Utente 836XXX
Gentile dottore, vorrei chiederle un chiarimento a qualche dubbio che ho:
1) L'anemia mediterranea e l'hiv possono trasmettersi anche per via orale (per es. se nella bocca del partner ci sono piccoli segni di sangue o gengiviti)? in particolare, l'anemia mediterranea è contagiosa?
2) Ho fatto un test hiv dopo 5 mesi dalla data di un possibile episodio di contagio (non quello per cui ho i dubbi alla prima domanda) ed è risultato negativo. Il fatto che stessi assumendo cipralex 20mg -1compressa al dì e 5 gocce di rivotril al dì da due settimane, può aver inficiato la validità e l'attendibilità del test? (la mattina del prelievo, comunque, non avevo assunto farmaci)
Grazie

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
L'anemia mediterranea non è una malattia trasmissibile nè infettiva. Un test HIV negativo non è falsato dai farmaci citati e se eseguito a cinque mesi dall'eventuale rischio è assolutamente definitivo.
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 836XXX

Egr. dr. Masala,
ringraziandola per la sua cortese risposta, volevo solo aggiungere un ultimo dubbio: ho letto proprio da questo sito che il tet hiv potrebbe essere falsato dall'assunzione di cortisonoci.
Ora, tra marzo e aprile, avendo sofferto di asma, ho assunto per via aerobica Aliflus Diskus 50/250, Oxivent spray e a volte Ventolin.
Un paio di volte ho assunto anche una compressa di bentelan.
In ogni caso ho smesso la terapia nel mese di aprile ed ho effettuato il test hiv a settembre.
Tale test può considerarsi attendibile?
Ringraziandola nuovamente, la saluto.

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Mi segnali dove ha letto tutto ciò. Il test da lei eseguito è comunque affidabile stia sereno.
Marcello Masala MD

[#4] dopo  
Utente 836XXX

Grazie dr. Masala!
Non saprei dirle ora con precisione in quale parte del sito ho letto del rapporto tra cortisonici e test hiv, perchè ho individuato la notizia tramite motore di ricerca.
Grazie ancora.
La saluto