Utente 311XXX
Gent.mo dottore sono un inf.professionale di 54 anni con obesita' grave bmi sup 40 %, infartuato nel 2009 diabete tipo 2 insulino resistente dislipidemia ,pluriinterventi all'addome per ernie e laparoceli,litiasi renale artroscopia spalla destra nel 2012 sempre nello stesso anno mi sono stati diagnosticati diverticolosi del colon e poliposi dello stesso con asportazione dei due sessili.Dopo di cio' nell'ottobre 2012 mi e' stata concessa invalidita' per aggravamento del 90%dal 74%precedente ,da allora sono stato ricoverato gia' 2 volte per diverticolite acuta,con accesso dal ps,riscontro di nuova ernia addominale,la quinta,attualmente ricoverato in istituto auxologico dove mi vengono riscontrate apnee notturne gravi,61 min. ed aggravamento patologie articolari.Visto il mio stato di salute la domanda e' la seguente posso chiedere aggravamento invalidita' ed eventuale collocazione a riposo per inabilita' permanente,avrei maturato 31 anni circa di lavoro.grazie molte

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Spett.le Utente,
ai fini del pensionamento un aggravamento in invalidita' civile non serve, perche' l'eventuale riconoscimento della totale e permanente inabilita' lavorativa da parte della Commissione per l'invalidita' civile non Le darebbe titolo per il collocamento a riposo.
Invece a tal fine dovrebbe presentare all'Ente Ospedaliero domanda per il riconoscimento dei benefici previsti dalla Legge 335/95, che vengono accertati tramite le Commissioni Mediche Periferiche del Ministero dell'Economia e Finanze.
Si rivolga ad un Ente di Patronato, che puo' assisterLa per il disbrigo della pratica.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]