Utente 154XXX
Salve,
Ho 47 anni, e' da circa 1 mese e mezzo che ho un fastidio nella masticazione.
Tutto e' iniziato con un dolore abbastanza acuto nella parte dx della bocca, dove peraltro
Ho un dente del giudizio che ogni tanto mi dava dei fastidi subito stroncati da un ciclo di amixicillina 1 g per 5 gg. Stavolta non è stato così, ho preso gli antibiotici che mi hanno attenuato di molto il dolore ma è sempre rimasta un po' di sintomatologia. Ovviamente il mio odontoiatra mi ha trovato una tasca e successivamente mi ha bruciato la gengiva che sovrastava il dente.
Ho fatto la dentalscan arcata inf ma non referta niente di anomalo.
Ora siccome sono un ipocondriaco ansioso e sinceramente non sto passando un buon periodo, vi chiedo se può essere un il dente del giudizio a dare questa sintomatologia
Oppure un atm come dice l'assistente (ortodonzista) a proposito
Mi ha confezionato un bite che portò da una settimana con qualche lieve
Miglioramento.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Gentile Paziente,

con un consulto a distanza ed in assenza di una visita clinica diretta, non è possibile rispondere correttamente alla domanda solo sulla base della sua descrizione.

Il fatto che sia stata riscontrata una tasca parodontale sul dente del giudizio e che la sintomatologia sia parzialmente regredita con la terapia antibiotica e l'intervento di gengivectomia, può far supporre che la causa dipenda da un problema parodontale che, se il suo dentista lo riterrà opportuno, potrebbe essere risolto anche con un'estrazione dell'ottavo.

Non è comunque da escludere la possibilità di un coinvolgimento dell'ATM per i miglioramenti intercorsi con l'uso del bite, ma è ancora presto per supporre un reale problema occlusale visto il poco tempo intercorso dall'inizio dell'uso del dispositivo e per non potere (per noi) diagnosticare clinicamente l'eventuale coinvolgimento gnatologico.

Cordialmente
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#2] dopo  
Utente 154XXX

Grazie della celere risposta
Le riferisco più dettagliatamente la sintomatologia:
Quando serrò i denti nella parte dell'8 incriminato sento un dolore acuto che si riflette anche nell'orecchio e poi se muovo lateralmente la mandidola sento una specie di click a me sembra più cartilagineo che osseo anche perché la parte e' sicuramente infiammata.
Mangio tranquillamente ed eseguo i movimenti con la mandibola bene aprire, chiudere etc.
Il mio dentista prima di togliere il dente le ha provate di tutte ultrasuoni, bruciatura gengiva.
Alla mia insistenza nel togliere il dente e' un po' titubante perché mi dice che ho delle radici
Come un cinghiale.
A parte gli scherzi, volevo anche domandarle se dalla dental scan (arcata inferiore)
Si può vedere se l'articolazione e' malata di artrite reumatoide.
Ed ancora, un dente del giudizio, la sua estrazione la si valuta da un esame, nel mio caso negativo
Oppure e' l'odontoiatra che in base ai segni clinici procede?
Grazie

[#3] dopo  
Utente 154XXX

Ah dimenticavo,
Per scrupolo sono andato anche dall'otorino esito negativo della visita.

[#4] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
0% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
"Quando serrò i denti nella parte dell'8 incriminato sento un dolore acuto che si riflette anche nell'orecchio"

Infatti le ho spiegato che uno degli elementi di diagnosi differenziale è escludere patologie a carico dell'ottavo per esempio, incrinatura o pericoronite.

"Il mio dentista prima di togliere il dente le ha provate di tutte ultrasuoni, bruciatura gengiva.
Alla mia insistenza nel togliere il dente e' un po' titubante perché mi dice che ho delle radici
Come un cinghiale."

