Febbre che non passa anche assumendo antibiotico

Cari Dottori buon pomeriggio, sono il papà di una ragazza di 16 anni.
Vi spiego il problema.

Mia figlia è da mercoledì che ha la febbre e un po di dolori articolari diffusi, soprattutto un fastidioso mal di testa concentrato sulla fronte e sopra gli occhi che si acuisce con i leggeri colpi di tosse.
Contattato il suo medico di base ha consigliato il tampone rapido che abbiamo fatto ed è risultato negativo e quindi ci ha prescritto terapia con paracetamolo500 e aerosol di soluzione salina.
Tranne i fastidi che vi ho riportato null'altro.
Ma visto che la febbre non passava, il suo dottore successivamente le ha prescritto l'antibiotico Unixime 400, una cps al di per 5 giorni.

Ora vi spiego la preoccupazione mia e di mia moglie, visto che ieri sera dopo già due dosi di antibiotico aveva ancora febbre a 38, 5.

La domanda che vi pongo è se normale avere ancora febbre vista la copertura antibiotica, specifico che la febbre sale solo nel tardo pomeriggio la mattina sembra stare bene.

Volevo chiedere se la terapia è corretta, considerando che il curante non ha proceduto alla visita medica diretta, ma solo telefonicamente diagnosticando in presenza di tampone negativo una probabile influenza con probabile sinusite.

Specifico che mia figlia è una ragazza sana che non ha mai avuto problemi rilevanti di salute, ha fatto analisi cliniche di routine circa un mese fa è sono tutte nella norma tranne la sideremia a 23 e la vitamina d a 27, 7 per le quali il medico ha prescritto sideral folico per tre mesi e D Base due volte al mese per il periodo invernale.

Volevo inoltre sapere se in presenza dei sintomi di cui sopra è il caso di rifare il tampone e come procedere in caso di febbre e sintomi che non passano nonostante la terapia sopra descritta.

Vi ringrazio per l'attenzione che vorrete dedicarmi per tranquillizzarmi.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 31,3k 1,1k
La risposta del tampone negativa potrebbe rientrare in un falso negativo e, pertanto, farei fare un tampone molecolare, per sicurezza. Probabilmente, l'antibiotico utilizzato non è idoneo: se si tratta di covid, bisogna utilizzarne uno appartenente alla famiglia dei macrolidi. Comunque sia, attendiamo la risposta del nuovo tampone.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa