Utente 118XXX
Gentili dottori,richiedo questo consulto prima di muovermi definitivamente per cercare una risoluzione del mio problema.
I problemi sono cominciati circa un anno fa,quando ho cominciato ad avvertire un forte dolore alla mandibola sul lato destro che mi ha causato per una quindicina di giorni dolori,difficolta' di apertura della bocca e quindi di masticazione.
Il dolore e' sparito dopo quindici giorni per l'appunto e nell'arco di un anno si e' ripresentato un altro paio di volte,sempre comunque per lassi di tempo brevi.
In concomitanza con la prima volta che ho avvertito il dolore,ho incominciato ad avvertire fischi alle orecchie (destro e sinistro,senza differenza),sempre a periodi,in alcuni piu' intensi,in altri meno,ma comunque molto fastidiosi. Ho fatto una visita da 2 otorini,che non hanno riscontrato nulla di anomalo,uno dei due pero' mi ha detto che la mandibola poteva essere la causa di questi fischi. C'e' da dire che pero' gia' negli anni precedenti ho sofferto di problemi ai denti,spesso mi svegliavo la mattina con i denti che "battevano" (tutti,non un problema di uno specifico dente) causando non dolore ma un fastidio abbastanza intenso che duurava anche 1 settimana.Il tutto avveniva sempre a periodi,io lo legavo sinceramente a periodi di forte stress. Da un paio di anni inoltre ho un fastidio sulla testa,o meglio al contatto con i capelli in uno specifico punto. Per spiegarmi meglio se premo sulla testa in quel punto non sento nulla,ma se sfioro i capelli in quel punto avverto fastidio. L'illuminazione l'ho avuta proprio stasera gironzolando su un sito di gnatologia che nelle descrizione dei sintomi legati alle varie patologie dell'apparato tempro-mandibolare,citava per l'appunto acufeni,sensibilita nel contatto con i capelli oltre che altri sintomi dei quali soffro da tempo ma a ci non ho mai dato peso o correlato nulla (tensione del collo,dolori cervicali,dolori di schiena). Un dentista inoltre tempo fa mi disse che che avevo dei problemi nella chiusura della bocca,che riscontro anche io,ovvero l'arcata dentale superiore,in chiusura,copre completamente l'arcata inferiore,a tal punto che in completa chiusura gli incisivi superiori toccano la gengiva inferiore.
Scusate se sono stato prolisso,esposta la situazione e deciso a trovare una risoluzione a quelli che erano piccoli problemi ma che sommati cominciano ad essere fastidiosi,mi chiedo pero' come muovermi.A chi devo rivolgermi? a un dentista? A uno Gnatologo? E' possibile che se non tutti,comunque una parte di queste sintomatologie siano collegate tra loro e magari riconducibili a problemi dentali o mandibolari? E sopratutto,la cosa che piu' temo,dato che ne ho subite un po', e' di finire nelle mani sbagliate non avendo conoscenze mediche,quindi come faccio a rendermi conto se la persona che ho di fronte e' valida?
Grazie dell'attenzione,cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La Sua situazione si chiama seconda classe mandibolare. Normalmente i denti dell'arcata superiore stanno a quelli dell'arcata inferiore come il coperchio sta alla scatola, nel Suo caso il superiore è di una misura in più con i denti piegati indietro. Alcune cose che dice mi fanno pensare che potrebbe avere bruxismo a periodi (in relazione allo stress) a complicare la Sua situazione. Concordo con quell'otorino che ha parlato di possibile correlazione tra fischi e malocclusione. Se vuole comprendere che correlazione che ci può essere tra malocclusione e disturbi posturali legga https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42472. Per sapere se la persona che ha di fronte è quella giusta solo i risultati potranno dirlo. Mi spiace di non poterLa aiutare di più.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gent Paziente
dovrebeb cercare un medico-chirurgo-odontoiatra o un lauretao in odontoiatria specialista in ortodonzia o con professionalità in ortodonzia gnatologo. un professionista che racchiuda sia la cultura e l'esperienza sia nelle malocclusioni che nei disturbi ad esse correlate
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#3] dopo  
Utente 118XXX

Vi ringrazio per le risposte ricevute e il tempo dedicatomi,cerchero' lo specialista suggeritomi,buon lavoo e buon proseguimento.