L'estrazione eventuale del dente, se c'è l'indicazione e questa si valuta dopo aver eseguito la diagnosi (con la visita, sondaggio parodontale e radiografia o TAC), va fatta... se il suo dentista non si sente in grado di effettuarla, può inviarla presso un altro specialista o ad al reparto di odontoiatria dell'ospedale (o universitario) della sua città.

"volevo anche domandarle se dalla dental scan (arcata inferiore)
Si può vedere se l'articolazione e' malata di artrite reumatoide."

Non so su che base e perchè parla di artite reumatoide (meglio sarebbe parlare di patologie articolari infiammatorie-degenerative), comunque la TAC (meglio Cone Beam) permette la valutazione dettagliata del tessuto osseo e si esegue in caso di sospetta anchilosi dell'ATM, storia anamnestica di traumi, pianificazione pre-chirurgica per interventi sull'ATM.
Invece per la valutazione del disco articolare o per infiammazioni intracapsulari si esegue la Risonanza Magnetica.

Ma quello che deve ricordarsi è un altro concetto:
lo standard di riferimento per la diagnosi dei Disturbi Temporomandibolari è CLINICO (anche con l'eventuale ausilio di placche occlusali) e solo con una accurata visita è possibile diagnosticare la patologia, indagando anche su due possibili fattori di rischio come il bruxismo (di cui spesso il paziente non è consapevole) e la presenza di fattori psicosociali.

Di più on-line non è possibile aggiungere se non che, nel suo caso, mi pare stia mancando una diagnosi accurata e questa si può fare solo con una visita clinica corretta.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#5] dopo  
Utente 154XXX

Infatti la dottoressa parlava di serramento.
Nel senso che quando si serrano i denti la notte, inconsapevolmente,
Si innesca un circolo vizioso su muscoli masticatori, acido lattico,
È da li il dolore.
Perciò il modus operandi del mio odontoiatra e' più che giusto .
Prima di togliere l'8 vuole sincerarsi che non ci sono altre cause.
È' che sono fatto male io in quanto vorrei stare sempre bene
Ma questo non è sempre possibile.
Grazie

[#6] dopo  
Utente 154XXX

Gentili dottori,
Parlando di diagnosi il mio odontoiatra ha quindi riscontrato un bruxismo(serramento) notturno
Perciò dal 10 di giugno mi ha confezionato un byte su misura che ho indossato, con miglioramenti
Devo dire.
Voglio solo domandarvi:
Il byte quanto impiega a far cessare del tutto la sintomatologia?
È normale che nel frattempo noto una maggiore mobilità della mandibola
Ma nello stesso tempo sono insorti altri rumori nella mascella che non mi duoleva?
Durante il giorno vado sempre a ricercare lo scattino nella mandibola dx,
Il mio odontoiatra mi ha detto di non farlo perché non fo' altro che infiammare
La parte.
Sono andato a farmi ricalibrare il bite 5 giorni fa ed intendo seguire
La strada cinsigliatami dall'odontoiatra, che ha fatto anche corsi di gnatologia.
La verità e' che mi sto forse preoccupando un po' troppo
Di non risolvere.
Ovviamente lo stato ansioso mi è scaturito dopo la lettura di casi incurabili
Sul web.
Saluti

[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"il mio odontoiatra ha quindi riscontrato un bruxismo (serramento) notturno"

Sospettato un bruxismo.
La diagnosi di certezza la si ottiene o constatando i danni dentali (usura, ma che non si verifica con il serramento dei denti, ma con il digrignamento) o con strumenti di misura elettromiografici.

