Utente 296XXX
Buonasera, ho un problema da prospettarvi, sono al 9° mese di gravidanza, e durante gli esami di routine nel primo trimestre ho riscontrato di essere positiva al vdrl e di avere un tpha 1:1280. Dopo una visita specialistica da un'infettivologa mi viene prescritta una cura di 10 punture di ceftriaxone (ritenuto meno dannoso per la gravidanza), ho ripetuto gli esami dopo un mese e sono risultata negativa al vdrl e tpha 1:320. Ho ripetuto gli esami dopo qualche settimana e abbiamo notato che i valori erano ritornati positivi come in origine, quindi ho provveduto a ripetere la stessa terapia e gli stessi esami dopo i tempi previsti, e i valori si sono negativizzati. Nell'ultimo trimestre di gravidanza ho provveduto a ripetere gli esami di routine (con scadenza mensile), e i valori erano ritornati positivi, dopo aver ripetuto la terapia e gli esami, il risultato è stato il seguente: vdrl debolmente positiva e tpha 1:640, la terapia questa volta, sul consiglio del ginecolo, è stata di 20 punture consecutive sempre di ceftriaxone; nonostante ciò il risultato è sempre uguale, debolmente positiva e 1:640.(sotto consiglio del ginecologo e proprio perchè prossimi al parto, gli esami sono stai effettuati durante la cura antibiotica e anche dopo 3 giorni dalla fine della stessa).
Da premettere che non so come sia potuto avvenire il contagio e che mio marito è risultato per ben 4 volte negativo agli stessi esami, ora ho chiesto al ginecologo per quanto riguarda il parto e l'allattamento, mi ha risposto che per il parto non ci saranno problemi perchè farò taglio cesareo,invece per l'allattamento deve ancora informarsi.
Le mie domande a questo punto sono:

E' possibile che sia avvetnuto il contagio?(secondo il ginecologo no, perchè è stata trattata in tempo cioè entro la 16° settimana e comunque monitorata continuamente)
Potrò allattare la bambina?
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr.ssa Cristiana D'Orsi

20% attività
0% attualità
0% socialità
TREZZANO SUL NAVIGLIO (MI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Buongiorno
Non sono un medico e pertanto non ho le competenze per una risposta corretta e appropriata.
Cordialmente
Cristiana D'Orsi
Dr.ssa Cristiana DOrsi
Psicologa Psicoterapeuta in Gestal Therapy
Psicologa dell'infertilità