Utente 207XXX
Salve, sono una ragazza di 24 anni e da circa 2 convivo con un fastidioso problema alla mandibola, che si è instaurato dopo un episodio di blocco acuto in concomitanza sia dell'utilizzo di un apparecchio ortodontico mobile (un espansore del palato, di cui ho saputo dopo non avere affatto bisogno) sia di un periodo di stress emotivo. Da quel momento in poi, tutte le volte che apro la bocca avverto, in massima apertura, un netto rumore -in realtà più simile ad un "clock" che ad un click - accompagnato dalla sensazione di un reale spostamento fisico nell'articolazione.
Ho cercato più consulti che mi hanno creato più confusione che altro, con il risultato che tutt'oggi non so ancora quale terapia intraprendere e soprattutto se intraprenderla.
Inizialmente, in seguito a un'EMG + kinesio, mi è stata diagnosticata una disfunzione ascendente (nello stesso periodo, in seguito a blocco doloroso, questa volta alla schiena, scopro anche di avere alcune protrusioni lombari forse causati anche da un fisico esile e da vizi posturali). In seconda istanza, mi è stato consigliato di estrarre tutti e 4 gli ottavi (che pure sono dritti e hanno uno spazio idoneo). Altri ancora mi consigliano di mantenere la situzione così com'è, dato che l'apertura della bocca è buona e non ho una sintomatologia importante (un po' di rigidità cervicale e ho scoperto ultimamente anche una contrattura costante ai muscoli anteriori del collo). In momenti di stress, sale anche la tensione ai muscoli facciali, facendo scattare la mandibola aprendo anche solo di poco la bocca, ma riesco comunque a tenerla sotto controllo con un appropriato massaggio. Al momento attuale ho un bite che porto da un paio di mesi, costruito sulla mia occlusione, ma sembra non darmi nè benefici nè disagi. Non ho una preparazione medica, ma suppongo che non sia il rilassamento muscolare il mio principale problema, quanto un reale spostamento degli elementi articolari.
Vorrei gentilmente chiedervi innanzitutto se è possibile, in generale, ripristinare il normale rapporto articolare e come si dovrebbe procedere. Va modificata l'occlusione? Vorrei specificare che mi è stato detto di avere una situazione complicata in bocca (tendenza alla 3 classe - i molari sup. coprono quelli inf. ma gli incisivi davanti sono quasi testa a testa - leggero morso aperto che curai da piccola e "poco spazio" in generale)
In assenza di un dolore importante è consigliabile comunque iniziare una terapia? Alcuni mi dicono di no, altri prevedono un'artrosi dell'articolazione in futuro.. non so veramente cosa fare!

So che non si possono fare nomi pubblicamente, ma se potreste indirizzarmi da qualche professionista competente ve ne sarei infinitamente grata (posso lasciare un indirizzo di posta elettronica se il sito me lo concede o ocontattarvi privatamente). Mi muovo in Toscana, Veneto ma se ne valesse la pena posso spostarmi anche in zone limitrofe.

Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Fare lavori che comportino cambiamenti rilevanti dell'occlusione senza una sintomatologia chiara da risolvere causata dall'occlusione non è mai consigliabile. E' chiaro che questa raccomandazione è nell'interesse del paziente, mentre sarebbe facile convincere al contrario a fare grandi e costose riabilitazioni senza determinare poi benefici.
Il click, oltretutto sporadico, non è una indicazione ad intervenire.
Il problema muscolare del collo, invece, deve essere diagnosticato e affrontato. Se deriva anche solo in parte da problemi occlusali dovrebbe trovare giovamente con un bite adeguato.
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#2] dopo  
Utente 207XXX

Infatti ho pensato che non fosse opportuno procedere all'estrazione di ben quattro denti. Sì, nell'interesse di me stessa ho preferito non fidarmi, ma le confesso che è difficile muoversi in quella che spesso assume le sembianze di una "giungla gnatologica". Il click purtroppo non è sporadico ma è costante, come fare a capire se il problema al collo deriva da occlusione o anche da altro?

La ringrazio

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
http://www.danieletonlorenzi.it/?tag=mandibola il click deriva sempre da alterazioni mandibolari. Sottolineo "È importante sentire il momento in cui avviene la cattura (scatto o click) se precoce (la cattura avviene subito all’inizio dell’apertura della bocca), nella fase intermedia dell’apertura (click intermedio), o nelle fasi tardive (click tardivo). Queste situazioni sono correlate a ciò che si vede nella risonanza magnetica dell’articolazione temporo-mandibolare"
Sconsiglio di estrarre i denti del giudizio https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/988/Dolore-articolare-ed-estrazione-del-dente-del-giudizio
Un bite io lo metterei https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il bite è anche uno strumento diagnostico per capire se i problemi muscolari al collo derivano almeno in parte dall'occlusione
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Mi piacerebbe sapere come il collega ha fatto diagnosi di sindrome ascendente con elettromiografia e kinesiografia. Che io sappia è necessario un'esame clinico ed/o su pedana baropodometrica. per le correlazioni tra malocclusione e cervicalgia legga
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/822/Nuovi-studi-su-malocclusione-e-dolore-al-collo-cervicalgia
Come dice il collega solo dopo il confezionamento di bite (adeguato) è possibile fare la diagnosi.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 207XXX

