Utente 598XXX
Sono un uomo di 40 anni, un anno e mezzo fà ho subito,a seguito di un infortunio, una ricostruzione lca e meniscectomia menisco mediale al ginocchio sinistro.A quasi un anno dall'intervento, dopo una buona rieducazione, correndo mi sono procurato quelli che l'ortopedico mi ha definito postumi dell'infortunio. Ecco gli esiti di una nuova risonanza magnetica a cui mi sono sottoposto: scomparsa quasi completa del menisco interno di cui residua parte del corno posteriore presenta fenomeni degenerativi.Menisco esterno:assottigliamento marcato del corpo e fenomeni degenerativi a carico del corno posteriore. In esiti di ricostruzione legamento crociato alterata intensita disegno dello stesso che appare marcatamente assottigliato.Nelle scansioni pesate in GE-STIR e GE si evidenzia alterata intensita a carico del condido femorale.Concomita condropatia di grado 2-3 con lieve depressione della superfice articolare. Versamento endoarticolare che si dispone prevalentemente in sede retro patellare. Cisti di Baker 2,5 per 0,8 cm. Se compio certi movimenti ho male ancora oggi,il ginocchio non e stabile come il destro non gioco piu a pallone l'ortopedico me lo ha sconsigliato. L' assicurazione mi riconosce un 6% di invalidita permanente. Gentilmente chiedo, sulla base della vostra esperienza e a livello puramente indicativo, è una percentuale congrua?, ha quale % potrei ragionevolmente aspirare ricorrendo eventualmente ad una perizia medico legale di parte?. UN SALUTO, ringraziandovi anticipatamente per qualsiasi tipo di risposta possiate darmi.

[#1] dopo  
Dr. Carlo Paschina

24% attività
0% attualità
8% socialità
CAGLIARI (CA)
IGLESIAS (SU)
NUORO (NU)
ORISTANO (OR)
TORTOLI' (NU)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Gentile utente
sarebbe importante sapere in quale campo assicurativo ha diritto ad essere indennizzato e/o risarcito (ad esempio responsabilità civile, INAIL, polizza infortuni); sapere se i 6 punti di invalidità permanente le sono solo stati proposti o se ha già chiuso la pratica.
in ogni caso una consulenza medico legale di parte non può che esserle utile al fine di farsi riconoscere tutto il danno/invalidità permanente da lei subito ed ottenere un giusto indennizzo e/o risarcimento [tenga conto che oltre il danno/invalidità permanente legato alla menomazione funzionale del ginocchio (dovuto ad instabilità e/o deficit dell’escursione articolare ecc) le deve essere riconosciuto l'eventuale danno estetico da esiti cicatriziali (post-artroscopia) e tutti i giorni di inabilità temporanea (dovuti ad un eventuale ricovero ospedaliero, la riabilitazione ed il progressivo recupero (anche se parziale) della funzione].
esistono poi tutta un'altra serie di voci di danno (morale, esistenziale ecc) che pur non spettando alla valutazione medico-legale possono essere efficacemente sostenuti (ad esempio dal suo avvocato) sulla base di buona argomentazione del consulente medico legale.

in ogni caso (solo in via del tutto orientativa, non sapendo in quale campo assicurativo deve essere indennizzato o risarcito ed essendo imprescindibile una visita e valutazione medicolegale) sappia che:
- gli esiti di meniscectomia parziale o totale variano da 2 a 4 punti
- la lassità articolare varia da 2 a 9 punti
- anche i deficit dell'escursione articolare hanno una valutazione molto ampia e diversa a seconda del campo assicurativo (sicuramente più alta la valutazione INAIL sino a 12).

Cordiali saluti
Dr.Carlo Paschina specialista in
Medicina Legale e delle Assicurazioni
-CAGLIARI-

[#2] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Dovrebbe andare da un medico-legale che, dopo la visita e l'esame della documentazione sanitaria, le consegnerà una perizia di parte in ambito R.C. (se trattasi di incidente stradale) Inail (se trattasi d'infortunio sul lavoro) o ANIA (se trattasi di infortunistica privata), inoltre c'è anche da calcolare il periodo d'inabilità temporanea. Penso che Le convenga fare la perizia medico-legale.
Dr. Maurizio Golia - Specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni - Brescia
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#3] dopo  
Dr. Carlo Paschina

24% attività
0% attualità
8% socialità
CAGLIARI (CA)
IGLESIAS (SU)
NUORO (NU)
ORISTANO (OR)
TORTOLI' (NU)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
se si tratta di polizza infortuni potrebbe pure riferirsi a tabelle INAIL; nell'ambito delle tabelle INAIL vanno distinte le due possibili:la prima, la più vecchia, fa riferimento al 'Testo unico delle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali -testo unico- del 1965' la seconda (D.M. 12.7.2000) fa riferimento al cosiddetto danno biologico. Esistono delle differenze fra le due tabelle inail e fra le inail e l'ania, come anzidetto le consiglio di rivolgersi da un medico-legale per una consulenza di parte.
Dr.Carlo Paschina specialista in
Medicina Legale e delle Assicurazioni
-CAGLIARI-