Utente 181XXX
Salve a tutti.
Sono un ragazzo di 18 anni; premetto di soffrire di ernia jatale da scivolamento diagnosticatami 3 settimane fa in seguito ad una gastroscopia, con relativo reflusso. Per questo problema sto facendo una terapia a base di lansoprazolo (Limpidex 15mg, mattina e sera) e Gaviscon prima di andare a letto (terapia già fatta tempi addietro senza effetti collaterali). Il problema è un altro. Sono circa 14 giorni che ho una febbricola insistente, che si aggira intorno ai 37.5 e la sera arriva massimo ai 38. I primi giorni credevo fosse raffreddamento, o qualche stato influenzale, ma poi mi sono accorto di avere delle ghiandole ingrossate sui lati del collo, nell'area cervicale, dietro le orecchie e sotto il mento. Ghiandole alcune a gruppi, altre singole; tutte dolenti. Allora chiamo il mio medico curante, lui sospetta di mononucleosi. Mi visita, rileva al tatto la punta della milza(quindi mi dice che è ingrossata) e mi prescrive una sfilza di analisi da fare (160€ per capirci). Faccio le analisi e sono tutto, tranne che normali. Vi riporto solo i valori anomali.
GOT/AST: 291 (limite 40)
GPT/ALT: 690 (limite 60)
fosfatasi alcalina: 239 (limite 145)
LDH: 650 (limite 227)
Globuli bianchi: 22.000 (limite 10.000)
VES ovviamente alta: 20 (limite 10)
PCR: 16,2 (limite 10)
Anticorpi anti EBV VCA: IgG:30(positivo: superiore a 25) IgM:139(positivo: superiore a 40).
Per il resto scoppio di salute. A questo punto mia madre porta le analisi dal medico curante, lui si stupisce per le transaminasi così alte e le chiede se avessi fatto l'anti epatite, e mia madre risponde di sì, con tutti e due i richiami. A questo punto mi prescrive un'ecg addome completo, altre analisi del sangue(HCV.AB, HAV.AB, HBS AG, VES, PCR, LDH, Q.S.P.E.(COS'è?), URICEMIA, bilirubina totale e frazionata, fosfatasi alcalina, transaminasi GP e GO, emocromo con formula). Per il fegato mi ha detto di sospendere la cura con Limpidex e gaviscon, e di iniziare a prendere le bustine di RealSIL, mattina e sera.
Voi cosa ne pensate? Le transaminasi così elevate, in una mononucleosi sono normali? E i globuli bianchi così alti pur trattandosi di un'infezione?
Fiducioso in una Vs. risposta, Vi faccio i miei saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

un aumento dei globuli bianchi ci può stare con la mononucleosi, ma è importante la "formula leucocitaria" per sapere a quale globulo bianco è addebitabile l'aumento numerico, se ai granulociti, ai linfociti o ai monociti.

L'aumento più consistente delle IgM rispetto alle IgG starebbe ad indicare che la malattia è in una fase acuta; col tempo, le IgM scendono e le IgG aumentano.

Il QSPE è l'acronimo di "Quadro SieroProteico Elettroforesi"; si tratta di un esame del sangue che misura le 5 importantissime proteine presenti nel siero (albumina, alfa1 e alfa2, betaglobuline e gammaglobuline); a seconda se aumenta una frazione di proteine rispetto alle altre, fornisce preziose informazioni sulla funzionalità epatica o su altre malattie infiammatorie croniche o nei casi di mieloma multiplo.

Ci tenga al corrente del risultato degli altri accertamenti, se lo desidera, e soprattutto dell'andamento degli esami nei controlli che farà in seguito.


Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 181XXX

Salve grazie mille per la risposta. Nel frattempo mi sono sottoposto ad altre analisi, e ne farò altre a fine settimana. Le riporto per intero le ultime analisi fatte.
URICEMIA: 7,25mg (3 - 7)
GOT/AST: 66U/l (0 - 40)
GPT/ALT: 200 (0 - 60)
BILIRUBINA TOTALE:0,40 Diretta:0,12 Indiretta: 0,28
FOSFATASI ALCALINA: 170 (38 - 145)
LDH: 500 (85 - 227)
Proteine totali: 8,6 (6 - 8)
Albumina: 51,8 (52 - 67)
Alfa 1: 2,7 (1 - 4)
Alfa 2: 12,4 (7 - 14)
Beta 1: 9,2 (6 - 9)
Beta 2: 6,8 (2 - 5)
Gamma: 17,3 (10 - 20)
Globuli rossi: 5.090.000
Globuli bianchi: 14.000
Ematocrito: 43,2 (40 - 52)
Emoglobina: 14,3 (13 - 17)
MCV: 84,8 (82 - 100)
MCH: 28 (27 - 34)
MCHC: 33,1 (31 - 36)
Piastrine: 212.000 (140.000 - 380.000)
Neutrofili: 19,3 (45 - 70)
Linfociti: 68 (20 - 48)
Monociti: 12,5 (5 - 12)
Eosinofili: 0,7 (1 - 8)
Basofili: 0,5 (0 - 2)
VES: 20 (0 - 10)
PCR: 21 (fino a 10)
markers epatitici negativi. (A, B, C)

Di seguito riporto anche il risultato dell'ecografia addome completo e collo(per linfonodi).
ECOGRAFIA ADDOME COMPLETO.
Fegato per dimensioni ai limiti superiori o lievemente ingrandito (DL lobo dx 140mm), ad ecostruttura omogenea e senza evidenza di lesioni focali. Vena porta e coledoco di calibro regolare. Due linfonodi sub-centrimetrici in ilo epatico. Colecisti alitiasica. Pancreas regolare.Milza aumentata di volume (DL 180mm - DT 78mm)(Dalla precedente ecografia fatta ad agosto 2011, risultava DL 110mm), a margini regolari ed ecostruttura omogenea, senza lesioni focali. Reni in sede, regolari. Non idronefrosi nè calcoli. Regolari le stazioni linfonodali addomino-pelviche. Vescica ben distesa a pareti regolari.

ECOGRAFIA COLLO PER LINFONODI.
Numerose formazioni linfonodali le maggiori di 22 e 19 mm, tutte con caratteri strutturali di reattività (indice di sfericità<1, conservazione della struttura, buona vascolarizzazione). Qualcuno con analoghe caratteristiche in sovraclaveare. Indenni le regioni ascellari ed inguinali.

Ora avrei diverse domande. Sono preoccupanti i linfonodi nell'ilo epatico, pur non avendo alcuna epatite(confermatomi dalle analisi)? La milza impiegherà quanto tempo per rientrare nella normalità?(pratico pallavolo a livello agonistico, per intenderci allenamenti 4 volte a settimana di 3 ore, più partita la domenica; per quanto tempo dovrò stare ancora a riposo?). La febbricola ad oggi continua ad essere presente(37.3 la sera), può essere preoccupante essendo passate tre settimane? Le proteine Beta 1 e Beta 2 un po' più alte, in un quadro da mononucleosi, sono normali? Ad oggi i linfonodi si stanno abbattendo un po' tutti, ad eccezione di uno, più duro degli altri, che avevo da più tempo; è normale? Cos'è il citomegalovirus? Perchè dalle prime analisi fatte, le IgG relative erano molto alte, il chè se non sbaglio, sta a significare che in passato ho contratto il virus.
Mi scuso per le tante domande, ma credo siano lecite.

Cordiali saluti, e grazie ancora per la risposta.

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
i parametri ematochimici sono in via di miglioramento
l'ingrossamento della milza e dei linfonodi probabilmente non si risolveranno del tutto, permanendo un certo ingrossamento, ma ciò è normale
anche la persistenza di febbricola è in linea col un quadro di risoluzione della fase acuta della malattia

il Cytomegalovirus causa una malattia che per certi versi è simile al quadro clinico della mononucleosi.

Quando potrà tornare a praticare attività sportive di un certo impegno? quando lei stesso si sentirà pronto a farlo, cioè non si sentirà più stanco; con la raccomandazione di riprendere il tutto senza strafare e con molta gradualità

Per ulteriori info sulla mononucleosi
https://www.medicitalia.it/02it/consulto.asp?idpost=245463
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 181XXX

Capito. Io, ad un mese dalla diagnosi, avverto comunque una certa stanchezza, oltre al mal di testa che inizia nelle ore pomeridiane e scompare con una bella nottata di sonno.
Un altro paio di domande. I Neutrofili così bassi sono normali? E quelle lievi alterazioni al quadro sieroproteico?
Grazie per la risposta. Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
vi è una neutropenia relativa perché sono aumentati i linfociti
le lievi alterazioni del quadro sieroproteico sono compatibili con il quadro clinico
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#6] dopo  
Utente 181XXX

Salve Gentile Dottore, le riporto per esteso le analisi svolte in data 10/11/11.

URICEMIA: 7 (3 - 7)
GOT/AST: 35 (0 - 40)
GPT/ALT: 75 (0 - 60)
FOSFATASI ALCALINA: 115 (38 - 145)
Proteine totali : 9

Albumina: 55%
alfa 1: 2,3%
alfa2: 12,2%
beta1: 9,4 %(6 - 9)
Beta 2: 6,9% (2 - 5)
Gamma: 14,9%

LDH: 200 (85 - 227)
CPK: 58 (39 - 308)

(niente di anomalo nell'esame emocromocitometrico)

Neutrofili: 41,3
Linfociti: 46,2
Moniciti:9,1
Eosinofili: 2,6
Basofili:0,8

VES: 9,5 (0 - 10)
PCR: 5 (0 - 10)

ANTICORPI ANTI EBV VCA
igG: 76 (positivo: superiore a 25)
igM: 60 (positivo: superiore a 40)

Ho ancora febbricola, la sera arriva a 37 e pochi decimi.. Il mio medico curante al momento non c'è, per cui vorrei sapere se sono ancora infettivo e se le igM positive indicano che sono ancora infetto. I linfonodi si sono sgonfiati quasi del tutto. Avverto ancora stanchezza mentale, riesco a restare concentrato sui libri per massimo mezz'ora continua, dopodicchè devo fermarmi.
Dovrei stare ancora a riposo? E per quanto riguarda le proteine beta 1 e beta2 che sono lievemente aumentate? Ovviamente appena il medico curante torna, gli porterò il risultato delle analisi.

Grazie per le risposte,
Cordiali saluti.

[#7] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
tutti gli esami che erano anomali sono in via di miglioramento
e la stanchezza potrà rimanere per un certo tempo, a volte anche qualche mese

le attività più gravose, tra cui quelle sportive, dovranno essere riprese molto gradualente
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#8] dopo  
Utente 181XXX

Grazie per la pronta risposta.. Ma sono ancora infettivo? Cioè posso ancora contagiare? Il dottore secondo lei mi lascerà uscire con certificato medico?

Grazie in anticipo per la risposta
Cordiali saluti.

[#9] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
per quanto riguarda l'infettività, il virus a volte rimane nella saliva anche per molti mesi;
con ciò, non voglio dire che deve restare recluso a lungo; potrà uscire, adottando alcune cautele, come quella di non prendere freddo e rischiare una sovrapposizione infettiva di altri batteri comuni dato che il suo sistema immunitario è ancora un po' più debole del nomale...
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it