Utente 131XXX
Gentilissimi dottori

Volevo sottoporvi il mio caso e chiedere un consiglio in merito.

Sono un ragazzo di 24 anni, nessuna patologia da segnalare.
Da circa metà ottobre 2011 mi sono accorto della presenza di un ingrossamento all'angolo mandibolare dx accompagnato da una lieve ipertrofia tonsillare dx e iperemia della faringe. Essendo soggetto a 2/3 tonsilliti annue, non ho dato molto peso alla cosa. In questo caso però non ho sviluppato tonsillite e la faccenda non è regredita nel giro di qualche giorno.
Sono stato visto 3 settimane dopo da un medico ORL che mi ha prescritto terapia FANS con OKI per una settimana senza nessun risultato.
Il mio MMG mi ha prescritto un tampone faringeo che a fine novembre è risultato negativo a streptococco beta-emolitico A, stafilococco aureus, haemophilus influenzae e miceti. Ho eseguito per 15 giorni Golaftin sempre con esito negativo.
All'inizio di dicembre la sintomatologia non è regredita e il fastidio era in aumento (avverto anche un fastidio all'orecchio dx ed è sempre tappato).
A metà dicembre ho eseguito un'ecografia capo-collo e analisi del sangue.
Ecografia: Tiroide e ghiandole salivari nella norma. Si evidenzia in regione latero-cervicale dx qualche linfonodo aumentato di volume, con caratteristiche ecografiche di reattività, il maggiore all'angolo mandibolare con asse longitudinale di 16 mm. Non linfoadenomegalie latero-cervicali a sx.
Analisi: Emocromo + formula leucocitaria; VES; TSH reflex; AST; ALT; PCR; Creatinina; Colesterolo; Trigliceridi; Glucosio (tutti i valori nella norma); Negativo a IgG e IgM per anticorpi toxoplasma gondii e citomegalovirus; Anticorpi anti streptolisina O: 205 UI/ml; Anticorpi anti EBV: Positivo al VCA IgG e EBNA IgG e negativo al VCA IgM.
Nel frattempo mi era stata prescritto Augmentin per 1 settimana senza esito.
Ai primi di febbraio per motivi di lavoro ho effettuato un altro emocromo + formula (tutto nei limiti) e una visita ORL. Mi è stato detto che può essere tutto normale e che il linfonodo ci mette tanto a "sgonfiarsi", mi sono stati consigliati gargarismi con colluttorio clorexidina e aerosol con acqua di sirmione (sempre senza esito).
Devo aggiungere che ho smesso completamente di fumare (15 sigarette al giorno) da circa un mese e mezzo e la sintomatologia non è regredita anzi...il 5/03 alla seconda ecografia: In sede laterocervicale si rilevano alcuni linfonodi reattivi senza pratica importanza, il maggiore all'angolo mandibolare dx con diametro di 20mm. Non adenopatie sospette.
Il mio MMG mi ha prescritto una terza ecografia da fare verso giugno..e ha detto di tener controllato questo linfonodo.

Volevo, per quanto possibile, dei consigli in merito...Non è dolorante, ma è molto fastidioso perchè avverto un ingombro nel collo e da fastidio anche all'orecchio dx.
E' possibile che duri così tanto? e che al posto di diminuire di dimensioni cresca?

Vi ringrazio in anticipo per l'ascolto e buon lavoro




[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non Le rimane che tranquillizzarsi

1) Ha fatto tutto quello che c'è da fare per la presenza di linfonodi reattivi (=reagiscono ingrossandosi)

https://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

2) I linfonodi possono regredire come volume in tempi variabili anche MOLTO LUNGHI.

3) C'è da mettere a freno ora solo l'ansia....(^____^)

https://www.medicitalia.it/consulti/Oncologia-medica/273602/Per-il-dott-catania

Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com