Utente 122XXX
Buongiorno,

Sono informato sul fatto che i rapporti orali non protetti espongono al rischio di MST, ma una cosa non mi e' chiara al 100%.

Il mio medico di base dice che chi riceve una fellatio ha rischio molto remoto di prendere chlamidia, gonorrea e ureoplasma perche' chi ha rischio reale e' colui che pratica la fellatio.

Volevo sapere se cio' corrisponda al vero o se in realta' anche colui che riceve la fellatio e' a rischio per questi 3 batteri.

Grazie molte.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
se fa una ricerca sul sito, in questa sezione abbiamo sempre detto che una fellatio con partner occasionale, recettiva o insertiva e non protetta, espone a tutti i rischi di MST sia per il "passivo che per l'"attivo".
Tra le MST ci sono la Gonorrea, la Chlamydia spp, e l'Ureaplasma Urealyticum.
Ciò che dice il suo medico è pericolosamente fuorviante e non corrisponde alla realtà infettivologica.
Continuiamo a ribadire che i rapporti oro genitali, tranne il cunnilingus per ragioni logistiche, che dovrebbe esserre praticato solo in una coppia chiusa e fedele, DEVONO ESSERE PROTETTI DAL PROFILATTICO!
Ovviamente ognuno è libero di fare quel che gli pare ma un medico deve dare informazioni reali.
Quindi aggiorni il suo Curante che se propala le affermazioni che lei ha riferito diventa inconsapevolmente un "untore" di manzoniana memoria.
Qui tutto si svolge nell'anonimato perfetto: se avessi saputo chi fosse non avrei esitato a segnalarlo al suo ordine di appartenenza.
Un cordiale saluto.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.