Utente
Salve,
fino a qualche settimana fa ho sofferto di leggero indolenzimento alle ossa, qualche volta con fitte, tipo reumatismi, alle dita delle mani, ai piedi e qualche volta alle ginocchia. in qualche occasione anche agli occhi, ma passo molte ore al pc e forse è dovuto a questo. Tutto è durato un paio di mesi, tra i quali una settimana in cui ho avuto un pò di febbriciattola (massimo 37.2) e mi sembrava di avere l'influenza, ma non ero affatto raffreddata.
Ho preso anti-infiammatori ma non hanno fatto un granchè..in ogni modo adesso sto meglio, mi sento solo un pò stanca ma non ho più dolori, nè febbre. l'unica cosa che noto è che ho le ghiandole della gola (sotto alla mandibola per intenderci) un pò gonfie, ma non mi fanno male.
10 giorni fa ho fatto un tampone vaginale e un tampone cervicale ed è venuto fuori che ho ureaplasma spp. positivo e carica batterica >100.000, così la ginecologa mi ha dato la cura che inizierò presto. vorrei chiedere il vostro parere riguardo a una cosa: è possibile che quei dolori alle ossa e la febbriciattola, così come le ghiandoline un pò gonfie, fossero sintomi di questa infezione? Mi consigliate di fare visite più dettagliate riguardo a quei dolori? Lo faccio per avere pareri diversi e valutare di conseguenza. Vi ringrazio tanto.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
I sintomi da lei descritti sono quelli tipici della sindrome influenzale. Che probabilmente lei ha avuto in maniera piuttosto lieve, quindi con segni sfumati. Il che giustificherebbe i dolori alle ossa, il lievissimo rialzo febbrile e l'ingrossamento dei linfonodi laterocervicali. Non credo sia necessario fare ulteriori accertamenti, a meno che il suo Medico, durante una visita, non rilevi qualcos'altro.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta Dottore,
ho terminato la cura antibiotica per l'ureaplasma qualche giorno fa e sono in attesa di ripetere il tampone. Non ho avuto nessun tipo di problema e mi sento benissimo, in forze. L'unica cosa è che gli ultimi 2 giorni di antibiotico ho avuto dolori articolari (senza febbre) e sudorazione notturna. L'ho detto alla mia ginecologa, che mi ha consigliato altri esami da fare perchè questa sintomatologia non è legata all'antibiotico e ad eventuali effetti collaterali. Io invece ho trovato questo su internet: http://www.alessandrofeo.it/micoplasmi.html Nel documento di parla di "reazione di Herxeimer", come segno positivo del successo della cura, e include sintomi come dolori articolari e sudorazione notturna.
Le chiedo un'ultima cosa.. potrebbe esserci legame tra questi sintomi (che come le avevo detto ho avuto anche per diverse settimane) e il diabete? sono predisposta geneticamente (mamma e nonna diabetiche) e da qualche parte ricordo di aver letto tra i sintomi del diabete la sudorazione notturna, dolori articolari, crampi, alzarsi frequentemente la notte per andare in bagno.. tutti sintomi che io ho.
La ringrazio tanto

[#3] dopo  
Utente
ah dimenticavo, non ho assolutamente ghiandole ingrossate,nè in gola nè altrove..quindi si possono escludere infezioni di vario genere e tumori, giusto?

[#4]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non credo che il diabete abbia a che fare con quanto da lei descritto. In ogni caso le domande che lei mi pone sembrano piuttosto specifiche, quindi le consiglierei di postare eventualmente un apposito quesito nell'area di Medicina Interna.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com