Utente cancellato
Salve a tutti,
Mi chiamo Marco,ho 29 anni e via a Jesolo in provincia di Venezia.
Sono qui a chiedere un vostro parere su quanto mi sta accadendo,grazie in anticipo e sotto troverete la mia storia.
Durante il mese di Agosto ho avuto degli episodi definiti come crisi comiziali dagli operatori del pronto soccorso di Jesolo e San donà di piave.
Gli attacchi sono iniziati verso il 10 agosto,si sono verificati sempre di notte ed hanno avuto una durata di un paio di minuti,in tutto ho avuto sette attacchi, quasi in ogni occasione sono stati allertati i medici del pronto soccorso,ma al loro arrivo stavo bene ero cosciente,e solo un po’ confuso.
Su consiglio del mio medico dopo il secondo attacco ho eseguito un eeg il giorno 18 agosto presso il reparto di neurologia del ospedale di Portogruaro,il referto è il seguente:
• TRACCIATO A RIPOSO COSTITUITO DA UN RITMO DI FONDO ALFA A 9 C/S,MEDIOVOLTATO,BILATERALE,SIMMETRICO,STABILE,REAGENTE,IPERPNEA E SLI INEFFICACI.
CONCLUSIONI: ATTIVITA’ ELETTRICA CEREBRALE NORMALE.
Dopo questa visita ho avuto altri 5 attacchi sempre della stessa intensità e durata.
Al ultimo attacco sono stato ricoverato presso il reparto di neurologia del ospedale di Portogruaro,il ricovero è iniziato il giorno 2.09.2012 e sono stato dimesso il 8.09.2012 con la seguente lettera di dimissione.
• Diagnosi: epilessia idiopatica
• Anamnesi patologica remota: non riferite significative patologie degne di nota
• Terapia farmacologica domiciliare:nessuna
• Anamnesi patologica prossima: durante la settimana che ha preceduto il ricovero ha riferito ricorrenti durante il sonno notturno,episodi convulsivi con scosse tonico-cloniche,morsus,stato confusionale post critico.
• Giunto alla nostra osservazione inviato in visita neurologica specialistica dai colleghi del P.S è stato ricoverato per gli accertamenti e le cure del caso. Ha eseguito in P.S Tc encefalo risultata negativa per lesioni acute.
• Esame obbiettivo neurologico al ingersso: vigile,orientato,nervi cranici indenni,forza muscolare conservata ai quattro arti,prove cerebellari correttamente eseguite,ROT simmetrici,sensibilità indenni,deambulazione indenne. Segno di morsus linguale.
• Durante la degenza sono stati eseguiti i seguenti esami:
• Esami ematobiochimici (emocromo,formula leucocitaria, PT,PTT,INR,d-dimero,glicemia,uricemia,colesterolo totale,colesterolo HDL,trigliceridi,urea,creatinina,sodio, potassio,calcio,proteine totali,bilirubina totale,GOT,GPT,Ggt,LDH,ANA,antifosfolipidi,markers neoplastici): si segnala PCR 1.8 mg/dl, colesterolo totale 212 mg/dl, gGT 32 Ul/l, Folati 3.7 ng/ml.
• ECG: ritmo sinusale;nei limiti della norma
• Elettroencefalogramma:tracciato alterato per diffuso rallentamento del ritmo di fondo e presenza di elemento di verosimile significato irritativo in sede frontale destra in corso di iperpnea.
• RX torace:non evidenziabili lesioni pleuro-parenchimali a focolaio in atto.
• RM encefalo:non significative aree di alterato segnale proveniente dalla sostanza bianca e grigia sovra e sottotentrionale in asse le strutture della linea mediana, Cavità ventricolari e spazi sub aracnoidei di ampiezza regolare. Non alterazioni sel macrocircolo arterioso intracranico.
• Evoluzione del quadro clinico:durante la degenza il quadro clinico si è mantenuto stabile,nella norma. Non sono state rilevate crisi.
• Esame obbiettivo neurologico alla dimissione: vigile,orientato,nervi cranici indenni forza muscolare conservata ai quattro arti,prove cerebellari correttamente eseguite,ROT simmetrici,sensibilità indenni,deambulazione atassica con allargamento della base di appoggio.
• Terapia consigliata a domicilio:
• Keppra 500mg 1 cpr ore 8.00 1 cpr ore 20.00
• Torvast 20 mg 1 cpr ore 20.00
• Folina 1 cpr ore 8.00
Si consiglia controllo EEG e visita neurologica fra sei mesi.
Premetto che molti di questi esami sono stati eseguiti solo al mio arrivo in P.S e poi per tutta la degenza non sono stati più ripetuti EEG,RX,ECG.
Durante gli esami eseguiti sono risultato positivo al THC Delta-9-tetraidrocannabinolo (non ho mai fatto uso di sostanze stupefacenti ne di alcool) dopo aver insistito con il primario è stato eseguito il test nuovamente ed è risultato negativo.
Quali sostanze possono rendere positivo il test? Non sono stato in contatto con nessuno che faccia uso di tali sostanze.
Durante il mese di agosto ho avuto vari malesseri e mi sono sempre rivolto al mio medico di base,precisamente ho avuto:
• Primi di agosto:febbre a 38.5-39.0 per un paio di giorni
• Metà agosto:Male alla gola
• Metà agosto:Dolore al centro schiena fra le scapole
• Metà agosto:Dolore al altezza del fegato (che ho tuttora)
• Metà agosto:eritema diffuso su braccia e gambe in alcuni punti con sanguinamento (definito eczema topico)
• Metà agosto:Dolore al altezza dei reni (che ho tuttora)
• Metà agosto:Fitte lancinanti della durata di qualche secondo alla spalla destra
• Metà agosto:Sensazione di ribollire alla tempia destra per qualche minuto più volte al giorno
• Tuttora se provo a distendermi con la schiena a terra ho delle fitte a centro schiena così forti da costringermi ad alzarmi,idem se sto di lato.
Sempre durante il mese di agosto ho utilizzato i seguenti farmaci,le date di utilizzo a memoria non le ricordo e nemmeno le quantità.
• Bentelan 1 mg
• Clavulin 875+125 mg
• ketodol 25+200 mg (2 alla volta su consiglio del farmacista)
• Oki qualche bustina al bisogno (sempre lontano da altri farmaci di almeno 8 h)
• Voltaren fiale 75mg/3ml (per via orale,non avendo nessuno che mi faceva iniezioni)
• Iodosan gola action
• Desketo
• Integratore vitamina b
• Tachipirina
• Autan Family varie bombolette (spruzzato sulla pelle in auto e in casa)

