Utente 640XXX
Salve a tutti. Sono un ragazzo di 25 anni.
Scrivo per il seguente problema.
Spero di essere chiaro nella spiegazione anche se non è facile.
Nel giugno del 2007 ho provveduto a curare il 2° premolare inferiore destro. Il dentista ha devitalizzato il nervo e ha inserito la capsula. Premetto che il dente era già stato otturato nel passato. Per quel che riguarda il mio parere il dentista ha fatto passare poco tempo tra la devitalizzazione e l’inserimento della capsula. (soltanto una settimana); da considerare il fatto che il dente era già infiammato di suo.
Inizialmente non ho riscontrato alcun problema a parte una leggera “pallina” interna che sentivo a contatto sulla guancia in corrispondenza del dente. Il dentista mi disse che non era nulla di grave ma soltanto un piccolo linfonodo ingrossato.
Ho passato l’estate senza dolori ma sempre con quella “pallina” sulla guancia.
A novembre del 2007 mi viene, sulla guancia ed in corrispondenza del dente uno sfogo allergico. Ho preso degli antistaminici e cortisonici per via orale e lo sfogo è passato.
A dicembre 2007 mi sveglio una mattina con il dente dolorante. Vado a controllare e mi sembra di notare all’interno della gengiva un’ombra di pus bianco. Corro dal dentista che mi dà un antibiotico da prendere: Klacid.
Al termine della cura sembra che tutto vada bene finchè dopo due settimane nella notte avverto dei dolori fortissimi.
Sono corso al pronto soccorso e mi hanno riscontrato un ascesso di sei millimetri. La capsula è stata tolta immediatamente. Da allora mi ritrovo senza un dente.
Il problema principale è che la parte lesa ancora oggi, a tratti continua a farmi male.
Ora però mi sono stufato perché è da 15 giorni che insieme al dolore gengivale e della guancia in corrispondenza del dente, avverto il nervo del collo irrigidito e avverto come un peso che spinge sulla spalla, quando tento di alzare il braccio destro. Inoltre ci sono stati dei momenti in cui ho avvertito delle scosse interne e un senso di occlusione dell’orecchio destro. Tutti sintomi che non ho mai avuto in precedenza e tutti dalla parte destra del corpo in corrispondenza del dente.
Io non so proprio come muovermi. Ho scritto su questo sito per cercare di uscire da questa situazione estremamente fastidiosa. Che tipo di esami posso fare? A chi devo rivolgermi? A un dentista? A un otorino? A un neurologo?
Spero di essere stato abbastanza esplicativo.
Attendo vostre notizie.
Anticipatamente ringrazio e porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Andrea Gizdulich

24% attività
0% attualità
12% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Accertato il fatto che ha avuto un ascesso odontogeno complicaco con una fistola cutanea non cercherei un rapporto causa effetto diretto con la sintomatologia dolorosa e disfunzionale del collo e della spalla. Sono orientato a pensare piuttosto che l'impossibilità ad usare un dente, dolente prima ed assente ora, abbia sforzato l'apparato masticatorio fino ad innescare una sintomatologia probabilmente di origine muscolare.
In questo caso cercherei di recarmi dal dentista di fiducia, o meglio da uno specialista gnatologo, per verificare o escludere la presenza di un ipertono muscolare cervicale e completare la diagnosi accertando l'esistenza di un rapporto di connessione - clinicamente evidente - con l'occlusione dentale.
Cordiali saluti
Dr Andrea Gizdulich
Prof. a.c. Disordini Cranio Mandibolari
Dip. di Odontostomatologia - Università degli Studi di Firenze.
www.dccm.it

[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Un disturbo posturale compensato, che diviene clinicamente manifesto dopo una "disavventura dentale", potrebbe essere utile una valutazione posturale in toto.
La chiave di lettura del collega è (secondo me) corretta.
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum