Utente 381XXX
Gentile dottore, sono un ragazzo di 22 anni studente universitario non so se è la sessione giusta questa ma vengo subito al dunque. Da circa 3 mesi ho iniziato ad accusare un fastidio all''orecchio dx(acufene) a seguito di un banale tappamento. Ho fatto subito le indagini e non risultava nessuna anomalia in quanto tutti gli esami specifici erano rimasti invariati .Premesso che dal 1998 porto una protesi acustica a seguito di un ipoacusia neurosensoriale improvvisata. Ho fatto gli esami specifici all''orecchio al policlinico di Napoli ma è rimasto invariato e il medico mi ha assicurato che non c'entrava nulla l'ipoacusia con acufene siccome già di vecchia data. Ha notato un particolare problema alla mandibola. Sono andato da un ortodonzista/odontomastologo e dopo aver effettuato una stratigrafia all''atm e radiografia bocca aperta e bocca chiusa mi ha diagnosticato una disfunzione temporo- mandibolare. Il condilo-meniscale a dx è spostato posteriormente,una malocclusione,click mandibolare,tendenza a stringere denti di notte e infine ottavi inclusi mal messi non spuntano. Questa è la situazione generale e a tale proposito mi ha proposto un bite che uso da 25 notti ma che purtroppo non riduce i sintomi dolorosi che vi espongo:acufene monolaterale che si sposta entrambi lati,frequenti cefalee,pressione e dolore occhi con vista annebbiata a momenti,dolori temporo-mandibolare,dolori facciali e tappamento notturno a volte. Inoltre ho effettuato anche 20 sedute di fisioterapia all''atm ma risultato nessuno. Cosa mi consigliate di fare per risolvere il problema?è necessaria qualche visita ulteriore?la terapia intrapresa è corretta a suo avviso?
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr.ssa Orietta Pasdera

24% attività
8% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
gentile Paziente i sintomi che riferisce possono essere correlati ad un disturbo craniomandibolare: qualche volta un acufene può essere causato da una compressione posteriore del condilo; andrebbe indagata bene la cinetica dell'articolazione temporo mandibolare e nell'eventualità confezionato un byte specifico per risolvere la compressione.
Dai sintomi che lei descrive però, probabilmente esistono anche contratture neuromuscolari responsabili di cefalea muscolotensiva e dolori facciali, quindi il quadro potrebbe essere un po più complesso se multifattoriale. Le consiglio una visita specifica da uno gnatologo che potrà aiutarla a derimere dubbi e consigliarla al meglio per la terapia. cordiali saluti
Dr.ssa Orietta Pasdera

[#2] dopo  
Utente 381XXX

Gentile dottore, io sono andato dall'odontomastologo e mi ha dato un bite che uso da 25 notti e in più ho fatto un ciclo di 20 fisioterapie per atm. Visto che uso il bite da poco, forse è presto parlare di miglioramenti penso. Comunque sia lei condivide la terapia con bite e fisioterapia?o forse è necessario un'altra terapia(diversa)? veda che la fisioterapia che ho fatto è composta dalla ginnastica di rieducazione all'atm,decontratture muscolari,elettroterapia mandibolare ed infine ginnastica posturale.Cosa ne pensa?e cosa mi consiglia specificamente?
cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr.ssa Orietta Pasdera

24% attività
8% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
direi che concettualmente la terapia è corretta, insista e vedrà che arriveranno i risultati. Normalmente ci può volere anche qualche mese per vedere i miglioramenti.
Dr.ssa Orietta Pasdera

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Concettualmente corretta se il bite è ben fatto, ma dopo 25 giorni senza risultato qualche domanda me la farei
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum