Utente 363XXX
Dottore buongiorno, da circa due mesi soffro di lievi dolori addominali a seguito di torsione e rotazione del busto che ho avvertito mentre mi rigiravo nel letto, all'inizio solo sotto l'ultima costola sinistra poi li ho avvertiti piu verso il centro essendo di modesta entita' e presenti solo a seguito di torsione non mi avevano destato preoccupazione . Due settimane fa' mi ero preoccupato (sono tipo ansioso) e sono aumentati perche' un amico mi aveva parlato di possibile ernia iatale anche se non ho nessun problema gastrico ne di reflusso e digerico bene.
ora sono tornati molto lievi.a seguito di una settimana di relax
Avevo seguitato a fare attivita' sportiva (corsa) e qualche sforzo al lavoro in questi due mesi, e'o possibile che si tratta di qualche stiramento trascurato e infiammazione?
Ho provato a fare una serie di 10 addominali ma non ho sentito fastidi ne se do colpo di tosse sento dolore, solo la torsione o la rotazione del busto con una certa energia me li provoca in maniera lieve.
Mercoledi ho prenotato un ecografia dei muscoli addominali. Purtroppo sono ansioso al punto tale che per mesi ho sofferto di una falsa prostatite che era dovuta solo a ansia e preoccupazione e mi dava falsi fastidi.
E' da escludere un ernia iatale se non ho i sintomi di reflusso?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto scrive penserei più....all'ansia che ad una patologia organica.

Escludere solo sulla base di quanto descrive non è possibile (anche perchè vietato senza una visita) ed in ogni caso ci sono milioni di reflussori gastroesofagei (alcuni asintomatici) che conducono una vita assolutamente normale con l'ausilio di pochi accorgimenti.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com