Dr.Tonlorenzi, ho letto con piacere i suoi contributi. Il mio click è, senza dubbio, tardivo e permane anche se la muscolatura è rilassata (per es. anche dopo trattamenti fsioterapici idonei). Il bite che porto da qualche mese non mi sta dando nessun effetto.. anzi da quando lo metto molte volte sono soggetta a delle contratture alle tempie che prima non avevo. Cosa fare? tentare con un altro bite? in generale, posso dire di non ottenere un rilassamento muscolare perlomeno da me percepibile.
Mi è stato detto che la diagnosi ascendente è stata fatta perchè, dopo l'elettromiografia, nessun muscolo ha ottenuto il livello di rilassamento che ci si aspettava, eccetto la parte cervicale. In seguito, l'esama kinesiografico avrebbe rilevato che l'occlusione tendeva a rimanere la stessa.
Devo dire che non è stata una bella esperienza perchè, sostanzialmente, mi è stato detto che non c'è niente da fare.
Cosa mi consigliereste di fare per indagare una possibile causa o concausa ascendente? una visita posturale?
Grazie per le risposte

[#7] dopo  
Utente 207XXX

Una curiosità, l'esame baropodometrico può rilevare la differenza con e senza bite nel momento stesso in cui viene effettuato o è necessario sottoporsi in un secondo momento quando il bite ha già lavorato un tempo sufficiente sulla muscolatura? Grazie

[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
L'elettromiografia non rilassa la muscolatura. Forse intendeva la TENS, ma anche con questa non è possibile escludere una causa discendente come disturbi di oculomotricità (i muscoli che muovono gli occhi), cicatrici nella testa, ecc. Una visita posturale non sarebbe male, http://www.danieletonlorenzi.it/?p=343
Proverei un altro bite https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo. Se con quello che ha la muscolatura peggiora non è di sicuro il più adatto.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#9] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Mentre mettevo la risposta ho letto la Sua nuova domanda:
"l'esame baropodometrico può rilevare la differenza con e senza bite nel momento stesso in cui viene effettuato o è necessario sottoporsi in un secondo momento quando il bite ha già lavorato un tempo sufficiente sulla muscolatura?"
Ogni caso è a se. Di solito si trova in prima visita, come può leggere nel file (anche se ci sono anche molti altri parametri). Talvolta un dolore acuto è così importante da richiedere altre terapie, tipo stretching mandibolare, terapia farmacologica, ecc.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#10] dopo  
Utente 207XXX

Già sì, intendevo la TENS, non so perchè pensavo fosse la stessa cosa.
Credo che sia il caso di provare un altro bite a questo punto: ma quindi esistono bite solo per rilassare la muscolatura e bite che invece comportano anche un cambiamento dell'occlusione?
Scusi ma, perchè molti bite vengono costruiti portando la mandibola in avanti? all'inizio in effetti facendo così il click spariva ora non più.
Vada per la visita posturale, grazie

[#11] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
solo il cambiamento dell'occlusione è in grado di rilassare la mandibola.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#12] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Qualunque bite, interponendosi tra i denti cambia (in maniera reversibile se portato part-time) l'occlusione.
Il punto è vedere se la regolazione occlusale del bite è corretta e quindi la "nuova occlusione" sul bite è corretta.
Quello che lei intendeva forse è il "riposizionamento" mandibolare, cioè alcuni bite obbligano la mandibola a rimanere in una posizione (normalmente più avanzata) generalmente con l'obiettivo di eliminare il click. Questo obiettivo, tuttavia, ha generalmente a mio modo di vedere scarsa correlazione con i problemi muscolari che lei descrive, per cui non mi sembra il tipo di bite adatto alla sua situazione. Ovviamente preciso, per evitare che possa considerare la mia come una diagnosi, che si tratta di un opinione per di più non supportata da una visita.
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#13] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Anch'io non amo i bite che avanzano la mandibola.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#14] dopo  
Utente 207XXX

Gentile Dr. Spinelli, la ringrazio per la sua risposta esauriente. Sto cercando di portare il bite anche durante il giorno, saranno circa 3 mesi che lo porto con una certa costanza ma, come detto, non sento nessun beneficio ancora.

[#15] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo può essere che il Suo non sia adeguato: Nella mia pratica 3 mesi sono un periodo di tempo sufficiente
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum