Utente 206XXX
Salve.
Lo scorso 18 febbraio, durante una partita di calcio a 5, ho avvertito una sorta di "schiocco" a metà del polpaccio destro, quasi come se avessi ricevuto un piccolo tocco da un altro giocatore (invisibile).
Mi sono subito accorto che si trattava di una lesione del muscolo anche perchè non ero in grado di appoggiare a terra il tallone senza avvertire un gran dolore.
L'indomani mattina mi sono recato in ospedale e da un'ecografia fatta mi è stata diagnosticata una distrazione del gemello mediale (senza ulteriori specifiche). Chi mi ha fatto l'ecografia mi ha parlato di uno strappo inferiore al centimetro e del conseguente versamento per l'ematoma.
Ho camminato con le stampelle per qualche giorno e successivamente, dopo circa due settimane, non zoppicavo più.
A distanza di un mese dall'incidente ho rifatto un'ecografia che ha evidenziato "una lesione a livello della giunzione muscolo tendinea del gastrocnemio mediale, associata a falda di versamento fluido irregolare, avente spessore massimo di 4 mm, in corrispondenza del piano di clivaggio tra il gastrocnemio mediale e il soleo".
In questo momento sono passati circa 45 giorni dallo strappo, non avverto alcun tipo di fastidio nel camminare (faccio anche camminate lunghe), nel salire le scale o negli altri movimenti (anche simulando un esercizio tipo "standing calf").
La mia domanda è scontata: posso riprendere a giocare e a correre? Ci sono rischi di ulteriori e più gravi conseguenze allo stesso muscolo?
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non avendo ricevuto risposte in questa area potrebbe ripostare in area ORTOPEDIA anche perché alcuni ortopedici sono specialisti in Medicina dello sport

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com