Professionalmente ho lavorato per 12 anni in carrozzeria come verniciatore e da tre lavoro come tecnico per un colorificio,utilizzo abitualmente vernici e composti chimici,nel mese di agosto sono entrato in contatto con i seguenti componenti.
Name CAS# % by weight
PRODOTTO UNO
BUTYL ACETATE 123-86-4 35-45%
XYLENE MIXED ISOMERS 1330-20-7 10-25%
METHOXYPROPANOL 107-98-2 5-10%
ALUMINIUM 7429-90-5 1-5%
BUTANOL 71-36-3 1-5%
ETHYL BENZENE 100-41-4 1-5%
1-METHOXY-2-ACETOXYPROPANE 108-65-6 1-5%
ISOPROPANOL 67-63-0 1-5%
STYRENE 100-42-5 0,1-1%
PRODOTTO DUE
ESANO,1,6-DIISOCIANATO-,OMOPOLIMERO 28182-81-2 50-75%
XILENE 1330-20-7 10-25%
ETILBENZENE 100-41-4 2,5-10%
2-BUTOSSIETIL ACETATO 112-07-2 2,5-10%
ACETATO DI N-BUTILE 123-86-4 2,5-10%
NAFTA SOLVENTE (PETROLIO) AROMATICA LEGGERA 64742-95-6 1-2,5%
1,2,4-TRIMETILBENZENE 95-63-6 1-2,5%
MESITILENE 108-67-8 0-1%
CUMENE 98-82-8 0-1
PRODOTTO TRE
NAFTA (PERTOLIO) FRAZIONE PESANTE DI HYDROTREATING 64742-48-9 50-75%
XILENE 1330-20-7 10-25%
NAFTA (PETROLIO) PESANTE IDRODESOLFORATA 64742-82-110-25 10-25%
2-METILPROPAN-1-OLO 78-83-1 2,5-10%
ETILBENZENE 100-41-4 2,5-10%
NAFTA SOLVENTE AROMATICO 1-2,5%
1,2,4-TRIMETILBENZENE 95-63-6 0-1%
PRODOTTO QUATTRO
ACETATO DI N-BUTILE 123-86-4 10-25%
XILENE 1330-20-7 10-25%
3-ETOSISSIPROPIONATO DI ETILE 763-69-9 2,5-10%
ETILBENZENE 100-41-4 2,5-10%
SEBACATO DI BIS (1,2,2,6,6-MENTAMETIL-4-PIPERIDILE) 41556-26-7 0-1%
MISCIELA DI a-3-(3-(2H-BENZOTRIAZOL-2-il)-5-TERZ-BUTIL-4-IDROSSIFENIL)PROPINOIL-w-IDROSSIPOLI(OSSIETILENE) e a-3-(3-(2H-BENZOTRIAZOL-2-il)-5-TERZ-BUTI-IDROSSIFENIL)PROPIONILw-3-(3-(2H-BENZOTRIAZOL-2-il)-5-TERZ-BUTIL-4-IDROSSIFENIL)PROPIONILOSSIPOLI(OSSIETILENE) 0-1%
SEBACATO DI METILE E 1,2,2,6,6-PENTAMETIL-4-PIPERIDILE 82919-37-7 0-1%













