Alcol e sospetta infiammazione

Da numerosi mesi (da Novembre 2022 ma più acuto da Febbraio 2023) soffro di una specie di intolleranza all'alcol.
Anche quantitativi modesti, come un bicchiere di vino o un 33cl di birra a stomaco vuoto, o quantitativi maggiori a stomaco pieno, mi provocano in poco tempo una spiacevole sensazione frontale (zero dopamina, sembra solo un fastidioso rilascio di acetaldeide) e, al risveglio, leggero mal di testa e una forte arsura, pur bevendo acqua in quantità prima di andare a dormire.
Ogni tanto sono presenti anche capogiri, anche a distanza di giorni dall'assunzione di alcol, che per fortuna però sembrano meno presenti e fastidiosi rispetto a prima.


Considerando che fino a un anno fa il fisico reggeva bene l'alcol (senza mai eccedere comunque) mi sto chiedendo se questa sia un'infiammazione o una specie di danno autoimmune.
Le analisi fatte ad Aprile hanno riportato valori normali, anche al fegato, eccetto una ves un po' alta, ma avevo da poco terminato di assumere antibiotici.
A Dicembre-Gennaio sono stato un po' male e non vorrei avessi avuto il covid, in tal caso questi disturbi potrebbero apparire come una forma di longcovid.


Il quesito è: quali analisi e accertamenti potrei fare per accertare la natura del mio problema ed, eventualmente, trovare contromisure?
Nel frattempo mi astengo dal consumo e punto a non bere niente per un mese prima di ripetere le analisi (fatto curioso: in queste settimane non sento affatto la mancanza di alcol, mi è totalmente indifferente).
[#1]
Dr. Francesco Montella Allergologo, Infettivologo 89 1
Il COVID non c'entra niente.
Esiste una malattia dei linfonodi in cui, raramente, il sintomo da Lei denunciato è presente. Lei non specifica se negli utimi mesi ha notato gonfiore o dolore in una linfoghiandola del collo o dell'ascella per cui nulla posso dire al riguardo.
Ripeta gli esami che, a suo ,dire, hanno dimostrato un aumento della VES e abbia cura di inserire anche il protidogramma elettroforetico fra gli esami richiesti.
Successivamente, se si conferma l'alterazione della VES o se nota il gonfiore di una ghiandola consulti un ematologo.
Mi faccia sapere.
Un saluto
Francesco Montella

Francesco MONTELLA
Primario Medico
Ospedale San Giovanni ROMA

Covid-19

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto