Utente 160XXX
Buongiorno,
casualmente su internet mi sono imbattuta in una consulenza riguardante
l'invalidità per la sindrome oculistica Duane, e poichè ne sono affetta fin
dalla nascita chiedo cortesemente una importante informazione. Sono una
donna di 54 anni con molte visite e controlli oculistici alle spalle e,
ovviamente, tante risposte deludenti e di totale disillusione per quanto
concerne un'intervento che avrebbe potuto risolvere l'anomazione. Il difetto
nonostante sia abituata a confrontarmi con esso, mi crea sempre più problemi di
emicrania e dolori alla cervicale che mi costringono a frequenti assunzioni di
antidolorifici a volte con pochi risultati. Sono un dipendente pubblico dove mi occupo di informatica (quindi tante ore davanti al computer ahimè!)e vorrei sapere se posso avere diritto ad una (anche minima) invalidità che magari mi consenta almeno di andare con minimo anticipo in pensione, visto che le prospettive delle varie riforme pensionistiche allungano la vita lavorativa dei dipendenti! Chiedo infine, se dovessi rientrare in qualche parametro di
invalidità, di indicarmi gentilmente la sede opportuna al mio caso...non so se
sia l'Inps o l'Inpdap in quanto dipendente statale. Vivo a Roma e non saprei
dove rivolgermi per queste informazioni quindi confido molto in una Sua
risposta.
Porgo i miei ringraziamenti e cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Potrebbe anche fare la domanda d'invalidità civile ma al massimo potrebbe essere valutata con il 35% che non le darebbe diritto a niente.
Per la pensione anticipata per motivi di salute è inutile fare la domanda.
Mentre per il lavoro al videoterminale, Le suggerisco di parlare con il medico competente del suo Ente e chiedere una limitazione oraria di lavoro al VDT.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona