Utente 352XXX
Salve, ho 32 anni.
Ieri, dopo una giornata di lavoro stressante e una notte con 3 ore di sonno, ho dovuto fare una corsa a perdifiato di 10 minuti per non perdere il treno che stava partendo.
Successivamente ho accusato un forte bruciore al petto e alla gola un persistenste senso di irritazione e prurito alla gola e difficoltà a respirare. Ad ogni respiro non riuscivo a non tossire per il forte prurito che questo mi causava alla gola, questo è durato per 30 minuti poi lentamente la situazione è iniziata a migliorare.
Prima della corsa stavo bene non avevo problemi a respirare mi sentivo solo molto stanco per il poco sonno e la giornata stressante.
Io svolgo regolare attività fisica, 3-4 volte la settimana esco in bici e faccio 25-30 chilometri se non posso uscire in bici faccio 30-40 minuti di cyclette, inoltre faccio una leggera attività di pesi.
In passato non ho mai avuto episodi simili. L'anno passato sono stato ricoverato per una bronchite poi risolta con una cura antibiotica.
Inoltre soffro di esofagite da reflusso in cira col pariet e ho un lieve prolasso mitralico.
Devo effettuare dei controlli pneumologici? Può essere causato da un colpo di freddo?
Ringrazio i dottori per le risposte.

[#1]  
Dr.ssa Serena Pedroni

20% attività
0% attualità
0% socialità
SORESINA (CR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Ti consiglio di fare, se non l'hai già fatta, una visita per l'idoneità agonistica sportiva. Nel corso della visita infatti sarai sottoposto ad un esame spirometrico che potrà rilevare un'eventuale ostruzione respiratoria ed un elettrocardiogramma a riposo e dopo sforzo, in più ti saranno prescritti eventuali accertamenti aggiuntivi, se ritenuti necessari. In linea generale ti posso dire che sia infezioni respiratorie pregresse sia la malattia da reflusso gastro-esofageo a volte possono provocare, con meccanismi diversi, una "irritazione" bronchiale che può manifestarsi con broncospasmo o tosse insistente.
Saluti
Dr.ssa SERENA PEDRONI