Utente cancellato
Un mese fa mi sono schizzata il volto accidentalmente con del sangue di un pz a causa di un abbondante schizzo fuoriuscito da una siringa. Mi sono lavata immediatamente con acqua.
Il paziente in questione risulta sia per precedenti esami, sia per un invio di siero (per un controllo dopo il contatto)hiv,hbv ed hcv negativo.
Da quel giorno io ho il terrore di essermi comunque contagiata, sto vivendo con ossessione nonostante abbia avuto la fortuna che il pz fosse negativo. Dovrei già rispondermi da sola avendo questi dati, però ne sono comunque ossessionata.
Recentemente mi è finito uno schizzo di acqua nell'occhio mentre asciugavo dei portacampioni, dopo averli prima lavati con acqua e sapone ed anche lì mi sono angosciata. Qualsiasi sintomo come prurito etc lo vivo con allarme.
Quanto è la percentuale di contrarre hiv o hcv con schizzi di liquidi biologici in mucose come quella oculare o ferite aperte,di persone che magari sono in un periodo finestra del virus??E' più rischioso attraverso la puntura di ago??
E' normale che in caso di contagio con liquidi biologici di un pz NON positivo non facciano fare la cura antiretrovirale?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se c'è sicurezza della negativà del paziente non sussiste alcun rischio, quindi può stare tranquilla, non può essersi contagiata , se nel sangue di quel paziente non ci sono virus; non si può dare una percentuale di rischio per schizzi di sangue o puntura accidentale. La cura antiretrovirale la si fà laddove c'è un paziente positivo o sconosciuto come markers.
Un saluto

A. Baraldi