Utente 417XXX
Salve, le parlerò della mia esperienza personale. Allora, da piccola ho portato un apparecchio fisso per allineare i denti dell'arcata superiore, siccome molto probabilmente il fatto che durante la mia infanzia mettevo le dita in bocca ha influito molto sulla mia attuale dentatura. Dopo di che misi un bite siccome avevo l'arcata superiore più avanti rispetto a quella inferiore. Dato che ero piccola il bite non l'ho messo più dopo un po' di tempo.. in questi anni non ho accusato dolori fino a quest'ultimo periodo. Ho fatto delle carie (devitalizzate) da un dentista. Ho cominciato ad accusare dolori cervicali, cefalee, ronzii continui alle orecchie, alle volte annebbiamento della vista, mal di schiena. Tanto che mi ha portato ad andare da un'ortopedica, la quale mi ha detto che potrebbe essere cevricalgia. Ho fatto le lastre e risulta che ho una lieve scoliosi destro convessa dei metameri dorsali e sinistro convessa dei metameri lombari e lieve slivellamento del bacino. Poi andai da un odontoiatra perché mi stava crescendo un dente del giudizio e vedevo che era semicoperto dalla gengiva, il quale mi ha consigliato di estrarlo perché si stava cariando e mi ha detto che ho delle otturazioni fatte male. Ora le chiedo: potrebbe essere che queste otturazioni fatte male possono influire sulla chiusura regolare della dentatura e in qualche modo influire sulla mia occlusione? Oppure non c'entrano nulla e quindi sono i miei denti ad essere tornati come prima?

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
senza visitarla impossibile risponderle
sicuramente si sa che se otturazioni sono scorrettamente eseguite oltre ad altri problemi alterano anche l'occlusione, ma non possiamo certo sapere, con la sua storia, se abbiamo o meno influito sull'occlusione, mentre chi l'ha visitata sicuramente può dirlo
una visita gnatologica in virtù di quanto raccontato potrebbe essere utile
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 417XXX

La ringrazio per la sua risposta. Forse ho sbagliato a porle la domanda. Volevo sapere se questi sintomi che io le sto riferendo potrebbero essere causa di queste otturazioni fatte male. Non le chiedo una diagnosi, ma vorrei sapere soltanto se potrebbe essere possibile una cosa del genere e vorrei sapere a quali altri problemi si va incontro se fatte male. Grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
guardiche ho capito ed infatti le avevo già risposto alla richiesta
diversi poi possono essere i problemi oltre ai gnatologici
-conservativi: carie secondarie
- endodontici: necessità di devitalizzazioni
- paradontali: infiammazioni gengivali
-chirurgici: necessità di estrazioni
cordiali salujti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#4] dopo  
Utente 417XXX

Dottore, rieccomi qui. Vorrei porle un'altra domanda, ma in caso volessi farmi rifare queste otturazioni fatte male, la situazione potrebbe migliorare? E secondo voi, per vedere se si ha un disordine temporomandibolare, qual'è l'esame più giusto da fare? Grazie per eventuali risposte!

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Mi inserisco per la parte che concerne i disturbi che ha accennato
in precedenza,dolori cervicali,mal di schiena,denti che non combaciano ,pregresso trattamento ortodontico,ecc,per supporre un problema temporo -mandibolare(lei poi chiede :
per vedere se si ha un disordine temporo-mandibolare,qual'è
l'esame più giusto da fare...?)
Quindi deduco che qualcuno le ha prospettato una tale patologia...
Le potrei rispondere non qual'è l'esame più giusto da fare,ma
quale specialista consultare.
Ma procediamo con ordine:
La Sindrome Disfunzionale Temporo Mandibolare è la espressione clinica estesa di una disfunzione delle A.T.M., in cui le manifestazioni disfunzionali e sintomatologiche, si esprimono non solo in sede locale ma anche generale, con coinvolgimento anche cranio-cervicale (capogiri, dolori all’orecchio, fischi e ronzii, dolori cervicali, torcicollo, formicolio alle spalle, agli arti superiori, alle mani, parestesie, alterazioni posturali,ecc.)
Questo perchè sappiamo che i muscoli della bocca,del capo,del
collo,della schiena,degli arti,sono collegati tra loro in una sorta
di catena cinematica,per cui problemi a partenza dalla
bocca,possono estrinsecarsi in altri distretti(problemi discendenti)
o viceversa da altri distretti alla bocca (problemi ascendenti),per usare un gergo di facile comprensione.

