Utente 151XXX
buongiorno a tutti i dottori,durante un test da sforzo mi sono state riscontrate delle extrasistoli ventricolari spesso a cadenza bigemina,dopo questo ho effettuato un holter e un eco,l'holter presentava durante le 24h rare extrasistoli ventricolari monoforme e isolate e l'eco non presentava nessun segno di cardiopatia tutto normale quindi;dopo una visita aritmologica il dottore decide di fare un breve ricovero elettivo per monitoraggio telemetrico,durante il riposo niente extrasistoli solo sotto sforzo,mi hanno fatto una risonanza e anche questa risultava a posto,ora sto prendendo una pastiglia da 50mg di atenololo tutte le mattine e il mese prossimo farò un altro holter e un altro test da sforzo. io sono uno sportivo e per adesso non posso fare attività isometriche solo isotoniche e che non raggiungano un picco di intensità alto,io però mi chiedo se potrò in futuro non darmi dei limiti a livello fisico e se queste extrasistoli alla fine di tutto sono benigne e innocue oppure possano innescare aritmie più complesse,ho 23 anni e dopo tutto non so ancora cosa pensare. vi ringazio della disponibilità.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Le extrasistoli che aumentano di frequenza e di cadenza durante lo sforzo vanno sempre considerate con attenzione. Vedo che lei ha tuttavia eseguito gli esamio previsti e con esito negativo. L'indicazione al beta-bloccante 8in questo caso atenololo) c'e', ma e' opportuno assumerlo ogni 12 ore, (es 25 mg al mattino e 25 mg alla sera), perche' l'emivita di quel farmaco e' di circa 12 ore.
Per cio' che riguarda il futuro, e' opportuno che lei esegua periodici ECG sotto sforzo per valutare l'andamento delle aritmie.
Cordialmente
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 151XXX

la ringrazio dottore,comunque per quanto riguarda il betabloccante la dose di somministrazione da assumere era quella che ha scritto lei però avendo una frequenza bassa durante la notte hanno deciso di farmi prendere una pastiglia solo la mattina,volevo solo chiederle un ultima cosa vorrei solo capire se posso fare la mia attività fisica ovviamente non sfrenata per adesso oppure no,perchè devo dire che questa cosa mi sta iniziando a bloccare psicologicamente e quindi anche fisicamente.La ringrazio ancora della sua disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
puo riprendere a fare attivita fisica, escludendo sforzi di notevole entita'.
cordialita'
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza