Utente
Premetto di essere un tipo abbastanza asioso, ma da 2 giorni ho perso la cognizione del sonno.

Ho SEMPRE dormito tanto, bene e non ho mai avuto problemi di insonnia (pur essendo molto soggetto a paralisi ipnagogiche).

Prima della quarantena mi mettevo nel letto alle 10-11 di sera e mi svegliavo di mattina presto, ma da quanto è cominciata la quarantena sono andato sempre scalando fino ad arrivare ad andare a dormire alle 3-4 svegliandomi all'ora di pranzo.

Ma due tre notti fa è iniziata tutta questa brutta situazione.
Ve la elenco in ordine di giorni dall'inizio degli eventi:

- Venerdì 29: andai a dormire verso le 3 ma non riuscivo a prendere sonno, così, vedendo ciò, subentrò l'ansia e passai la notte in bianco, ma la mattina seguente, intorno alle 9 andai a letto e mi svegliai verso le 13: 20.


- Sabato 30: Tutto Ok! Andai a dormire verso le 4 e mi svegliai alle 8: 30 per poi riaddormentarmi un pò dopo e risvegliarmi verso 12: 00 (con qualche solito episodio di paralisi ipnagogica al risveglio).


- Domenica 31: Qui comincia il critico, vedo che non riesco a prendere sonno e subenta l'ansia che mi fa trascorrere la notte in bianco, mi addormento solo poche ore il mattino e di pomeriggio vado in palestra.


- Stanotte invece sono stato con un ansia atroce dovuta dal panico di rieffettuare un'altra notte da sveglio... cosi non ho preso sonno nemmeno al mattino e il cuore sempre sui 92-90 bpm (premesso che io di notte ho sempre goduto di un battito molto basso)

L'ansia è accompagnata dal fatto che su Google ho visto delle cose davvero orribili... come ad esempio delle malattie che si chiamano Insonnia Familiare Fatale, questo mi mette un ansia assurda... vi prego, se potete, ditemi che posso già escludere cose simili.
(Anche perchè non ho problemi di coordinazione nei movimenti ecc.
)
Stamattina il medico mi ha prescritto delle compresse alla melatonina ed altre erbe, stanotte spero di non andare in preda all'ansia e tornare a dormire bene come 4 giorni fa... ci sono sempre voluti i fucili per svegliarmi: (

Cosa dovrei fare?
Dipende dalla mia psicosi tratta dall'ansia?
Posso escludere brutte patologie?

Stanotte mi sono fatto una dormita da quando mi sono infilato al letto fino alle 8: 50, con un solo risveglio... secondo me ha ragione mia mamma, devo smetterla, dovrei andare da uno psicologo perchè sono io che a volte proprio non mi controllo e mando in panico tutti i nervi, perdonatemi.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buongiorno

Se soffre come dice di Insonnia e più in generale di Disturbi nel e del Sonno (ad es: le paralisi in addormentamento, sonno e risveglio) è indicato il seguente iter diagnostico:

-Visita Neurologica con esperto in Medicina del Sonno,
-esame neurofisiologico quale EEG-Polisonnografia con ipnogramma.
Quest'ultimo Le fornirà molti dati circa il Suo sonno ed in particolare dall' Ipnogramma il Collega potrà avere un quadro della architettura del suo sonno, individuare il vulnus e programmare un trattamento mirato adeguato al disturbo.

Cordialmente

PS: approfitti dell'occasione per far curare la Sua ansia...
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Caro giovane,
la causa più frequente di dissonnia è il disturbo depressivo e/o ansioso che poi diventa, come ha descritto lei, da causa anche una conseguenza ed il circolo vizioso è completo. Opportuno che si sottoponga ad una valutazione neurologica per una esatta definizione diagnostica del problema di fondo cui va ascritto il disturbo del sonno. Se vuole approfondire l'argomento, può leggere questo mio articolo di cui le accludo il link.
Cordialmente
https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/200-disturbi-sonno.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it