Utente 220XXX
Salve Dottore, avrei un dubbio urgente, so che può sembrare stupido ma ho bisogno di tranquillizzarmi. Una prostituta mi ha toccato il braccio per qualche secondo, ho ispezionato bene la parte dove mi ha toccato, non c'era ne sangue ne liquido seminale visibile, non avevo ferite aperte visibili. Tornando a casa cn l'auto ho messo il braccio fuori dal finestrino per 5 secondi circa per arieggiarlo e me lo sono sfregato contro il pantalone. Una volta a casa dopo una 15ina di minuti circa, mi sono lavato il braccio con acqua e sapone 2 volte, togliendo il braccio da sotto il rubinetto, questo ha sfiorato leggermente lo stesso rubinetto. Dopo una ventina di secondi ho bevuto l'acqua di quel rubinetto per errore. Rischio qualcosa? perchè se sì faccio la profilassi per l'HIV che si può fare entro 72 ore dal presunto evento a rischio. La ringrazio anticipatamente per l'attenzione, mi scusi per lo stupido dubbio ma stanotte non ho dormito per questo dubbio.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

assolutamente non ha rischiato nulla.
L'HIV non si trasmette attraverso la pelle, ma solo attraverso i rapporti sessuali non protetti.
Questi, in ordine di gravità di rischio sono i rapporti anali, i rapporti vaginali ed infine i rapporti oro-genitali.

Se anche la mano della prostituta fosse intrisa di sperma, non avrebbe rischiato nulla lo stesso.

Se anche abbondante quantità di sperma andasse a finire sulla pelle di qualsiasi parte del suo corpo, non rischierebbe nulla lo stesso; in tal caso basterebbe lavarsi accuratamente la parte del corpo venuta a contatto con lo sperma, evitando di toccarsi con le mani la bocca, gli occhi e gli organi genitali prima che le mani stesse siano state lavate.

http://www.medico-legale.it/storia_aids.html
https://www.medicitalia.it/minforma/igiene-e-medicina-preventiva/168/storia-dell'aids

http://www.medico-legale.it/sesso_aids.html
https://www.medicitalia.it/minforma/igiene-e-medicina-preventiva/516-rapporti-sessuali-aids-misurare-rischio.html

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it