Utente 106XXX
Buongiorno vorrei chiedere

-ho un problema all'orecchio sinistro nel senso che con i movimenti mandibolari, trigeminali, stapediali, è come se andassi a infastsidire la staffa, infatti come conseguenza a questi movimenti sento scricchiolare un pò troppo l'orecchio...(inserendo le dita per prova, indice a destra e indice a sinistra, nel condotto uditivo, e aprendo la mandibola a destra la pelle del dotto si muove ma poco, a sinistra, la parete inferiore del dotto uditivo si muove all'infuori e verso l'alto)

ma veniamo al dunque:
durante la giornata, avviene un movimento anomalo nell'orecchio medio che produce rumore fastidioso(il rumore è come se fosse l'attacco di un jack nello stereo) e risulta come un eco ad ogni rumore o emissione di rumore esterno secco e da parte di me stesso, la cosa non da dolore quotidianamente, solo fastidio, sia inteso come prurito a volte, sia come fastidio perchè sento un breve rumore d'eco (come una vibrazione, un tremore di mezzo secondo) ad ogni rumore secco o emissione di rumore parole versi ecc..

-la cosa peggiora..se sottopongo l'orecchio ad ascolto di musica in locali con volume alto, nel senso che fa male quando la cassa emette suoni bassi e forti, mentre lo strano movimento della staffa e l'effetto eco scompare(probablimente grazie alla tensione stapediale dovuta al rumore costante)

-ho effettuato esame audiometrico esame di impedenzometria, e tutto è nella norma, la visita otorino laringoiatra risulta tutto nella norma.

sono sicuro di avvertire un udito leggermente inferiore all'orecchio sinistro rispetto al destro (forse anche solo per natura)
oltre al problema dell "eco" si unisce un senso di fastidio di disordine muscolare nella zona temporo mandibolare che coinvolge l'orecchio medio.

-esiste una radiografia che permetta di vedere le ossicine dell'orecchio medio?
io ho effettuato quella delle ossa della faccia e si evidenza soltanto una limitata apertura mandibolare ma il resto nella norma.
-che tipo di esami potrei ancora fare?
-potreste indirizzarmi su una possibile terapia?
-potreste informarmi circa la gravità della cosa?

Ringrazio in anticipo per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
a parte che una descrizione così tecnica non l'ho mai avuta da un paziente, purtoppo ugualmente non riesco a risponderle in quanto la visita, nel suo caso, è di fondamentale importanza per inquadrare clinicamente la situazione prima di altre valutazioni strumentali.
lei necessita infatti di una visita da un collega medico chirurgo odontoiatra esperto in gnatologia
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 106XXX

la ringrazio, infatti diciamo che è una delle ultime cose che mi rimane da fare in quanto visite da otorino ne ho già fatte e anche radiografie di diverso tipo, il problema persiste da un pò di mesi e quindi ho avuto modo di informarmi bene sul problema, del quale non riesco a capirne la gravità, so soltanto che persiste...

Oltre alla visita che provvederò a fare con un esperto nella mia provincia,
posso chiedere a lei, o a un collega chirurgo odontoiatra esperto in gnatologia presente online, che idea s'è fatto sull'evolversi del problema? Ha mai sentito pazienti avvertire questa sorta di tremolio della staffa o comunqe dell'orecchio medio?

Capisco che non è la risposta a queste domande, per di più attraverso un consulto online non sia un approccio medico serio, ma se in qualche modo può darmi una idea in termini di esperienze simili o di probabilistica.. con la consapevolezza che una visita è necessaria.

Grazie.
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
proprio per quello che ha detto consiglio visita gantologica, e nella sua città sicuramente lo troverà,ma senza questa nessuno se non per mere ipotesi ( allora se ne possono fare moltissime ) le può dire di più
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#4] dopo  
Dr. Andrea Gizdulich

24% attività
0% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
purtroppo dimostrare il meccanismo patogenetico di un danno auricolare conseguente a malocclusione non è cosa facile. Esistono certamnete connessioni anatomiche e funzionali che collegano i due apparati ma qualunque terapia odontoiatrica intrapresa per correggere questo unico disturbo deve essere gestita con molta prudenza. Il consiglio è quello di obiettivare nel miglior modo possibile la presenza di un danno occlusale e cercare correzioni provvisorie e reversibili.
Dr Andrea Gizdulich
Prof. a.c. Disordini Cranio Mandibolari
Dip. di Odontostomatologia - Università degli Studi di Firenze.
www.dccm.it

[#5] dopo  
Utente 106XXX

la ringrazio per l'informazione, io credo dopo mesi di autoindagine... che il problema sia generato da una malocclusione ed anche una conformazione anatomica che oltre a creare fastidi e squilibri rappresenta una debolezza per l'orecchio quando è esposto a rumori forti come discoteche locali musica alta(avvenimenti che han fatto da segnale d' allarme per il mio orecchio ma che da soli, per come si manifesta il sintomo, non bastano a spiegare il problema, sono solo un ulteriore danno)

[#6] dopo  
Utente 106XXX

Buon giorno dopo alcuni mesi vorrei porre un nuovo quesito, la situazione è migliorata, il problema era relativo ad una leggera stenosi tubarica, infatti attuando delle manovre di compensazione, inizialmente l'aria giungeva solamente fino al timpano destro... la tuba di sinistra risultava tappata, facendo altre prove finalmente la tuba di sinistra si è aperta fino in cima, con un leggero dolore inizialmente, poi il dolore è passato e i miei sintomi di orecchio che vibra e tutto il resto sono passati.
Ma non ho fatto altre visite di controllo, vorrei chiedere informazioni in merito a questa lieve difficoltà ad attuare la compensazione a sinistra e quindi suppongo tuba "stretta", il motivo per cui avvertivo fastidi era che rimaneva spesso intrappolata l'aria nell'orecchio medio.

Da cosa può essere dovuto?
c'è qualche rimedio semplice e naturale in merito a questo?