Informazioni dettagliate sul bruxismo le trova qui:
www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_cause.pdf
www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_diagnosi.pdf
www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_terapia.pdf
www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1363/Bruxismo-diagnosi-e-terapia

Li legga nell'ordine in cui li ho elencati

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#8] dopo  
Utente 154XXX

Gent.mo dott formentelli
Sono abbastanza sicuro della diagnosi anche perché una notte
Mi sono svegliato dal dolore in quanto stavo serrando i denti.
Devo essere sincero, la mia situazione per il momento non è cattiva,
Nel senso che ho ancora il disturbo ma riesco a masticare parlare fare
Tutti i movimenti mandibolari senza dolore, mi spiego meglio:
Solo se stringò i denti forte ho una sorta di dolore sordo nella parte dx
Ma non forte.
Oggi sono stato anche dal fisioterapista il quale mi farà una decina
Di sedute tra laser e tens per accelerare la guarigione
Che ne pensa?

[#9] dopo  
Utente 154XXX

Grazie degli articoli, li ho letti.
Voglio premettere che abito in un piccolo centro(purtroppo),
Ovviamente gli odontoiatri della mia zona e' grassa se hanno fatto
Un corso in gnatologia.
Detto questo il mio e' da più di trent'anni che opera sulla piazza,
Non disporrà delle tecnologie che lei citava nel suo post, ma sarà
Ottimamente orientato sul piano delle esperienze.
Gentilmente dottore bisogna che lei faccia finta che soffra di
Bruxismo anche perché per essere sicuro del contrario dovrei recarmii
Da lei per una visita.
Se può a questo punto rispondere alle domande formulate
Nel mio post precedente.
Grazie

[#10] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
E' verosimile che lei sia bruxista.
Verosimile.

Ignoro se lei è anche maloccluso.

Senza misurazioni non posso inoltre dirle se lei è un serratore o un digrignatore, se c'è un bruxismo dovuto ad una catena dei neurotrasmettitori, serotonina in particolare, con concomitante aumento della frequenza cardiaca o meno.

Riguardo alle sedute laser, le ha trovate citate nei miei scritti?
Non nego che possano avere un effetto positivo antiantalgico, ma non potranno influire sul meccanismo con cui si genera il dolore oro-facciale.

A Massa c'è uno gnatologo molto esperto, che ha studiato particolare dispositivo, associabile eventualmente al bite.
E' uno dei referenti d'area gnatologici, e Massa non è molto lontano da lei.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#11] dopo  
Utente 154XXX

Massa Carrara? Solamente 220 km.
La ringrazio del l'indicazione. L'ortodonzista che mi ha in cura, come le spiegavo
Ha fatto corsi in gnatologia ed ha curato più persone con problemi simili al mio, anche
Con sintomatologie peggiori.
Le domande che le ponevo in precedenza erano a scopo rassicurativo:
-e' idoneo iniziare la terapia con bite superiore da portare di notte?
- la regressione dei sintomi e' lunga?
- scartare l'ipotesi del dente del giudizio, dopo aver effettuato una dental scan arcata inferiore e' giusta?
- lei parla di malocclusione mi sembra un po' improbabile(ho tutti i denti in bocca, fino a quest'eta non
Ho mai sofferto di questi dolori).E' anche vero che poi si presenta tutto insieme.
Comunque, ovviamente qualora non ci fosse una regressione sarò costretto ad andare da un luminare.
Saluti

[#12] dopo  
Utente 154XXX

Bella intuizione quella della serotonina, molto probabile, in passato ho sofferto di un episodio depressivo(20 anni fa ormai), curato da un neurologo con paroexetina. Ad oggi non ho più avuto episodi, ma è innegabile che sia rimasta una sorta di disfunzione.
Grazie

[#13] dopo  
Utente 154XXX

Carissimo dott.formentelli.
Sono rammaricato nel constatare che i miei 2 ultimi post
Non hanno avuto riscontro.
Ho preso per lunedì prossimo un appuntamento con uno
Gnatologo, sono riuscito a trovarne uno vicino casa mia.
Nel frattempo la sintomatologia rimane invariata, forse un po'
Migliorata.
Come le ripeto sto vivendo un senso di angoscia per questo
Fatto, nel senso che ho paura di non risolvere.
Grazie comunque di tutto.

