Escherichia Coli nelle urine nausea e diarrea

Tutto è cominciato verso il 24 Agosto, quando mi sono accorta di alcune macchioline rosa sulla carta igienica a fine minzione,accompagnate da urine maleodoranti. Essendo in prossimità di ciclo mestruale e riconducendo la cosa a quello, non vi ho dato troppa importanza. Nei giorni a seguire ho cominciato ad avvertire come una sensazione di tiraggio interno a fine minzione. I sintomi continuavano a peggiorare causandomi bruciore, pesantezza al basso ventre, turgore clitorideo. Cominciavo a preoccuparmi e ad informarmi su internet. Ne uscì di tutto e di più. Sono entrata in uno stato di forte ansia e preoccupazione pensando di essermi ammalata di chissà cosa. Mi convinco poi di essere affetta da cistite acuta. Qui entro nel tunnel del terrore delle recidive, leggendo di donne che non ne sono più uscite. Tutti questi pensieri negativi mi hanno portato ad avere anche un considerevole ritardo del ciclo. Il mio medico curante era in vacanza e non avevo modo di mettermi in contatto con lui. Ho cominciato a soffrire anche di nausea, mal di pancia, mal di schiena e malessere generale. A volte avverto anche delle fitte alla vagina e all'ano. Ho dovuto aspettare che tornasse il medico per farmi prescrivere le analisi delle urine e l'urinocoltura con l'atibiogramma. Gli esiti li ho avuti in data 16 settembre e ve li riporto qui.

ESAME FISICO CHIMICO E MICROSCOPICO

Aspetto: Torbidiccio
Colore: II Vogel
Reazione: Acida pH 5,5
Densità: 1.025
Albumina: Assente
Sangue: Assente
M.Pus: Assente
Zuccheri: Assenti
Cellule: Diverse
Leucociti: Numerosi
Emazie: Assenti
Acetone: Assente
Urobilina: Normale
Pigmenti Biliari: Assenti
Cilindri: Assenti
Cristalli: Assenti
Nitriti: Presenti

URINOCULTURA (METODO: COLTURALE BIOCHIMICO)
assente/negativa

CARICA BATTERICA: 800.000 CFU/ml

IDENTIFICAZIONE GERMI: Escheria coli

ANTIBIOGRAMMA (gram-)

NALIDIXIC ACID : SENSIBILE
AMPICILLIN : RESISTENTE
CEFUROXIME : SENSIBILE
CEFTAZIDIME : SENSIBILE
CO-TRIMOXAZOLE : SENSIBILE
GENTAMICIN : SENSIBILE
NITROFURANTOIN : SENSIBILE
NORFLOXACIN : SENSIBILE

Domani finalmente vedrò il mio medico curante, solo che stamattina all'alba sono stata svegliata da un fortissimo mal di pancia che si è attenuato solo dopo aver evacuato con diarrea acquosa. Un episodio identico a questo l'ho avuto il mese scorso alla comparsa dei primi sintomi. Ieri ho avvertito anche una modesta nausea. Tutto questo è causato sempre dall' E. Coli nelle urine? Mi sento davvero a terra.A breve mi verrà anche il ciclo. Sicuramente il mio medico mi somministrerà dell'antibiotico. Fa male prendere antibiotici con la diarrea? oppure può ridurne l'effetto? cosa potrei fare per rimettermi in sesto? Inoltre le analisi delle urine risalendo al 16 settembre sono ancora attendibili o dovrebbero essere ripetute? potrebbe essere cambiato qualcosa anche senza aver preso nessun farmaco? Dovrei rimettere in sesto la flora intestinale per star meglio.. ma prendendo gli antibiotici la situazione non andrà peggiorando?
Cosa posso fare?
[#1]
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo 54,5k 1,2k 1k
Gentile lettrice,

alcune corrette considerazioni, in presenza di una infiammazione delle vie urinarie. già sono a lei note.

Si ricordi comunque che, quando sono presenti queste "problematiche urologiche”, possono essere utili alcune indicazioni anche di tipo dietetico-comportamentale:

1)vita sessuale regolare, non lunghi periodi di astinenza;

2)limitare l'assunzione di alcuni alimenti tipo cioccolato, uova, frutta secca, formaggi stagionati, ecc;

3)lo stesso vale per le bevande come il caffè, il tè,le bibite gassate od alcoliche;

4)altra cosa importante è bere con intelligenza ad esempio durante tutto l'arco della giornata sono consigliati almeno 2–3 litri di liquidi, soprattutto acqua (se non esistono altre controindicazioni di ordine generale), smettendo però di bere almeno tre-quattro ore prima di andare a letto;

5)combattere la stitichezza quindi fare una dieta ricca di fibre e praticare una regolare attività fisica;

6)se si fuma, spegnere la sigaretta perché la nicotina ha un'azione irritante sulla vescica;

7)tenere d'occhio la bilancia, infatti, se obesi, spesso perdere peso migliora il quadro clinico, infatti il grasso accumulato sul giro vita può aumentare la "pressione" sulle vie urinarie e peggiorare i sintomi;

8)infine ultimo consiglio, ma non meno importante, quello di ascoltare sempre attentamente il proprio medico di famiglia e lo specialista urologo che la stanno seguendo.

Infine, se desidera poi avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/199-cistiti-ed-uretriti-quando-l-urina-brucia.html.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa