Utente 209XXX
Buon giorno , vorrei chiedervi un consulto e sopratutto togliere un dubbio. La mia storia è cominciata nel 2004, ci sono tante cose da scrivere, io scriverò solo quelle che a mio parere sono piu importanti. Nel 2004 sono stata operata di ernia discale L4-L5, dal momento dell' intervento non sono stata neanche per 1 giorno bene(anzi avevo dolori allucinanti - ho fatto visite presso ospedali e anche visite private - non sono riuscita a risolvere il problema. Nel 2009- secondo intervento -ero arrivata al punto di non riuscire a camminare: denervazione parziale al territorio radicolare L5 bilateralmente(avevo nel 2009 54 anni), intervento di : insuficenza vertebrale, Fusione o rifusione di 4-8 vertebre, artrodesi lombare, lombosacrale con approccio posteriore e a livello l4-l5 stato rimosso il tessuto cicatriziale, la radice l5 - che risulta molto sofferente. Dopo intervento ho fatto domanda di invalidita civile in quanto non potevo piu svolgere attività lavorativa, oltre intervento ho segnalato: osteoporosi, stenosi del canale vertebrale, gonartrosi(in quel periodo ero in attesa in un intervento,devo mettere una protesi. Mi hanno dato 46%. Ero disperata pero oltre questo non sono migliorare miei condizioni fisiche quindi ho lasciato perdere. Nel ottobre 2010
altra diagnosi: spondilodiscite l4-l5, sono a letto non riesco piu ne a caminare ne a stare in piedi , sopporto giornalmente dolori in sopportabili SONO DISPERATA per mio stato fisico, attualmente sono in cura da gennaio 2010 ho fatto domanda di peggioramento per avere invalidita civile - mi hanno dato 55%, NEMMENO ESENZIONE DEL TICKET - oltre dolori io non potevo inizialmente nemmeno sopportare questa presa in giro. I mie medici nella cartella clinica mi hanno scritto che l'unica cosa che posso fare,senza aiuto - mangiare, e medici di invalidità civile mi dichiarano in grado di svolgere attività lavorativa? Per cortesia mi potete aiutare di uscire da questa situazione.Oltre stare male mi sento di eseere presa in giro. Per guarire io devo fare ogni settimana analisi di sangue, ogni settimana devo acquistare Nicetile per il nervo, ma come posso fare se non posso lavore e non ho ne meno esenzione dal ticket ? Per cortesia mi potete dare la risposta se sono" giuste " le % che mi hanno dato , in caso contrario cosa posso fare ?Grazie anticipamente

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

la valutazione del grado di invalidità civile viene effettuata dalle competenti Commissioni con riferimento alle Tabelle di Legge (D.M. 5 febbraio 1992), che per le menomazioni del rachide (sinonimo di colonna vertebrale)prevedono le seguenti voci:

7001. ANCHILOSI DI RACHIDE TOTALE =75%

7002. ANCHILOSI O RIGIDITÀ COMPLETA DEL CAPO IN FLESSIONE O IPERESTENSIONE = 61-70%

7003. SCOLIOSI AD UNA CURVA SUPERIORE A 40°= 31-40%

7004. SPONDILOARTRITE ANCHILOPOIETICA = 55%

7005. SCHISI VERTEBRALE = 6%

7006. SCOLIOSI A PIÙ CURVE SUPERIORE A 60° = 31-40%

7007. SPONDILOLISI = 7%

7008. SPONDILOLISTESI = 12%

7009. ANCHILOSI RACHIDE DORSALE CON CIFOSI DI GRADO
ELEVATO = 21-30%

7010. ANCHILOSI RACHIDE LOMBARE= 31-40%

Come Lei avrà modo di verificare, i valori percentuali che le Tabelle riportano per le menomazioni del rachide, non si discostano di molto dal grado di invalidità civile che Le è stato riconosciuto, fatta eccezione per le voci 7001 e 7002, che tuttavia non sembrano riguardare il Suo caso.

Lei ha la possibilità di presentare ricorso giudiziale nei riguardi dell'INPS, qualora ritenga che la Sua condizione non sia stata valutata correttamente.

In tale evenienza, Le consiglio di rivolgersi preliminarmente ad un Ente di Patronato, che potrà assisterLa nel ricorso.

Distinti Saluti.





Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
Utente 209XXX

Buon giorno ,
Grazie per la sua tempestiva risposta,almeno non ho più il dubbio, pero in ogni caso continuo a stare male e non riesco a stare in piedi. Colgo occasione per farle ancora una domanda : posso presentare la domanda di esenzione dal ticket nella azienda sanitaria locale?
Grazie
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

l'esenzione dal ticket sanitario per invalidità viene concessa per gli invalidi civili con percentuale pari o superiore al 67%, quindi con la percentuale del 55% non rientra nei casi previsti.
L'unico beneficio del quale attualmente Lei può avvalersi presso la ASL è la gratuità dell'assistenza protesica e riabilitativa.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]