[#14] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Sono rammaricato nel constatare che i miei 2 ultimi post
Non hanno avuto riscontro."

Pensavo di aver dato tutte le risposte che potevo dare con tutti i limiti del consulto on-line.




Le domande che le ponevo in precedenza erano a scopo rassicurativo:

"e' idoneo iniziare la terapia con bite superiore da portare di notte?"
E' idoneo iniziare una terapia con un bite FATTO BENE dopo aver fatto una specifica diagnosi e aver dato le opportune indicazioni all'odontotecnico che lo costruirà (che dipendono dalla diagnosi); che venga fatto sopra o sotto non cambia nulla.




"la regressione dei sintomi e' lunga?"
A volte si a volte no.


"scartare l'ipotesi del dente del giudizio, dopo aver effettuato una dental scan arcata inferiore e' giusta?"
Per rispondere mi servirebbe la vista a distanza di Superman, per poterla visitare e analizzare le radiografie.



"lei parla di malocclusione mi sembra un po' improbabile (ho tutti i denti in bocca, fino a quest'eta non Ho mai sofferto di questi dolori)."
Se lo dice lei, sarà sicuramente così.



"Comunque, ovviamente qualora non ci fosse una regressione sarò costretto ad andare da un luminare."
Le auguro di avere l'intuito e la fortuna di trovarlo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#15] dopo  
Utente 154XXX

Gent.mo
Dott formentelli
Le ho inviato una mail, mi faccia sapere grazie

[#16] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Lo gnatologo e l'ortodonzista sono due professioni RADICALMENTE DIVERSE.

La descrivo meglio qui:
www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/439/Lo-gnatologo-ma-chi-e-costui

Un socio di:
Società scientifica di ortodonzia
Società scientifica di implantologia
Società scientifica di paradontologia
Società scientifica di protesi
Società scientifica di medicina legale

che nel sito, alla voce: ortognatodonzia e gnatologia scrive solo di ortodonzia, e poi nella voce "studio e disfunzioni dell'ATM" scrive solo di valutazioni stabilometriche in collaborazione con l'osteopata, non lo definirei un particolare cultore della gnatologia.
Magari è comunque un ottimo e preparato odontoiatra, ma le spiegazioni gnatologiche fornite dal sito mi hanno colpito per la loro assenza.

Rinnovo l'invito di rivolgersi ad un ottimo e preparato gnatologo, capace almeno quanto quello che le ho indicato.

Cordiali saluti
dr. Sergio Formentelli
Socio esclusivamente della società scientifica di storia dell'odontoiatria.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#17] dopo  
Utente 154XXX

Allora senta a questo punto pensa che il mio odontoiatra che sono più di trenta anni che opera sia valido?
Mi dia un tempo massimo su cui riflettere se le terapie sono giuste. Dopodiché potrei anche venirla a trovare.
Che ne dice?
Ora però solo un paio di domande se non le dispiace:
Quando si presentò il tutto avevo un forte dolore sul lato destro, poi col tempo e' scemato.
Che significa secondo lei che la terapia col bite mi ha fatto venire il click( forte ),
Lo devo comunque cercare roteando la bocca lateralmente, se lo faccio più. Volte
Durante la giornata sento tipo un formicolio non direi neanche doloreun po' nella lingua
E nella parte dei molari. È grave? Dalle ricerche che ho fatto su internet sembrerebbe una
Incoordinazione disco/menisco.
Comunque dottore, sono un po' in crisi, ho letto troppo su internet e mi sono fatto del male.
Sono andato anche da un mio amico neurologo e mi ha detto che in effetti mi vede un po' depresso.
Risolverò?
Che dice?
Grazie

[#18] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non so se sia un valido odontoiatra.
Probabilmente si.

Anche i validi odontoiatri ogni tanto ciccano una terapia.

