Utente 380XXX
Buonasera a tutti,
Verso la fine dello scorso anno inizio ad avere dei piccoli fastidi all'orecchio destro: dalla sensazione di tappamento, a quella di avere acqua all'interno. Col passare del tempo avverto dei rumori sempre più definiti all'atto della deglutizione che somigliano a dei crepitii. Mi rivolgo ad un otorino anche perchè sentivo sempre il bisogno di eseguire la manovra di valsalva, cosa che in precedenza poteva accadere soltanto dopo un viaggio aereo. Siccome tutti gli esami sono negativi e mi viene consigliato la consulenza di uno gnatologo, mi rivolgo al mio dentista di fiducia che è specializzato anche in chirurgia maxillo facciale. Premetto che l'unico scopo della mia visita era eliminare i continui distubi uditivi.
Il medico mi comunica ancor prima di un esame specialistico, che ho il cosiddetto "click articolare" e che il bite poteva aiutarmi molto nell'eliminare i rumori nelle orecchie, pur non essendoci possibilità di guarigione totale. Dalla semplicità nell'esposizione del problema e alla consapevolezza di non avere dolori a carico dell'ATM, mi faccio preparare il bite con fiducia. Era inizio dicembre scorso, e dopo ca. una settimana effettuo una radiografia. Il referto parla di una dismetrica progressione dei condili mandibolari, in quanto il destro sopravanza maggiormente, anche se in modo moderato, il promontorio della glena, rispetto al controlaterale. Durante questi mesi mi reco puntualmente dal dentista per i vari ritocchi, fin quando il bite combacia così bene con l'arcata superiore che non ci faccio più caso quando lo metto. Nelle visite di febbraio e marzo non si ritiene opportuno effettuare ulteriori modifiche, alchè il medico mi dà appuntamento a maggio. Nel frattempo inizio ad avere indolenzimento al lato destro del viso, la sensazione di disallineamento dentale alla rimozione del bite e difficoltà masticatorie. Torno subito dal dentista, il quale nota un maggior consumo del bite e lo ritocca. Ora nasce in me una preoccupazione: mentre agli inizi avvertivo un contatto disomogeneo, che dietro mio suggerimento mi veniva corretto dal medico, adesso come mi regolo se già da tempo avverto che il bite combacia bene? Ma il punto fondamentale è che ad oggi i dolori si ripropongono, pur notando un miglioramento nell'occlusione dentale, e che prima del bite non avevo dolori. Sono confuso perchè non so se mettere ancora il bite, tanto più che il mio fisioterapista si è accorto che avevo la mandibola tesa ed infiammata, pur avendo tenuto il bite precedentemente per almeno 9 ore! Secondo voi il bite è controproducente? Da ieri sto provando a non usarlo, ma non mi sembra che vada meglio...anzi. Resta il fatto che adesso ho la mandibola che scatta e duole, e di attenuazione dei crepitii nelle orecchie nemmeno l'ombra.
Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Probabilmente il bite non è ottimale. Spesso https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html ha una ridotta dimensione verticale posteriore, cioè i denti dietro (legga "Dimensione verticale") sono più bassi di quelli anteriori ma l'altezza del bite non ne tiene conto. Mi sembra anche interessato a capire i meccanismi con cui avviene il click, legga http://www.danieletonlorenzi.it/?s=click+blocco&x=0&y=0 e quando appare la scritta "continua e apri il sito" ci clicchi sopra per leggere.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 380XXX

Da una settimana non sto usando il bite e consultando un altro gnatologo ho capito che mi ha arrecato più danni che benefici. Per adesso non ho più dolori e sembra che possa recuperare la funzionalità dell'ATM abbastanza facilmente. Purtroppo pare che per i crepitii nelle orecchie ci sia poco da fare.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 380XXX

Gentili Dottori, dopo 5 mesi di bite, sospeso da due settimane con evidenti miglioramenti, e dalla prima radiografia, ho effettuato un'ortopantomografia. Da essa risulta una micro cariolisi multipla. A dire il vero mi aspettavo qualche riferimento all'atm, la cariolisi ha attinenza a riguardo?
Cordiali saluti

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il bite non era evidentemente adeguato. Valuti Lei se sentire una seconda opinione.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Utente 380XXX

Doverosamente....Anche perchè con l'utilizzo del bite non ho più una corretta occlusione dentale. Ma non ho capito cos'è la cariolisi, può gentilmente spiegarmi di cosa si tratta?
Grazie

[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Io non so a cosa si riferisca (in ambito dentale) pertanto ho cercato cariolisi su http://www.treccani.it/vocabolario/cariolisi/ e su wikipedia si legge "La cariolisi è un dissolvimento completo della cromatina che si disperde nel citoplasma, dovuto all'azione degradante della desossiribonucleasi. Alla fine l'intera cellula si colora in modo uniforme di eosina. Il processo è di solito preceduto dalla carioressi e avviene principalmente in seguito a una necrosi."

Se la faccia spiegare meglio dal suo dentista e poi la spieghi anche a noi... attendiamo
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#7] dopo  
Utente 380XXX

La ringrazio. Non appena avrò notizie, scriverò qui sul forum.
Cordiali saluti

[#8] dopo  
Utente 380XXX

Buongiorno Dottore, mi è stato riferito che in ambito dentale non significa nulla. Esistono le carie dentali, e ad ogni modo il referto della radiografia è sbagliato.
Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Non avendone mai sentito parlare e non trovandolo nel vocabolario della Treccani il dubbio mi era venuto.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum