Utente 422XXX
Buonasera,
chiedo un consulto su un problema che mi perseguita ormai da quasi due anni e non riesco a risolvere.
Sono "un ragazzo" di 53 anni che dal 2011 da amatoriale corre a livello agonistico, partecipando a gare di 10,21 e 42 km. I risultati per la veritaà non erano per niente male, dopo pochi mesi sono riuscito a correre una maratona in 3 ore e 30 e gare da 10 km vicine ai 40 minuti.
Da un anno e mezzo pero' ho notevoli problemi nel correre: il problema è come dire di rilevante portata. In poche parole alterno momenti:

- in cui non riesco affatto a correre ( mi sento un peso, per cui mi e' difficile anche cominciare , ho difficoltà e faccio una fatica enorme a muovermi, non sono stanco sono per cosi' dire bloccato )

- i in cui al principio della corsa mi sento bene, poi invece dopo pochi minuti anche a ritmi bassissimi, mi devo fermare e non riesco a continuare anche dopo pochi minuti ( assurdo per un maratoneta): chiarisco che non ho affanno, non ho eccessiva stanchezza, mi sento bene ma mi devo fermare. sembra quasi un calo glicemico, ma non lo e'

- altri in cui sono "normale",

Tali momenti si alternano senza un denominatore comune ( caldo, stanchezza per il lavoro , alimentazione etc..). ho provato a correre di meno ma niente, non miglioro , anzi peggioro.
Aggiungo che già prima accusavo "strani problemini" che pero' non mi compromettevano la corsa.

ho consultato piu' medici:

- endocrinologo: abbiamo accertato resistenza insulinica, ho corso per mesi misurando la glicemia con le striscette e cambiando alimentazione ma non e' mai uscito fuori niente di anomalo.
- Allergologo per asma ( anche se non sento il respiro affannato) : niente!! cure di cortisone e singulair non hanno sortito effetto
- piu' elettrocardiogrammi con cicloergometro e anche ecografia dopler cuore: niente
- appogio, postura e varie: niente
- analisi sangue: niente di niente, Adesso li ho rifatti ed ho avuto solo alcuni valori: niente!!! solo azotemia un po' alta

Non so piu' che fare, domani ho altra visita con medico sportivo. forse faro' spirometria approfondita. non so.

aggiungo che nei mesi scorsi soprattutto alzandomi da posizione seduta ed al mattino avevo una certa rigidità muscolare che spariva dopo un bel po'

Aggiungo che ho la sindrome di Gilbert e soffro di ipertrofia prostatica ( ma da mesi ho interrotto le cure temendo fossero la causa del mio malessere)

Non so più come fare, non faccio piu' gare e allenamenti, corro solo ogni giorno facendo footing ed alternando corse lente (10/12 km a 5.0 km circa cioe' 12 km) allora a corse di pochi minuti.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non ricevendo risposte in questa area Le consiglierei di ripostare ANCHE in area ORTOPEDIA

Tanti saluti

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com