Utente
buongiorno,ho diversi problemi da esporre e spero possiate aiutarmi perche' sono molto preoccupata e non so a chi rivolgermi.ho 26 anni ho subito una miomectomia multipla per via laparotomica nell'ottobre 2004(21 miomi di cui uno di 8cm,150punti interni),da allora soffro di dolori pelvici che con l'aiuto della pillola sono "sopportabili"(quando l'ho sospesa sono stata malissimo)e di dispareunia dall'inizio fino alla fine del rapporto.
premetto che ho sempre sofferto di dispareunia fin dai primi rapporti,all'inizio avevo creduto si trattasse di qualcosa di normale per le prime volte,poi allarmata da una palla nel basso ventre mi sono sottoposta alla prima visita ginecologica,il medico ha attribuito la dispareunia ai miomi;ma ormai sono trascorsi 2anni dall'intervento e la dispareunia non e' sparita!di cosa potrebbe trattarsi? ho sempre sofferto anche di stipsi, ho un bisogno frequentissimo di urinare e quando urino sento dei forti bruciori che perdurano anche per diverso tempo dopo.
il mio medico attribuisce i dolori pelvici alle aderenze ma non mi propone alcuna cura e non da alcun peso a questo grave problema che mi sta rovinando la vita,per i bruciori ed il frequente bisogno di urinare dice che e' normale dopo questa operazione. in piu'sono 8 mesi (ad eccezione di settembre) ormai che non ho piu' le mestruazioni,gli ho chiesto di cambiare pillola perche' questa situaZIONE MI PREOCCUPA (assumo arianna),ma non ha voluto prescrivermene un'altra!
io sono preoccupata perche' l'amenorrea non mi pare normale e a causa della dispareunia sono costretta a vivere in castita',ma soprattutto mi chiedo se potro' vivere un giorno un rapporto senza dolore.aggiungo,non so se possa servire o meno,che ho subito anche 2 interventi al seno per dei fibroadenomi.
grazie infinite a chiunque possa aiutarmi

[#1]  
Dr.ssa Cristina Passadore

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La dispareunia che lamenta potrebbe essere dovuta ad una malattia chiamata endometriosi. L'unico modo per poter visualizzare dei noduli pelvici endometriosici è una laparoscopia mentra la visualizzazione di noduli vaginali è più difficile. Bisogna seriamente inquadrare la paziente e poi decidere la terapia. Per quanto riguarda l'amenorrea lo si sa benissimo che la responsabile è Arianna tanto che ormai è una pillola molto poco prescritta. Basta sostituirla.... Auguri.
Dott.ssa Cristina Passadore
Via Luciano Manara 15, 20122 Milano Cell. 3386263853
www.cristinapassadore.it

[#2] dopo  
Utente
grazie per la risposta ma avevo dimenticato di dire che mi sono sottoposta all'analisi ca125 ed il risultato e' stato 4! si dovrebbe escludere l'endometriosi oppure no?
grazie

[#3]  
Dr.ssa Cristina Passadore

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Il Ca125 è un esame molto aspecifico. Non è detto che con dei valori così bassi non ci sia comunque qualche nodulo in giro.
Dott.ssa Cristina Passadore
Via Luciano Manara 15, 20122 Milano Cell. 3386263853
www.cristinapassadore.it

[#4]  
Dr. Mario Arca

24% attività
16% attualità
12% socialità
OLBIA (SS)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
nel concordare con quanto scritto dai colleghi,la mia attenzione è stata attratta dalla presenza di minzione dolorosa.Pertanto il mio consiglio è di fare una urinocoltura.Nell'attesa assumere degli acidificanti urinari e provvedere ad una adeguata idratazione.
Se l'esame evidenzierà qualcosa di patologico si agirà di conseguenza.
saluti
Mario Arca
Dottor Mario Arca
Ex Dirigente Medico ASSL OLBIA -TEMPIO
Studio Ostetrico Ginecologico
via Lorenzo Ghiberti n 65- 07026 olbia

[#5]  
Prof. Simone Ferrero

28% attività
16% attualità
12% socialità
ALBISOLA SUPERIORE (SV)
CAIRO MONTENOTTE (SV)
CHIAVARI (GE)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2005
I miomi non sono causa di dolori ai rapporti. Con i miei colleghi di Genova, lo abbiamo chiaramente dimostrato in uno studio intitolato “Uterine myomas, dyspareunia, and sexual function” pubblicato di recente sulla rivista Fertility & Sterility.
Non se so dire il motivo del dolore durante i rapporti. Le aderenze possono contribuire ma il dolore era già presente prima dell’intervento per cui non credo che questo sia il fattore prioritario. Potrebbe trattarsi di endometriosi ma anche di altro, le consiglio una visita presso un centro che gestisca casi di dolore pelvico.
Non si preoccupi per l’amenorrea, dipende dalla pillola.
Prof. Simone Ferrero
www.simoneferrero.it
www.piazzadellavittoria14.it

[#6]  
Dr. Silvio Liguori

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
ha per caso ripetuto un'ecografia pelvica per ricontrollare l'utero?
Saluti
Dr. Liguori

[#7] dopo  
Utente
Ricordati di fare il LOGIN proma di rispondere!
ringrazio i gentilissimi sigg medici per le risposte che mi hanno dato.
mi sono recata da un altro ginecologo (per sentire un altro parere)il quale mi ha prescritto una serie di analisi da fare,mi ha prescritto un'altra pillola(yasmin)ma credo la prendero'solo se i dolori pelvici saranno tali da impedirmi di svolgere le normali attivita'.l'ecografia transvaginale ha evidenziato una piaghetta ma poiche' l'ecografo non funzionava bene non ho potuto sapere altro,pero' a luglio sempre una ecotransvaginale aveva evidenziato un nuovo piccolo mioma sottosieroso e l'ecostruttura disomogenea; una ecografia pelvica di pochi mesi prima invece parlava 2piccole cisti presenti una nell'ovaio sn e l'altra destro.
il ginecologo mi ha detto che l'utero e' ritornato nelle corrette dimensioni ed era molto colpito per il tipo di intervento che ho avuto.
il dott.ferrero dice: "potrebbe trattarsi di endometriosi ma anche di altro",che cosa intende per altro?
a chi potrei rivolgermi per sapere se nella mia regione esista un centro che curi il dolore pelvico?
grazie

[#8]  
Dr. Silvio Liguori

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
A Cagliari le consiglio di rivolgersi al Prof. GB Melis e alla sua equipe, o al Prof. V. Mais.
Cordiali saluti
Dr. Liguori

[#9]  
Prof. Simone Ferrero

28% attività
16% attualità
12% socialità
ALBISOLA SUPERIORE (SV)
CAIRO MONTENOTTE (SV)
CHIAVARI (GE)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2005
Sono numerose le possibili cause di dolore pelvico, dall’adenomiosi uterina al varicocele pelvico a patologie non ginecologiche. Per questo motivo, le suggerisco di fare un controllo da colleghi abituati a gestire questo tipo di problemi.
Prof. Simone Ferrero
www.simoneferrero.it
www.piazzadellavittoria14.it