Ovviamente non sono tutti i prodotti utilizzati ma solo alcuni (quelli che uso di più)
Posso comunque fornire le schede di sicurezza a richiesta di ogni composto usato.
Ad ogni utilizzo utilizzo sempre i DPI previsti dalla normativa:

Durante il mese di agosto non ho auto situazioni particolarmente stressanti le ore lavorative sono state le stesse di sempre ( 6 ore presso clienti – 3 o 4 ore in auto – e 3 ore di pc circa).
Faccio una dieta abbastanza squilibrata questo lo so,a pranzo mangio quasi sempre pizza (la adoro)
Fumo Marlboro light circa 20 al giorno,per un periodo ho fumato quelle al mentolo sempre la medesima quantità.
Dormo circa 6 ore per notte da sempre.
Non faccio molta attività fisica.

Quindi non credo che il mio stato di epilessia possa essere causato da situazioni stressanti.
In famiglia non ci sono stati casi di epilessia.

A breve farò una visita con il medico del lavoro della mia azienda per valutare assieme cosa fare,ovviamente non posso accettare la diagnosi fatta,per me è una condanna a morte professionalmente e comunque non spiegherebbe tutti gli altri sintomi che ho,tutte queste cose sono state specificate chiaramente ai medici del ospedale ma la loro diagnosi è rimasta invariata nonostante non siano stati eseguiti alcuni esami specifici per chiarire la mia situazione,nemmeno dopo le mie insistenze.

C’è da dire che ho abusato del Autan e documentandomi ho scoperto che il composto chimico principale ha già dato effetti simili ai miei su persone sane,ed ha addirittura causato dei decessi.


Effects on health
As a precaution, manufacturers advise that DEET products should not be used under clothing or on damaged skin, and that preparations be washed off after they are no longer needed or between applications.[15] DEET can act as an irritant;[5] in rare cases, it may cause severe epidermal reactions.[15]
In the DEET Reregistration Eligibility Decision (RED), the United States Environmental Protection Agency (EPA) reported 14 to 46 cases of potential DEET-associated seizures, including 4 deaths. The EPA states: "... it does appear that some cases are likely related to DEET toxicity," but observed that with 30% of the US population using DEET, the likely seizure rate is only about one per 100 million users.[16]
The Pesticide Information Project of Cooperative Extension Offices of Cornell University states that "Everglades National Park employees having extensive DEET exposure were more likely to have insomnia, mood disturbances and impaired cognitive function than were lesser exposed co-workers".[17]
When used as directed, products containing between 10% to 30% DEET have been found by The American Academy of Pediatrics to be safe to use on children as well as adults but recommends that DEET not be used on infants less than two months old.[15]
Citing human health reasons, Health Canada barred the sale of insect repellents for human use that contained more than 30% DEET in a 2002 re-evaluation. The agency recommended that DEET-based products be used on children between the ages of 2 and 12 only if the concentration of DEET is 10% or less and that repellents be applied no more than 3 times a day, children under 2 should not receive more than 1 application of repellent in a day and DEET-based products of any concentration not be used on infants under 6 months.[18][19]
DEET has been found to inhibit the activity of a central nervous system enzyme, acetylcholinesterase, in both insects and mammals.[20] This enzyme is involved in the hydrolysis of the neurotransmitter acetylcholine, thus playing a role in the function of the neurons which control muscles. Because of this property, many insecticides are used to block acetylcholinesterase, which leads to an excessive accumulation of acetylcholine at the synaptic cleft, causing neuromuscular paralysis and death by asphyxiation.[21] DEET is commonly used in combination with insecticides and has the capacity to strengthen the toxicity of carbamates,[22] a class of insecticides known to block acetylcholinesterase. These findings bring evidence that, besides having known toxic effects on the olfactory system, DEET also acts on the brain of insects, and that its toxicity is strengthened in combination with other insecticides.
Fonte: https://en.wikipedia.org/wiki/DEET





Siamo sempre più sotto attacco dalla zanzare. Non so voi, ma la mia impressione è che di anno in anno ce ne siano un poco di più, e sempre più "cattive".
Mai come oggi la chimica ci torna utile per risolvere questo spiacevolissimo problema, che può rovinare serate romantiche o uscite con gli amici. Basta trovare un posto vicino ad una pozza d'acqua ed ecco che parte l'assalto dei succhiasangue.

