Utente 221XXX
Salve, ho provato, solo per curiosità, ad avere un rapporto orale con un altro ragazzo.
Ho tenuto il pene in bocca penso al massimo per 10/20 secondi, poi mi sono ritratto sia per il non piacere mio che per quello dell'altro ragazzo che non ha avuto alcun tipo di erezione.
Ora mi trovo veramente in affanno...il ragazzo, giovane, ma di strada ha assicurato di essere negativo HIV...io non mi sento tranquillo...ho fatto dopo tre giorni il test e risulto negativo ma già dopo due giorni dal rapporto ho accusato una leggera febbre a 37.6, poi passata dal giorno dopo...ora sono passate quasi 2 settimane e noto in fondo alla lingua una patina bianca, che se passata con un panno forma quasi dei grumi; ho inoltre alcune macchie rosse solo nella zona inguinale e da nessun'altra parte.
Ora mi sembra di avere tutti i mali del mondo e sono appunto quasi due settimane che mantengo uno stato quasi influenzale...con un leggero fastidio al lato destro della gola.
Il medico dice di stare tranquillo perchè in questo periodo ci sono molte influenze.
Il ragazzo non ha eiaculato nella mia bocca ma, visto che recentemente mi sono rotto un dente, temo di potermi essere contagiato HIV.
Se eseguo nuovamente un test hiv a distanza di quasi due settimane dal rapporto può essere utile per tranquillizzarmi o no?
E' possibile avere già tutti questi sintomi dopo meno di due settimane?
Posso aver contratto l'HIV visto il brevissimo tempo di rapporto in funzione del mio dente rotto?
Vi ringrazio per la riposta.

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
L'HIV rimane l'ultima e remota possibilità infettiva. Altre MST invece sono sempre in agguato.
Potrà avere utili considerazioni per il futuro anche vedendo questo decalogo:

https://www.medicitalia.it/luigilaino/news/1330/Decalogo-di-prevenzione-sul-Rapporto-Sessuale-Orale-non-protetto-il-terrore-dell-HIV-Co

Saluti cari
Dr.ssa Silvia Suetti, Specialista DermoVenereologo e DermoChirurgo
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 221XXX

Grazie Dr.ssa per la gentile risposta.
A questo punto potrei pensare che sia solo l'ansia a procurarmi questo stato; di fatto la febbre ora non persiste.
Sconsiglia quindi un ulteriore test così precoce ed attendere quello a 6 settimane?
Tra l'altro il venereologo con cui ho parlato settimana scorsa mi ha consigliato solo un test a 6 mesi, visto il rischio estremamente basso; è d'accordo?
Grazie.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Silvia Suetti

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Per HIV si ma non per altre MST
Dr.ssa Silvia Suetti, Specialista DermoVenereologo e DermoChirurgo
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 221XXX

La ringrazio...diciamo che non la sto vivendo bene, anche avendo letto articoli dove ragazzi accusavano di aver preso l'HIV anche senza liquido pre-eiaculatorio o sperma.
Internet è una grandissima fonte di notizie, spesso risultano molto allarmanti...
Ad oggi non ho più febbre...molte vampate di calore con sudorazione eccessiva e sensazione di febbre.
Avevo chiesto al venereologo la possibilità di sottopormi all'iter post esposizione ma mi ha detto che viene eseguito solo in casi particolari e secondo il suo punto di vista, nonostante il mio dente spezzato ed aperto ad eventuali infezioni, mi ha detto che il rischio era comunque veramente basso.
Dovrò aspettare ottobre per il.test a 6 settimane e spero veramente risulti negativo...
La ringrazio di tutto e la terrò aggiornata sulla negatività o meno.
Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Silvia Suetti

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Bene mi tenga aggiornata se vuole.
Saluti
Dr.ssa Silvia Suetti, Specialista DermoVenereologo e DermoChirurgo
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#6] dopo  
Utente 221XXX

Dr.ssa, mi scusi se la disturbo ancora...purtroppo non riesco a rimanere molto sereno...
da più di due settimane ormai ho un continuo stato di malessere...non ho assolutamente febbre ma un continuo fastidio che va dall'interno orecchio sia destro che sinistro fino alla gola, come un leggero mal di gola; non ho alcun tipo di linfonodo ingrossato ed al tatto non sono doloranti.
Sono entrato ormai nella quarta settimana dal rapporto a rischio e sono, nell'arco della giornata, spesso accaldato alla bocca...
Ho letto che il mal di gola può essere un sintomo di contagio, secondo lei è possibile pur non avendo febbre, linfonodi ingrossati e rash cutanei?
A 25 giorni di distanza, se facessi un test, potrebbe essere almeno indicativo di contagio o meno?
La ringrazio in anticipo per le risposte che potrà darmi.
Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Dr. Silvia Suetti

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
esistono test molto più rapidi di quelli classici; ne parli con il suo dermovenereologo; sappia comunque che non ci è possibile stabilire se sintomi così aspecifici possano essere anche lontanamente associati ad una sieroconversione, stante il mio parere telematico di molta ansia che si legge dal suo scritto.
saluti
Dr.ssa Silvia Suetti, Specialista DermoVenereologo e DermoChirurgo
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#8] dopo  
Utente 221XXX

Effettuato test combo e con ricerca antigene 24 (penso si scriva così) e metodo cmia a 30 gg dall'episodio a rischio, risultato Negativo.
Per una mia tranquillità, gentile Dr.ssa, posso considerarlo quasi definitivo?
La ringrazio
Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Silvia Suetti

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
E' un validissimo test ad alta sensibilità e specificità direi di stare sereno!

saluti
Dr.ssa Silvia Suetti, Specialista DermoVenereologo e DermoChirurgo
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#10] dopo  
Utente 221XXX

Dottoressa La ringrazio e mi scuso per il ritardo nel risponderLe.
Mi informano che il test è semplicemente con metodo CMIA, non so quindi se con ricerca di antigene p24.
Devo a questo punto ritenerlo lo stesso molto valido e stare quindi sereno? O potrebbe comunque verificarsi una sieroconversione?
La ringrazio per le risposte che vorrà dami.
Saluti

P.S. Nel risultato del test c'è scritto:
V.IMMUNODEF.ACQUIS.HIV 1-2 AC. / ESITO:NEGATIVO/METODO CMIA/Avvertenza: la positività per anticorpi HIV 1-2 non implica diagnosi di aids.

[#11] dopo  
Dr. Silvia Suetti

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
ribadisco tutti i miei orientamenti, rinnovandole per ciò che posso di stare sereno.

saluti cari
Dr.ssa Silvia Suetti, Specialista DermoVenereologo e DermoChirurgo
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it