Per ora prendo nota che:
1)
Il bite le ha attenuato i dolori, ma le ha accentuato il click.
2)
L'ipotesi bruxismo non è stata sostanzialmente finora considerata, e mi sembra molto realistica.
3)
La paroxetina è uno dei farmaci favorenti il bruxismo.
4)
Lei è un tipo ansioso, condizione scatenante un bruxismo di tipo tonico.
5)
Ignoro se lei sia maloccluso o meno.


Questi sono i soli punti fermi su cui devo dare un mio parere on-line, ma sono dati insufficienti per tratte delle conclusioni.

Resta per me una ipotesi da indagare, al momento: quella bruxistica.
Che necessita, se confermata in assenza di malocclusione, a mio parere di:
1)
Misurazione in modo da delinearne numero di episodi e intensità.
2)
Terapia, che può in sostanza essere l'allestimento di un nuovo bite, o il biofeedback (GrindCare), eventualmente associati fra loro.
3)
Misurazione di controllo a fine terapia per confermare il successo (o il fallimento) della terapia.
4)
Nel percorso terapeutico può entrare, per cercare di ridurre il dolore orofacciale, lo stretching mandibolare con Spring Device (il dispositivo ideato dal dr. Tonlorenzi).

Veramente impossibile dirle di più on-line.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#19] dopo  
Utente 154XXX

Grazie di tutto dott. Formentelli.
Un'ultima cosa:
A conferma del mio precario stato psichico, stanotte ho fatto una prova:
Siccome durante il giorno ho fatto fare più volte click alla mandibola e stanotte verso le 3 ho sentito
La solita sensazione di calore dentro l'orecchio. A questo punto ho preso un tavor
(Ho una scatola in casa che tengo per precauzione) e le giuro dopo 20 minuti non
Sentivo più niente.
Credo che questo la dica lunga sul mio dolore che sicuramente è di tipo psicogeno.
Perciò a distanza di 25 anni dal mio episodio ansioso credo che dovrò far visita
Anche a quel mio amico neurologo per inquadrare la situazione, non crede?
Saluti

[#20] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il Tavor è un miorilassante, e riduce il bruxismo.

Consultare un neurologo per diagnosticare un bruxismo o problemi collegati equivale a consultare un ginecologo.
Per la gestione dell'ansia lo specialista più indicato è lo psicologo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#21] dopo  
Utente 154XXX

Il mio e' neuro psicoloco

[#22] dopo  
Utente 154XXX

È poi forse non mi sono spiegato bene prima:
Volevo dirle a fronte di un calore nell'orecchio prendo 1 tavor e a distanza di
20 min mi passa per me significa che sono io che con l'ansia sento
100 invece di 10
Saluti

[#23] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Oppure significa che, diminuendo le contrazioni muscolari, si allontana il condilo della mandibola dalla fossa glenoidea, e non comprime più come prima contro il cuscinetto retrodiscale che è riccamente irrorato di sangue e di fibre nervose.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#24] dopo  
Utente 154XXX

A questo punto allora anche lei, come il mio odontoiatra escluderebbe qualcosa di serio?
Visto che la sintomatologia non è peggiorata. Anzi è migliorata. Sono di ritorno ora in questo momento
Dall'odontoiatra che mi ha ricalibrato il bite. Mi ha detto di stare assolutamente tranquillo perché sono fastidi anche un po' lunghi, mi raccontava che qualche paziente ha impiegato anche 1 anno per essere
Perfettamente a posto.
Saluti

[#25] dopo  
Utente 154XXX

A scusi un'altra paranoia(forse non troppo legittima), ma dal una dental scan qualora ci fosse
Un'artrite nell'articolazione si vedrebbe?
È una domanda un po' stupida anche perché la sintomatologia dovrebbe essere molto
Più brutta della mia, infatti leggevo che vi è' un'apertura limitata della bocca e dolorosa soprattutto
Al mattino.
Se vorrà rispondermi la ringrazio e chissà se un domani potrà fregiarsi anche della
Specializzazione in psicologia (scusi e' una battuta)
Grazie