I sintomi più frequenti possono essere locali: limitazione di apertura della bocca, dolore e rumori delle A.T.M. (Click)
Ma possono essere presenti sintomi su un territorio anatomico più esteso con: cefalea, cervicalgia, dolori irradiati all’orecchio, agli zigomi, tensioni facciali, fischi o ronzii all’udito, capogiri, torcicollo, parestesia alle spalle, agli arti superiori, alle mani, fastidio o dolore alla deglutizione,atteggiamenti scoliotici.

Tra le molteplici cause le segnalerò quelle più importanti:
-Malocclusione (contatti dentali non idonei tra le due arcate dentali e/o cattivo allineamento dei denti),
-Cause iatrogene: terapie odontoiatriche/ortodontiche incongrue
- Respirazione orale,deglutizione atipica
-Traumi diretti o indiretti cranio-cervico-mandibolari,
-Vizi di postura,
-Parafunzioni (digrignare o serrare i denti, masticare gomme, mordicchiare unghie e/o oggetti).


Mi chiederà : ma cosa c’entrano la malocclusione o le terapie odontoiatriche incongrue con una Disfunzione Temporo-Mandibolare?

Il rapporto intermascellare cioè quello esistente tra le due arcate della bocca (mandibola e mascellare superiore), in ultima analisi è garantito dal contatto dei denti inferiori nei confronti di quelli superiori. Se il contatto dentale non avviene in maniera equilibrata a causa di una malocclusione (denti mal-allineati o mal-posizionati), con alterazione del corretto rapporto GNATOLOGICO, o di incongrue riabilitazioni odontoiatriche /ortodontiche(protesi, cure dei denti, etc), ciò comporta un alterato rapporto posturale della mandibola rispetto al mascellare superiore ed al cranio, con un anomalo rapporto anche dei rispettivi condili mandibolari nei confronti delle cavità articolari del cranio (ossa temporali), fino al punto di coinvolgere gradualmente anche la funzione dei relativi menischi articolari e dei muscoli cranio-facciali.
ALLORA LA RISPOSTA CONCLUSIVA E' : NON QUALI ESAMI
EFFETTUARE PER UNA SIMILE PATOLOGIA MA A QUALE
SPECIALISTA AFFIDARSI.
Lo Gnatologo o Gnatologo-Ortodontista o Ortognatologo,
chiamiamolo come vogliamo,è la persona che è in grado di valutare,diagnosticare,effettuare una terapia occluso-posturale
valida,per poi affidarla ad altri specialisti(conservativa,protesi ecc.)

Cordiali Saluti



Profilo pubblico https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Utente 417XXX

Grazie dottor De Socio per essere stato così paziente e così chiaro! Le auguro una buona giornata

[#7] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Spero di esserle stato utile
Grazie a Lei
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#8] dopo  
Utente 417XXX

Dottor De Socio, approfitto delle sue conoscenze per porle una domanda: può la malocclusione, in qualche modo, coinvolgere il nervo vago? Siccome ho anche disturbi digestivi, vorrei sapere se è collegato in qualche modo oppure non può accadere una cosa del genere.. grazie in anticipo

[#9] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
I disturbi digestivi in termini ortognatodontici possono essere
legati solo alla presenza di un morso aperto con deglutizione
atipica,cioè quando la lingua si interpone tra i denti,perdendo
la sua funzione originale.
Il vago non c'entra sicuramente, per i disturbi digestivi credo
sia opportuno chiedere ad un gastroenterologo.
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia