Utente cancellato
Il consulto è per mio fratello. Salve, ho 35 anni e circa l’anno scorso giocando a pallone in spiaggia ho avuto una distorsione al ginocchio, praticamente il piede è rimasto fermo e il ginocchio si è girato verso l’interno e sono caduto. Ho fatto una tac che dice: menisco esterno regolare, menisco mediale regolare per morfologia mostra accentuata ipodensità a livello del corno posteriore ma non evidenti segni di rottura. Regolare il crociato anteriore. Il legamento crociato posteriore è ispessito e ipodenso come da lesione parziale. Modesto versamento articolare. Non lesioni ossee a focolaio.
Alle visite che ho fatto un medico mi ha consigliato l’operazione, meglio adesso che non è grave ha detto, un altro medico mi ha invece detto che sarebbe forse meglio solo potenziare il quadricipite. Io vedendo che col tempo il ginocchio non mi dava particolari problemi, non ho fatto nulla. Durante quest’anno per circa 3 volte mi è ricapitato che il ginocchio si è rigirato e sono caduto, ma senza gonfiori successivi e poco dolore. Qualche giorno fa è successo di nuovo, il ginocchio si è girato verso l’interno e sono caduto sempre mentre giocavo a pallone e questa volta il dolore è stato abbastanza ed è durato circa mezza giornata, si è gonfiato per circa una settimana, lo sentivo bloccato. Passando i giorni è migliorato, si è sgonfiato, si è sbloccato e non mi dà più particolari problemi. A parte il fatto che so che prima o poi mi opererò o comunque inizierò una qualche terapia per far tornare “normale” o quasi il mio ginocchio sotto controllo medico ovviamente, nel frattempo posso andare in bicicletta (circa 20 km al giorno) o rischio qualcosa?
Grazie
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Carlo De Michele

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile utente.
dalla sua richiesta mi pare di capire che a lei fa piacere continuae a giocare al cacio pur se mi sembra che non si alleni con regolarità e non abbia fatto un adeguato recupero e rinforzo dei quadricipiti. Per tanto ritengo che un intervento chirurgico, che oggi può essere fatto in artoscopia senza grossi traumi, sia consigliabile per lei. E' comunque ovvio che poi sarà indispensabile un' adeguata riabilitazione:E' quindi necessatrio che si sottoponga al parere di un ortopedico per la corretta valutazione del suo caso.
Si ricordi che qualsiasi attività fisica per dare a pieno i suoi effetti benefici deve essere accompagnata ad un adeguato allenamento.
Cordiali saluti
dr. Carlo de Michele
Medico Internista
Spec in Medicina dello Sport
Medicina Manuale Osteopatica

[#2] dopo  
37961

dal 2008
La ringrazio per la risposta. Effettivamente le mie intenzioni sono quelle di un'operazione ma credo che ci penserò dopo l'estate. Volevo solo sapere se nel frattempo posso ad andare in bici o questo può provocarmi dei problemi al ginocchio, premetto che ho sempre praticato diversi sport (corro e faccio pesi)e sono abbastanza allenato, forse non lo sono abbastanza i miei quadricipiti..la mia intenzione era di una vacanza in bici con degli amici in giro per la sicilia..non mi dica che devo rinunciare.
Ringrazio
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Le confermo che un intervento fatto ora (se i traumi recenti non hanno peggiorato il danno) è "più facile" di quanto lo sarebbe in presenza di lesioni più gravi, ma le consiglio, per sapere se può fare la vacanza che vorrebbe, di sottoporsi ad una valutazione medica delle reali condizioni del ginocchio.
Se non ci sono lesioni che danno instabilità, la bicicletta, ovviamente praticata con attenzione, non dovrebbe crearle problemi e/o rischi, ma per una sua maggiore tranquillità (un incidente durante la vacanza sarebbe peggio che dover ora scegliere una vacanza diversa ...) è meglio effettuare un controllo specialistico (ortopedico, medico dello sport ...).
Dottor Sergio Lupo
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com