Utente
Gentilissimi Dottori,
sono una ragazza di 25 anni.
Da quasi tre mesi soffro di intensi bruciori vaginali, spesso accompagnati da rossore e gonfiore, secchezza e perdite bianche che vanno dal liquido al gelatinoso.
Ho iniziato ad accusare i primi sintomi verso fine agosto, a cui è seguita una terapia a base di gynecanesten su prescrizione del medico di base; poiché quest'ultima non ha funzionato, mi sono rivolta ad un ginecologo che ha eseguito tamponi vaginali e cervicali (poi risultati negativi), e constatato irritazione vaginale/della cervice e lievissima presenza di perdite da candida.
Su sua prescrizione, ho applicato per una settimana Clomeval sia internamente che esternamente; poi, al peggiorare il bruciore, ovuli Meclon per una settimana (sempre su prescrizione del ginecologo), anch'essi inutili.
L'ultima terapia eseguita è stata a base di ovuli Lomexin (per due notti) e Diflucan per una settimana - inutile anch'essa.
Intanto il bruciore, il rossore e le perdite si fanno sempre più intense.

È possibile che i tamponi effettuati fossero un falso negativo?

Non avendo rapporti da un anno, è possibile si tratti comunque di un'infezione?

Ci sono dei controlli in particolare che sarebbe bene eseguire?


Ringrazio in anticipo per eventuali chiarimenti!

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto è importante fare diagnosi certa di infezione vaginale con esame batteriologico a fresco del secreto vaginale o coltura di tampone vaginale specifico per Gardnerella , Coli, Candida , Trichomonas , ect..
Tutte le terapie sono state empiriche , cioè tentativi .
Inoltre mi sorge un dubbio che non si tratti di VAGINITE , MA di VULVITE irritativa (vulva = genitali esterni ) .
LEI riferisce :""rossore e gonfiore, secchezza " sintomi esterni o interni (vaginali )?
Importante valutare questi aspetti.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Dottore, la ringrazio per la risposta tempestiva.

Per quanto riguarda i tamponi, ho eseguito (circa tre settimane fa) quelli per clamidia, gardnerella, mycoplasma, ureaplasma, tricomonas e germi comuni. Poiché tali tamponi sono risultati negativi e i sintomi sono peggiorati, è possibile che vi sia stato qualche errore?
Per quanto riguarda la sintomatologia, rossore e gonfiore sono esterni, mentre il bruciore è sia interno che esterno; ad esso si accompagnano perdite bianche, spesso gelatinose e aderenti.

La ringrazio in anticipo per eventuali chiarimenti ulteriori!

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Quindi molto probabilmente ci troviamo di fronte ad una vulvite irritativa acuta !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI