Utente 636XXX
Sono un ragazzo di 20 anni ed ho avuto un rapporto con un uomo che mi rassicura di non essere sieropositivo e di aver praticato sempre del sesso protetto.
C'è stato un reciproco rapporto orale senza preservativo ed un rapporto anale protetto.
In quei giorni avevo una gengiva infiammata.
Inoltre ho inserito un mio dito leggermente all'interno del suo ano, e poi ho passato lo stesso dito sul mio ano, superficialmente.
5 giorni dopo questo rapporto ho avuto febbre 37.4 scesa a 36.7 con un antiinfiammatorio; è durata un giorno.
Oltre la febbre: mal di gola, raffreddore che dura anche adesso (3 giorni dopo la febbre).

Qual è il rischio di essere stato contagiato dal virus dell'hiv?
Grazie

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Il rapporto che descrive è a rischio, esegua il test a 40 ed a 100 giorni. La sintomatologia è molto aspecifica .
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 636XXX

Grazie per la risposta.

Ma ho commesso un errore nella scrittura della domanda: Durante il rapporto orale non avevo alcuna gengiva infiammata! Era guarita 20 giorni prima circa.

Inoltre il dito con cui ho toccato l'ano del mio partner l'ho semplicemente poggiato per circa 2 secondi sul mio ano. Senza penetrare

Mi saprebbe indicare l'ordine di grandezza del rischio?
Mi devo preoccupare?
Grazie

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Da ciò che riferisce si configura un rischio nel rapporto orale.
Marcello Masala MD

[#4] dopo  
Utente 636XXX

Grazie infinite per la Sua tempestiva risposta.

Purtroppo non ricordo se il giorno del rapporto orale avevo ancora la gengiva lievemente infiammata, probabilmente sì.

Inoltre non vi è stata eiaculazione, ma ho notato la presenza di liquido pre-sperma...

Sono molto alte le probabilità di essere stato contagiato dal virus hiv?

Scusi le ripetute domande, ma può capire che sono in uno stato psicologico abbastanza "instabile".

Scusi ancora per il disturbo e La ringrazio per il servizio.

[#5] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Rispetto ai rapporti insertivi il rischio è più basso.
Marcello Masala MD

[#6] dopo  
Utente 636XXX

Ma potrei aver contratto in virus anche in seguito al mio dito inizialmente inserito nell'ano del mio partner e dopo poggiato sul mio ano per qualche secondo?
grazie

[#7] dopo  
Utente 636XXX

Scusi le ripetute domande ma questa sera ho notato che sulla lingua, in fondo, verso la gola sono comparse delle bolle poco arrossate...Non mi provocano dolore e sono situate principalmente ai lati della lingua.. Faccio fatica a vederle perche' sono nella parte finale della lingua.
Possono essere indice di infezione virale?

[#8] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
La diagnosi non è mai sintomatologica, il segno che descrive è del tutto aspecifico. Alle altre domande ho già risposto.
Marcello Masala MD

[#9] dopo  
Utente 636XXX

Certo, grazie per la risposta.
E per l'ottimo servizio che offrite.
Buona giornata

[#10] dopo  
Utente 636XXX

Scusi se la disturbo ancora dottore.
Dopo i sintomi da me sovracitati (febbre per un giorno, raffreddore e mal di gola) sono stato bene per una settimana.
Ma stamattina mi sono svegliato con un leggero dolore addominale. Ho defecato una sostanza giallastra liquida. Questa mattina sono andato in bagno per tre volte.
Adesso non ho dolori addominali.. Ma sento rumori nello stomaco.

Questo sintomo potrebbe essere riconducibile alla sieroconversione?

Grazie

[#11] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Eviti l'autodiagnosi ed esegua il test.
Marcello Masala MD

[#12] dopo  
Utente 636XXX

Ho eseguito delle analisi di routine a 40 giorni dopo l'ultimo rapporto a rischio.
Le analisi comprendevano:
emocromo
ves
transaminasi
esame delle urine
...

Erano tutte nella norma.

Come posso giudicare questo risultato ai fini del contagio hiv?
Ha significato?

Grazie

[#13] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentilissimo paziente avere gli esami che cita in ordine è comunque importante, ma il dato non è indicativo di negatività o meno all'HIV.
Marcello Masala MD