Utente 100XXX
Buongiorno. Spero di aver scelto la sezione giusta perchè so che avete moltissime domande a cui rispondere.
Vorrei sottoporvi i risultati di un'analisi del sangue di qualche giorno fa.
Ma parto da principio: Mi ero recato dal medico di base per un leggero dolore in zona sternale che mi aveva fatto pensare a dei linfonodi dolenti.
Il mio medico era in vacanza e sono andato da un sostituto che mi ha prescritto un'analisi del sangue, delle urine e una ecografia nella zona. Il medico in questione si è mostrato tranquillo,senza aver rilevato nulla di così preoccupante. Anche il dolore nella zona non era particolarmente reattivo al tatto. Mi ha prescritto gli esami per prassi.
Io pensavo di avere avuto un'attacco di ipocondria visto che ultimamente mi trovo in una cndizione di particolare stress psicologico.
Invece gli esami hanno evidenziato i seguenti dati fuori dai parametri:

Neutrofili 39.2;
Linfociti: 48.1;
Urobilinogeno: 2.00.;
E' anche segnalato un peso specifico urine di 1028;

Gli esami effettuati nel complesso sono stati i seguenti:

Emocromo con formula;
Ves;
Glucosio;
Creatina;
Trigliceridi;
Colesterolo;
Elettroforesi;
Ast;
Ves;
Gamma gt;
Alt;
Esame urine completo;

Gli unici dati fuori dai parametri sono quelli che ho indicato sopra.
Non ho fatto invece l'ecografia,ritennedola per ora inutile.

Così dopo i risultati sono andato dal mio medico di base che nel frattempo era tornato dalle vacanze. Tuttavia era la sua ora dedicata alle urgenze e non ai colloqui pertanto ho avuto con lui un incontro breve e frettoloso.
Mi ha rassicurato dicendomi che i valori indicati non presentano necessariamente un problema serio in corso visto anche che il grafico dell'elettroforesi sieroproteica risulta a suo dire perfetto. E che l'urobiligeno può avere quel valore anche semplicemente a causa del caldo e della forse poca acqua(in effetti ne ho bevuta poca ultimamente e ho sudato parecchio).
Al momento della visita il dolore in zona sternale era passato e anche nei giorni precedenti andava e veniva e a me sembra che si presentasse in momenti di forte stress e rabbia(forse la causa è tutta psicologica?).
C'è una preoccupazione che non ho esposto ai medici. Al primo perchè non mi era venuto in mente e al secondo perchè l'incontro è stato fugace e fuori orario colloqui.
La preoccupazione è la seguente: io abito con un parente che ha l'epatite b, e di recente sono stato a contatto con una ragazza che ha l'epatite c, con la quale ho scambiato giusto qualche timido bacio.
Secondo voi visti i risultati è necessario tornare dal medico e fare degli esami più specifici? E nel caso quali?
Grazie mille.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
il PS di 1028 delle sue urine è alto, ciò può significare che fosse disidratato, che le urine fossero concentrate e spiegare la presenza di Urobilinogeno.
Laddove la formula leucocitaria che riporta ancorchè invertita non ha significato clinico.
Vivere con un parente che ha l'HBV non significa necessariamente infettarsi: ad ogni modo se il suo dubbio è questo si faccia prescrivere
HBsAg
HBsAc
entrambi con metodica quantitativa.
Se non è protetto contro HBV si faccia vaccinare che è una santa cosa.
L'HCV non è considerata una MST e tantomeno si trasmette con un bacio. Quindi il suo secondo timore è privo di fondamento.
Stia tranquillo e sereno perchè prevedo per lei una lunga vita in buona salute.
Cordialità.
Caldarola MD

[#2] dopo  
Utente 100XXX

La ringrazio della rapida risposta.
Se i valori della formula leucocitaria non hanno valore clinico,stessa cosa che mi è stata detta dal mio medico,credo che per ora posso stare abbastanza tranquillo. Anche per quanto riguarda la disidratazione i conti tornano,avendo camminato molto al sole e avendo avuto molta sete dopo(probabilmente avrei dovuto bere di più prima). Il medico mi ha comunque prescritto un nuovo emocromo tra un mese e vedrò come vanno le cose.