[#26] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Mi scusi se mi intrometto nella discussione, ma vorrei dare dei chiarimenti su alcune professioni:

- lo psicologo non somministra farmaci, pertanto presumo che il professionista che lo ha curato 25 anni fa sia, come lei ha detto, un neurologo

- il neurologo, per essere anche psicologo, dovrebbe avere anche la laurea in Psicologia oltre a quella in Medicina con relativa specializzazione in Neurologia, cosa che è molto poco frequente, per cui le consiglio di verificare. Le due professioni, di medico neurologo e di psicologo, sono assolutamente diverse.

Disturbi d'ansia o depressivi vengono più efficacemente curati se si abbina la psicoterapia alla cura farmacologica; la psicoterapia agisce modificando le tematiche psicologiche che sottostanno e mantengono i disturbi.

Pertanto lei dovrebbe cercare oltre alla cura farmacologica, se ritenuta necessaria dal medico, uno psicoterapeuta.

Gli psicoterapeuti sono nella grande maggioranza psicologi con specializzazione in psicoterapia.
Anche io le consiglio pertanto di cercare uno psicologo psicoterapeuta con esperienza nei disturbi d'ansia e depressivi.

Cordialmente
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#27] dopo  
Utente 154XXX

Laureato in medicina specializzazione in neurologia e psicologia clinica fatto anche psicoterapia breve
Saluti

[#28] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Oggi non è più possibile per i medici specializzarsi in Psicologia Clinica poiché è riservata agli psicologi.

"Psicoterapia breve" significa che si è formato anche alla Scuola di Nardone?

Ad ogni modo, dal momento che è un medico abilitato alla Psicoterapia, come risulta da ciò che lei riferisce, penso che l'avrà curata anche con sedute di psicoterapia.

Deve perciò a mio avviso valutare i risultati; se ritiene che forse si poteva ottenere di più, potrebbe valutare l'ipotesi di consultare un altro psicoterapeuta e, visto che cambierebbe, senz'altro a mio avviso le converrebbe consultare uno psicologo psicoterapeuta che in ogni caso ha una preparazione maggiore in psicologia, materia che rappresenta la base su cui innestare le successive conoscenze e abilità che costituiscono le competenze psicoterapeutiche.

Ovviamente sono scelte e valutazioni che spettano a lei, ma è importante che conosca il diverso iter formativo delle varie figure professionali e le norme che regolano il loro accesso all'attività psicoterapeutica.

Cordiali saluti
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781

[#29] dopo  
Utente 154XXX

Ha 63 anni professore uNiversitario specializzazione in neurologia e Psicologia clinica e' diciamo equivalente ad un psichiatra ma forse ha più cultura. Scusi prima volevo dire che ho fatto psicoterapia cognitivo comportamentale e non breve lui non ha niente a che fare con nardone

[#30] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il dentalscan non serve ad una mazza per lo studio dell'articolazione temporo-mandibolare.
Si potranno vedere altre cose relative ai denti, anche le la risoluzione è bassa.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#31] dopo  
Dr.ssa Valentina Sciubba

28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
La psicoterapia cognitivo-comportamentale è più metodica e sistematica rispetto a quella strategica, ma rischia di non arrivare, proprio per queste sue caratteristiche, al "cuore" del problema psicologico.
La strategica agisce un po' invece all'inverso, anche se i due indirizzi hanno vari punti in comune.

Ritengo comunque che un criterio da privilegiare, oltre ai titoli accademici sia quello dei risultati ottenuti. Nel suo caso, se la cognitivo-comportamentale è stata per alcuni versi insufficiente, potrebbe esserci necessità di indagare e compensare carenze del passato con un approccio più indicato allo scopo quale potrebbe essere la Gestalt o altri.
Dr.ssa Valentina Sciubba
Psicologa Psicoterapeuta
Terapia Breve Integrata Consulenze on line
Roma 338 1762781