Utente 294XXX
Buongiorno,
sono alla decima settimana di gravidanza e soffro di rinite vasomotoria,patologia che al momento non posso curare visto il divieto di utilizzo di cortisonici.Data la patologia e dato che il mio lavoro comporta l'utilizzo di acidi (reagenti per oro), mi chiedevo se questi ultimi possano essere influenti nella rinite e soprattutto se siano pericolosi per la mia gravidanza.Se sì mi chiedo se sia il caso di richiedere il congedo per malattia o maternità anticipata.
Sono preoccupata e ringrazio i medici che vorranno rispondermi.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr.ssa Susanna Borriero

24% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
prima di addentrarsi sulla tipologia di prodotti chimici utilizzati e sul tipo di lavoro che lei svolge e del quale non ci da alcuna informazione, è bene che lei informi il Medico Competente della sua azienda della sua gravidanza. Il suo Medico del Lavoro aziendale è la persona più titolata per darle tutte le informazioni ed eventualmente prendere provvedimenti a tutela sua e del nascituro. Non lasci passare altro tempo.
Cordiali saluti
Susanna Borriero

[#2] dopo  
Utente 294XXX

Gentile Dott.ssa,
non credo di avere un medico aziendale a disposizione visto che sono dipendente di un privato,riguardo al mio lavoro sono commessa in un negozio che acquista oggetti preziosi usati. All'atto dell'acquisto gli oggetti vanno saggiati con degli acidi specifici contenenti acido nitrico, se le può essere utile le sigle sono: R34,R35 e poi S 2/23/26.
Lei ritiene che ci siano le condizioni per inoltrare una richiesta di congedo di maternità anticipata?inoltre se la rinite di cui soffro fosse in qualche modo correlata alle suddette sostanze,cosa che sto accertando tramite esami specifici effettuati dal mio otorino di fiducia,potremmo parlare di malattia professionale?in tal caso come devo agire?
Grazie per l'eventuale risposta