè il calo degli estrogeni, tipico della menopausa, può far riassorbire progressivamente i fibromi e migliora sensibilmente l'adenomiosi.
Le mestruazioni poi, se ci sono pochi estrogeni in circolo, non sono abbondanti, o ritardano, fino a scomparire definitivamente in menopausa.

Un caro saluto.
Dott.ssa Vincenza De Falco, Ginecologa, Roma
www.menopausaserena.org

[#4] dopo  
Utente
Grazie Dott. ssa
Ora ho compreso meglio alcune cose
Un cordiale saluto
Buona serata

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno
Volevo riagganciarmi qui per chiedere cortesemente se questa mia situazione di premenopausa mi possa avere accentuato ed in maniera abb grave una sintomatologia da panico e forte ansia (comunque ne soffro già da una ventina di anni) che però sino ad un mese fa era abbastanza controllata.
Grazie