Utente
In passato ho avuto un episodio di ritardo e di rottura del preservativo che mi hanno profondamente scosso, sono stata molto male.
Da gennaio (20anni compiuti) ho deciso di assumere la pillola contraccettiva, mi è stata prescritta Mercilon.
Le cose sono andate meglio, ma il mio ragazzo (da ormai tre anni) continua ad usare il preservativo perché non sono ancora pronta per eliminarlo, come se mi portassi dietro le conseguenze di ciò che è avvenuto precedentemente.
La pillola non mi ha dato mai problemi, tranne qualche episodio di mal di testa e un solo episodio di petting nella settimana precedente al ciclo nel mese di agosto.
A breve il mio ginecologo controllerà le analisi e mi dirà se posso procedere con questa, ma suppongo di sì.
L'ultimo giorno di assunzione, come sempre, è stato lo scorso giovedì.
Il ciclo mi è sempre venuto il lunedì successivo tranne a luglio ed agosto in cui mi è venuto di domenica.
Ieri sera e stamattina io e il mio ragazzo abbiamo avuto rapporti inizialmente non protetti ma finiti poi con il preservativo perché non voglio che eiaculi dentro la vagina, quindi per comodità lo abbiamo usato.
Stamattina il secondo rapporto è avvenuto completamente senza ma non c'è stata eiaculazione interna (solo esterna e comunque lo sperma era poco perché erano passati circa 20min dall'ultimo rapporto, dopo il quale ha pulito adeguatamente il pene).
Ho scelto di farlo per iniziare a superare questa mia ansia.
Se continua, parlerò con uno psicologo, studio psicologia quindi conosco bene l'utilità della terapia.
Ho scelto di provare oggi perché il ciclo dovrebbe venirmi proprio domani, in modo tale da non aspettare per avere conferme che sia tutto ok, tra l'altro il mio ragazzo studia in accademia militare quindi non ci vedevamo da circa un mesetto.
Ho sempre assunto la pillola senza ritardi o dimenticanze, l'unica cosa è che la pillola di giovedì stava nel suo scompartimento che sembrava poco poco aperto, poiché il blister viene mosso spesso quando prendo le pillole e quindi si era un po' inacarcato, ma niente di che, comunque la conservo bene.
Volevo chiedervi:
1) posso escludere i rischi di una gravidanza e stare sicura che domani avrò il ciclo?

2) se domani mi viene il ciclo, posso escludere che il mese prossimo non mi verrà a causa di questi rapporti non protetti (senza mai eiaculazione interna, quindi al massimo liquido preseminale)?

3) se la pillola dovesse risultare a dosaggio basso e il ginecologo me la cambiasse, fino ad ora sarei stata comunque protetta?


Ripeto, so della mia ansia e con il mio ragazzo ci sto lavorando molto, se non avrò risultati provvederò diversamente.
Ma, nel frattempo, vorrei un parere da voi su questa cosa e sul fatto di poter stare serena sia per domani che per il mese prossimo.
Grazie di cuore.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La pillola estroprogestinica (nel suo caso MERCILON) ha percentuali teoriche di fallimento bassissime , ed è quindi considerata tra i metodi contraccettivi più sicuri.
I fallimenti sono dovuti soprattutto alla dimenticanza e quindi alla mancata assunzione delle compresse , ma anche all'uso concomitante di farmaci o di altre sostanze che ne possono diminuire l'efficacia contraccettiva.
Idealmente è sicura al 100% .
I vari dosaggi non influiscono sulla sicurezza contraccettiva (medio basso dosaggio) ma sugli effetti collaterali.
Conclusione : DEVE CREDERCI !
Buona contraccezione.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI