Utente 414XXX
Salve,le scrivo per torgliemi un dubbio che attanaglia sia me che mia madre,le spiego:
nel febbraio del 2010 mia madre ha avuto un ictus cerebrale ischemico,dopo l'uscita dall'ospedale mi è stato consigliato di presentare domanda di invalidità e così fu fatto;premesso che già mia madre soffriva di sindrome depressiva bipolare,ha subito un ovaiosalpingectomia.
Presentata la domanda dopo sei mesi ha passato la visita e nel verbale le accertano l'invalidità al 75% con riduzione permanente della capacità lavorativa con la seguente patologia:
Emiparesi fbc dx quale esito di recente ictus ischemico cerebrale,sindrome depressiva,presessa ovaiosalpingectomia.

giudizio espresso all'unanimità;rivedibile giugno 2012.

Ora le porgo la mia domanda presentanto la domanda per la revisione la piccola pensione di 260 euro le verrà sospesa?
E successivamente alla visita c'è il rischio che possano toglierla???

Premessa:
nell'arco di questo bienno la mamma ha riscontrato un osteoporosi allo stato avanzato tant'è vero che sta facendo cure con la teripatide,in più ha un deficit visivo,ha un'ambliopia nell'odx con inzio di catarratta,ha un'ernia iatale,e un prolasso vaginale;tutto ciò possono contribuire ad incrementare la percentuale???
o bisogna far successivamente un aggravamento?

La ringrazio in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

all'atto della visita di revisione la Commissione competente verifica se clinicamente si è verificato un miglioramento od un aggravamento rispetto al precedente accertamento sanitario.
Ove le condizioni cliniche siano migliorate, la percentuale di invalidità può essere ridotta, e se viene ridotta in misura tale da non raggiungere la soglia prevista per la concessione dei benefici economici, questi possono essere revocati.
Parimenti, ove le condizioni cliniche siano peggiorate, la percentuale di invalidità può essere aumentata.
Le suggerisco pertanto di documentare in sede di visita di revisione tutte le infermità sussistenti, mediante idonee certificazioni specialistiche.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]