Non sto a fare nomi di marchi di pesticidi o repellenti, i conosciamo tutti. Quello che uccide tutto ciò che incontra, quello che non unge, quello che ti da pure un senso di freschezza; tutto questo, mentre respingono zanzare su zanzare attorno a voi.

Ci siamo mai chiesti cosa contengono questi repellenti? Beh, le composizioni chimiche sono sotto gli occhi di chiunque abbia un repellente per inzetti e zanzare.
Andate nella parte relativa alla chimica del prodotto, e cercate qusta sigla: DEET.

Il DEET, detto anche N,N-Diethyl-3-methylbenzamide o dietiltoluamide, è un prodotto di sintesi contenuto in molti repellenti anti-zanzare, in diverse concentrazioni. E' il prodotto più efficace conosciuto che possa combattere le zanzare, viene studiato da oltre 40 anni, e viene considerato valido e sicuro.
Agisce sugli organi ricettivi delle zanzare, rendendovi "invisibili" o poco appetibili per questi spiacevoli insetti (toh, proprio ora una mi ha beccato...).

Ma sulla sua innocuità non sembrano essere convinti i ricercatori francesi delle Università di Montpellier e Angers, che stanno proprio studiando l'effetto del DEET sull' essere umano. Vincent Corbel, dall' Istituto di Ricerche per lo Sviluppo, sostiene che "Abbiamo trovato che il DEET non è semplicemente un modificatore dei recettori chimici, ma inibisce anche l'attività di un enzima-chiave del Sistema Nervoso Centrale, l' acetilcolinesterasi , sia negli insetti che nei mammiferi.

Questo enzima è di vitale importanza per la comunicazione tra il sistema nervoso e quello muscolare. Non ha caso, molti veleni e tossine agiscono proprio su questo enzima, bloccando i muscoli della vittima. E, per esempio, rappresenta una delle speranze per la regressione dei sintomi di Alzheimer.

Il DEET agisce quindi sulsistema nervoso, con effetti simili su insetti e mammiferi. "Queste scoperte pongono dubbi sulla sicurezza del DEET, in particolare in combinazione con altre sostanze chimiche; e mettono in luce l'importanza di un approccio multi-disciplinare per lo sviluppo di repellenti per insetti sicuri per la salute pubblica" sostiene Corbel.

Infatti, il team ha rilevato come il DEET, che viene spesso associato ad altre sostanze che si trovano nei comuni insetticidi, possa aumentare la sua pericolosità se combinato con altre agenti chimici dei tradizionali pesticidi.

Sebbene il DEET abbia una casistica relativamente bassa di casi infausti (14 crisi epilettiche e 4 morti), i casi di avvelenamento cronico paiono essere più frequenti. Uno studio della Cornell University ha notato come i dipendenti dell' "Everglades National Park" esposti al DEET avessero subito alterazioni dell' umore, insonnia e funzioni cognitive alterate. Pare quindi che si apra una nuova direzione di ricerca orientata a scoprire i danni a lungo termine di questi prodotti.

Fonte: http://www.ditadifulmine.com/2009/08/repellenti-per-zanzare-dannosi-per.html
Altra fonte che non copio per eccessiva lunghezza : http://www.epa.gov/pesticides/factsheets/chemicals/deet.htm

Che possa essere questa la causa di tutti i mei mali? Ovviamente ammetto la mia negligenza nel utilizzo/abuso di tale prodotto,non sapevo fosse così pericoloso.
Non sono qui per colpevolizzare chi mi ha curato fino ad ora,anzi potendo lo ringrazio pubblicamente,ma voglio chiarire la mia situazione e capire che diavolo mi sta succedendo!

Accetto ogni parere consiglio datomi.
Grazie a tutti

[#1] dopo  
Dr.ssa Susanna Borriero

24% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile Utente, ho letto con attenzione la sua storia. Non è nelle mie facoltà poterle dare una risposta attendibile ma sicuramente mi sento di consigliarle di riferire quanto ha scritto ai medici che la tengono in cura nonchè al medico competente. Per quanto riguarda l'abuso di repellente anti zanzare è vero che il DEET a dosi massicce è un neurotossico, quindi alla luce di quanto ha raccontato è davvero raccomandabile parlarne con il suo neurologo.
Cordiali saluti
Susanna Borriero