Utente cancellato
Salve,
all'età di 16 anni mi è stata riscontrata una rettocolite ulcerosa, a 17 ho fatto la domanda per l'invalidità civile. I medici della commissione a 18 mi hanno riconosciuto una invalidità del 50%.
Ora ho 21, dopo aver fatto una colonscopia, mi hanno diagnosticato una pancolite ulcerosa e successivamente dopo vari cicli mestruali dolorosi mi hanno riscontrato tramite risonanza magnetica una endometriosi profonda.
La ginecologa mi ha prescritto qualsiasi tipo di contraccettivo per ovviare ai dolori di ogni mese, ma facendo ciò ogni giorno devo vedere il bagno 5 o 6 volte a causa della malattia. E' possibile che avendo una rettocolite ulcerosa, ci sia qualche possibilità che venga riconosciuta l'endometriosi come malattia che può condizionare la "normale" vita quotidiana già condizionata dalla rcu?

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

se nel quesito intende il riconoscimento della condizione di "non essere in grado di compiere gli atti quotidiani della vita, abbisognando di un'assistenza continua", ritengo che sulla base di quanto riferisce non ci siano i presupposti.
Se invece intende la possibilità di aggravamento con aumento della percentuale di invalidità, a mio parere la domanda ha buone possibilità di essere accolta.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]

[#2] dopo  
98319

dal 2012
Grazie per la gentile risposta.
Comunque riguardo alla sua prima risposta sicuramente non mi vedo nelle condizioni tali da avere bosogno della legge 104, cioè dell'accompagnamento e dell'assistenza. Mi riferivo solo ed esclusivamente alla percentuale di invalidità.

Cordiali Saluti.